Chi Siamo

La storia di ARTE.GO nasce nel “lontano” 1994.
Siamo all’inizio dell’era del Web, le poche persone che accedono alla Rete sono concentrate soprattutto nelle Università e, attraverso i modem analogici, le persone fisiche o le aziende che “navigano” in un mare un po’ desolato, sono davvero poche. Ma c’è entusiamo e la consapevolezza che il mezzo è davvero capace di portare quella rivoluzione comunicativa da tanti auspicata.

Tra le pochissime aziende italiane che in quel periodo si affacciano ad Internet c’è dgPIXEL Multimedia Communication, azienda padovana già affermata nel settore ipermediale e poi multimediale.

Da quella esperienza, dalle esigenze lavorative (i primi siti Web: Aprilia, Morgano, Mim Ruote, Open Kristallux,…) e dalla passione dei suoi soci e dei collaboratori che affiancano quotidianamente la struttura, nasce la voglia, tutta sperimentale, di “mettere” on line le proprie idee.

Il primo abbozzo di sito artistico-culturale cresce proprio dalle costole delle pagine aziendali e il suo primo nome di battesimo, in onore del film di animazione fantascientifico della Disney, è Tron.

La prova della validità del sistema internet viene affidato, tra il 1995 e il 1996, alla conduzione del progetto Il Museo Che Non C’è, il primo cd-rom multimediale interattivo tridimensionale in italiano.
Attraverso la Rete venne lanciato l’appello di partecipazione agli Artisti e alle Gallerie d’Arte presenti sul Web. Risposero oltre 350 Artisti internazionali e 12 tra le più imporatnti “gallerie” statunitensi per un totale di oltre 1.100 opere.

Da quel momento in poi l’utilizzo del mezzo consacrò anche un cambiamento radicale nella struttura aziendale. La Rete virtuale si fece reale. L’Ufficio divenne “collegato” e le partecipazioni, le collaborazioni si intensificarono perchè non più confinate dal punto di vista spaziale e temporale.

Seguono esperienze indimenticabili: Atelier d’Artista di Franco Vaccari, la realizzazione di cd-rom multimediali per i Musei (Museo Umbro Apollonio), la produzione di Cd e DVD artistici (Mattia Moreni, Quarta di Copertina, Manifesti d’Epoca, …)

La crescita degli interessi artistici, i collegamenti sempre più fitti con personaggi dell’ambito culturale hanno poi determinato la crescita parallela di Tron fino a farne assumere una connotazione propria ed individuale.
E’ questo il momento in cui si fonda, cambiandone il nome e gestendo un proprio dominio, Arte.Go: l’Arte in movimento.

Oggi Arte.Go offre spazio gratuito e servizi agli Artisti, ospita iniziative e mostre permanenti, pubblica notizie di eventi e di manifestazioni culturali, organizza esposizioni temporanee ed iniziative a partecipazione libera.
Tra gli obiettivi primari, il recupero e l’archiviazione di documentazioni artistiche del passato.

Anno dopo anno, si sono allargati spazi e finalità, raggiungendo popolarità e partecipazione.

Nel 2012 il sito Arte.Go ha totalizzato oltre 450.000 pagine visitate, 272.552 visitatori unici. Una crescita costante e continua.

La struttura organizzativa segue e sposa la filosofia web: alla Redazione Centrale (Padova), da cui si pubblica effettivamente il sito, si affiancano collaboratori sparsi un po’ in tutta Italia (Torino, Bergamo, Venezia, Firenze, Roma, Cagliari, Napoli, Palermo) che, di fatto, diventano segnalatori e nuclei di redazione sul territorio nazionale.
Anche in questo caso i numeri sono essenziali per capire lo sforzo editoriale in atto: nel 2006 sono stati pubblicati 2720 articoli su eventi, mostre ed iniziative artistiche. Nel 2011, sono stati pubblicati 5124 eventi e nel 2012 abbiamo messo on-line 5491 articoli.

A tutto questo si devono aggiungere i Servizi resi a singoli Artisti, Gallerie d’Arte, Musei, Uffici Stampa sotto forma di supporto alla comunicazione: Video Riprese, Cd-ROM e DVD, Web-TV, Siti Internet, Applicazioni Android.
Servizi innovativi, come Expo-3d o i Cataloghi Interattivi anche per SmartPhone e Tablet, ci collocano in una situazione di partnership ideale con chi, dell’Arte, ne fa passione o lavoro.

Arte.Go fa parte del Web Ring che include: dgPixel Multimedia Communication, FuturBrama, dgPixel Tech Blog, Media & Scuola e Vinilica.

E intanto il nostro impegno continua.

Giorgio De Novellis