Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Carole Feuerman. Sport del Bellessere

domenica 20 Dicembre 2015 - domenica 21 Febbraio 2016

Al Museo Civico del Palazzo Elti di Gemona del Friuli, la personale di Carole Feuerman, artista statunitense annoverata tra i più rinomati e popolari scultori iperrealisti nel mondo, con opere approdate in musei come il Metropolitan di New York e l’Hermitage di San Pietroburgo, ma anche in collezioni private come quelle di Bill Clinton, Michail Gorbaciov e dell’imperatore del Giappone.
Protagoniste a Palazzo Elti le sculture che le hanno conferito la maggiore notorietà e, nel 2008, il primo premio alla Biennale di Pechino: le figure legate all’acqua, bagnanti e nuotatrici che nascono da esperienze profondamente vissute dall’artista in senso fisico ed emotivo.
Figlie di un’arte tattile, piena di sensualità, legata a un immaginario che mescola forma e desiderio, in cui l’iperrealismo ammicca alla Pop Art arricchendola di maestria artigiana e studi sui materiali, le sue figure sono talmente “vive” da dare l’impressione che respirino.
Perché l’attenzione al corpo, osservato con maniacale dedizione al dettaglio e ai toni dell’incarnato, si riversa nell’analisi della carne umana per tradurla in sensazione, peso e consistenza dell’epidermide.
Non è un caso, quindi, se la particolare tecnica utilizzata dalla Feuerman coinvolge direttamente la persona ritratta, dalla quale è ricavato un primo calco in silicone e un secondo in gesso, poi modellato con una resina arricchita di pittura e minuziosi dettagli, per giungere all’opera finita, connotata da vene, efelidi, lentiggini e capelli impiantati uno a uno.
Tutto più vero del vero.
Le sculture in resina, che nascono dal calco di soggetti reali (ne ha realizzato uno anche di Irene Grandi), si affiancano a quelle in bronzo, ottenute con un processo davvero originale, frutto dell’inventiva di Carole Feuerman, che fonde ben sei tipi diversi di metallo finché non raggiungono lo stato liquido in grandi calderoni, poi sgocciolati, arricchiti con spruzzi sul metallo fatto solidificare in stampi di sabbia.

Terza tappa di Maravee Therapy – progetto ideato, curato e diretto da Sabrina Zannier – Sport del bellessere si configura quale traît-d’union tra le tranches italiane del progetto tenutesi a Pordenone e al Castello di Susans a Majano (Ud) e la tranche slovena che si estenderà fino a fine febbraio 2016 con la mostra Pane quotidiano prevista alla Galleria Loggia di Capodistria con inaugurazione il 29 gennaio 2016 e con uno spettacolo teatrale al Gledališce Koper di Capodistria.

Dettagli

Inizio:
domenica 20 Dicembre 2015
Fine:
domenica 21 Febbraio 2016
Categoria Evento:
Sito web:
www.progettomaravee.com

Luogo

MUSEO CIVICO DI PALAZZO ELTI
via Bini, 9
Gemona, 33013 Italia
+ Google Maps

Altro

Ufficio Stampa
Atemporary Studio