Emergenza sanitaria
 

Metti in evidenza il tuo Evento!
 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

“Bar” di Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano – Proiezione video e dibattito

lunedì 25 Ottobre 2021 @ 18:30

"Bar" di Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano - Proiezione video e dibattito

sede: Album Arte (Romq).

Lunedi 25 ottobre 2021, alle ore 18:30, Album Arte, spazio indipendente per l’arte contemporanea, partecipa a Rome Art Week con la proiezione di Bar il video inedito di Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano (unica proiezione e dibattito).

Bar è una raccolta di storie laterali che hanno come grande teatro la città di Roma.
All’interno di un viaggio psico-geografico, alcuni personaggi dalle dissimili esperienze raccontano spaccati di vita a volte malinconici, altre divertenti o drammatici.
A queste storie, apparentemente slegate fra loro come se fossero racconti da bar, si affiancano quelle minime e mistiche della città eterna.
Si tratta di racconti poco noti o marginali, affascinanti per la loro natura enigmatica e sconosciuta.
Si delinea così un nuovo volto di Roma e delle persone che la abitano, un coro di storie che cambiano ogni volta che vengono raccontate, proprio come cambia continuamente il territorio in cui si vive, l’orizzonte che si guarda.

Il viaggio filmico è caratterizzato da un’estetica minimale e una narrazione fortemente connotata.
La collaborazione tra AlbumArte e gli artisti Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano, inizia nel 2016 con la co produzione della serie di video Chasing Boundaries, scritti e girati dai due artisti romani a Tel Aviv, Vilnius, Belfast e Scutari, una serie di documentari sull’arte contemporanea con lo scopo di descrivere la condizione di fare arte all’interno di un’opera che si avvicina alla video arte e tende a superare il metodo narrativo tradizionale e la struttura lineare a favore di una piattaforma aperta, questo per scoprire nuovi modi di percepire concetti e informazioni, raccogliendo voci diverse da terre lontane, con artisti che lavorano ogni giorno in condizioni difficili o impossibili, riuscendo a trasformare queste esperienze in produzione artistica.

In Bar persiste lo stesso impianto narrativo, che questa volta racconta esperienze non solo artistiche più vicine a noi perché girate a Roma, dove le persone hanno voglia di raccontare episodi anche confidenziali.

Zaelia Bishop Roma, 1977. Realizza installazioni, sculture, film e opere d’arte mixed media. Studiando i processi del segno, della significazione e della comunicazione, crea opere che generano significati diversi. Lo spazio diventa tempo e il linguaggio diviene immagine. Nascono visioni su più livelli in cui la fragilità e l’instabilità della nostra realtà, apparentemente certa, viene messa in discussione. Esplorando in modo onirico il concetto di paesaggio, egli inserisce la tradizione del ricordo nella pratica quotidiana, come atto di meditazione. Mediante una divisione tra il regno della memoria e quello della realtà, Zaelia Bishop sviluppa forme basate su associazioni soggettive e paralleli formali, che incitano lo spettatore a fare nuove associazioni personali. Le sue opere stabiliscono un legame tra la realtà del paesaggio e quella immaginata dal suo ideatore.

Emanuele Napolitano Roma, 1976. Realizza dipinti, disegni, film e opere d’arte mixed media. Rifiutando una verità oggettiva e una narrazione culturale globale, le sue opere non mostrano mai una struttura completa e finita. Esagerando alcuni aspetti formali inerenti alla nostra società contemporanea e ai mass-media, Napolitano crea opere che possono essere viste come autoritratti sociali. A volte esse appaiono idiosincratiche e stravaganti, altre sembrano tipici sottoprodotti della sovrabbondanza e del marketing. Il suo lavoro ci spinge a rinegoziare la pittura e il disegno come parte di un mezzo reattivo o – a volte – inerte, commentando temi opprimenti della società contemporanea. Esaminando l’ambiguità e l’origine attraverso riprese e variazioni, egli crea con elementi quotidiani e riconoscibili una situazione senza precedenti in cui lo spettatore si confronta con il condizionamento della propria percezione e deve riconsiderare la propria posizione di parte.

Informazioni
06 24402941; info@albumarte.org

Dettagli

Data:
lunedì 25 Ottobre 2021
Ora:
18:30
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , ,

Luogo

ALBUM ARTE
Via Flaminia, 122
Roma, 00196 Italia
+ Google Maps
Telefono:
06 3243882
Visualizza il sito del Luogo