Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Artieri fantastici. Capolavori d’arte-design

venerdì 23 settembre 2016 - domenica 27 novembre 2016

Il progetto triennale ‘Il cuNeo Gotico’ – promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo per valorizzare il primato architettonico neogotico del Cuneese – si avvia alla fase conclusiva con la mostra ‘Artieri fantastici. Capolavori d’artedesign’. A ospitare l’evento la chiesa tardogotica di San Francesco a Cuneo, dove vengono esposti rari e fantasiosi ‘artefatti’, realizzati con straordinaria perizia esecutiva e tutti legati allo spirito neogotico del territorio.
Chef d’oeuvre dei Compagnons, in pietra, legno e ferro, per la prima volta esposti in Italia, saranno raccolti nell’abside della chiesa. Di fronte, nella navata centrale, saranno presenti le opere di giovani artieri italiani, ispirate a simboli e strumenti del costruire, come una putrella e un tassello a espansione in marmo bianco del cuneese Fabio Viale, Premio Cairo per la Scultura 2015; una ‘pietra squadrata’ e una ‘pietra grezza’ in ceramica di Andrea Salvatori, Premio Internazionale Faenza per la Ceramica d’Arte 2009; un Archipendolo di Mario Mondino in acciaio, legno e laminato Abet; una Squadra-arpa di Daniele Beccaria in ferro e LED; due colonne illuminate in vetro e una cattedra in acacia e bosso di Gianfranco Coltella… Quasi tutti grandi artieri originari del Cuneese.
Una sezione della mostra, ‘Quattro fantastici’, dedica ampio spazio a illustrazioni, fumetti e graphic novel, con i lavori di quattro disegnatori affermati, tutti legati al cuneese: lo scomparso Attilio Mussino – celebre per Bilbolbul , considerato dagli specialisti come il primo fumetto italiano, e per un suo notissimo Pinocchio – e gli attivissimi Marco Corona, Marco Cazzato e Giorgio Sommacal. Tutti caratterizzati da un “lato oscuro” o “mostruoso”, in modalità drammatiche o umoristiche, sono una nuova testimonianza dell’esistenza di una “anima gotica” del Cuneese.
Un’altra sezione di mostra, ‘Sette cappelle per sette sorelle’, documenterà la ricerca di connessioni tra il genius loci neogotico e fantastico del territorio e il savoir faire artistico-industriale e artigianale, con installazioni realizzate da manifatture locali, ispirate e situate in sette cappelle della chiesa – numero che rimanda alle eccellenze delle arti applicate nelle sette principali città del Cuneese ( Alba, Bra, Fossano, Mondovì, Saluzzo, Savigliano e Cuneo). Ecco che una cappella viene destinata a ex-voto contemporanei; l’artista tessile Silvia Manazza si ispira alla morte di Giuda Iscariota nella sua perturbante scultura tessile; il mosaicista Giuliano Babini interviene nella cappella di Sant’Antonio da Padova con un maialino mosaicato e dorato dedicato a Sant’Antonio Abate; l’architetto e designer Ugo La Pietra ha progettato per la cappella più spettacolare un mobile ‘ad archi rampanti’ che contiene sei ceramiche, ‘Casette per l’Aldilà’, allusive al gotico locale e internazionale.
Per quanto riguarda la ceramica va segnalato il Laboratorio Besio 1842 a rappresentare l’innovazione basata sulla tradizione della ceramica monregalese e il Musée de la Poterie di Vallauris, fondato da un cuneese d’origine, Michel Ribero, nella città francese dove debuttò il Picasso ceramista di cui vedremo in mostra una testimonianza.

Dettagli

Inizio:
venerdì 23 settembre 2016
Fine:
domenica 27 novembre 2016
Categoria Evento:
Sito web:
www.ilcuneogotico.it

Luogo

COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO
Via Santa Maria 10
Cuneo, 12100 Italia
+ Google Maps
Telefono:
0171 634175
Sito web:
www.comune.cuneo.gov.it

Altro

Ufficio Stampa
P&G - Relazioni Pubbliche