Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Antonella Privitera. Luce in movimento

mercoledì 30 maggio 2018 - sabato 2 giugno 2018

Antonella Privitera. Luce in movimento

sede: Circolo Canottieri Roma (Roma).
cura: Miriam Castelnuovo.

Antonella Privitera artista romana con origini siciliane, da sempre connota il proprio stile come lo specchio della sua stessa esistenza e riflettendo sulle esperienze importanti che ne hanno arricchito l’animo, grazie anche a lunghi viaggi stagionali che l’hanno guidata in giro per il mondo alla riscoperta di nuove culture e diverse tradizioni.
Con questo approccio alla quotidianità sempre in divenire, l’artista ha potuto rivelare il proprio percorso con continuità rispetto alla medesima poetica: Privitera considera soprattutto la sua arte un mezzo per arrivare alla gente comune, per tendere loro una mano.
Un invito a riflettere su valori sottili come del rispetto, ponendo una particolare attenzione a temi dell’attualità.

Dopo l’ultima mostra inaugurata a ottobre scorso in ambito della 13a Giornata del Contemporaneo del progetto Amaci, anche questa nuova esposizione presso il Circolo canottieri Roma dal titolo “Luce in movimento” e come anche le precedenti, si inserisce perfettamente nel Travelling Arts Project, sposandone al meglio gli obiettivi.
Il Progetto di Arte Itinerante Contemporanea nato nel 2013 da un’idea della curatrice e critica d’arte Miriam Castelnuovo con la prima esposizione collettiva presso il Bioparco, si pone come obiettivo quello di far conoscere l’arte ad un pubblico eterogeneo e di appassionare lo spettatore educandolo alla conoscenza della diversità intesa come arricchimento culturale, anche in luoghi non istituzionali come musei o gallerie d’arte.

Per questa nuova mostra, Antonella Privitera si è ispirata sapientemente al tema della luce, ove con la parola illuminazione ci si collega non solo a questo particolare momento creativo guidato da nuova ispirazione personale, ma la Luce in Movimento è da intendere anche come l’inizio di una rinascita culturale contemporanea, a cui in molti auspichiamo.
In mostra nuove opere in cui la luce ha un ruolo di protagonista in tutte le sue declinazioni, oltre che a mantenere sempre salda la propria attenzione verso la sfera sociale – tema trattato in modo approfondito nel testo del catalogo a cura di Miriam Castelnuovo.
Non è un aspetto da tralasciare infatti, la pratica della dottrina buddhista alla quale Antonella fa spesso riferimento nelle sue opere: pensiamo alla parola “Namastè” e al suo significato come della metafora di un nuovo inizio, da nutrire con principi solidi e importanti quali l’amore e il rispetto reciproco.
Privitera inoltre ha realizzato realizza molte opere d’arte che superando già il valore intrinseco, fungono altresì in modo naturale da cassa di risonanza a quelle grida di ribellione di cui ella si fa portavoce, ponendo nuovamente l’attenzione sulla contemporaneità e ai numerosi casi in cui sofferenza, sangue e ingiustizia fungono da protagoniste.

L’artista si distingue per uno stile riconoscibile ove la diversa tattilità del colore si accentua nell’intenzionale aggettarsi di quei particolari, che spesso accentuati dal colore ne esaltano la terza dimensione come della via di fuga che sottende a quel senso di movimento.
La teatralità del nuovo ciclo di lavori presentati in quest’ultima mostra al Circolo Canottieri Roma viene riconfermata dall’imponenza del loro stesso impianto, spesso con opere retro illuminate, al pari di un messaggio che a questo tutto sottende e di accezione fortemente simbolica: puro sentimento e istinto si fondono nella personale ricerca artistica di Antonella Privitera come una forza rigenerante.
L’artista elabora quindi un’abile gioco di alternanze, tra magia antropomorfa e tensione affabulatrice che poste in primo piano, paiono volerne mascherare contenuti più profondi che vorrà approfondire negli anni seguenti.
Opere ove stile e tecnica si fondono in un’unica forma, il cui imprinting si sintetizza nella personale poetica dell’aggiungere: in tutto il corpus delle sue opere, le nuove quanto quelle realizzate in passato, l’ultimo elemento inserito non assume mai una valenza decorativa distaccata dal resto, ma al contrario ne diviene l’emblema assoluto con cui Antonella Privitera dichiara conclusa l’attuale ricerca, decretando il punto fermo da cui ella si prepara a ripartire.

Inaugurazione: mercoledì 30 maggio dalle ore 18.30

Dettagli

Inizio:
mercoledì 30 maggio 2018
Fine:
sabato 2 giugno 2018
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,

Luogo

CIRCOLO CANOTTIERI ROMA
Lungotevere Flaminio, 39
Roma, 00195 Italia
+ Google Maps
Sito web:
www.canottieriroma.it