Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Chi legge. Fotografie di Claudio Montecucco

martedì 9 Aprile 2019 - lunedì 13 Maggio 2019

Chi legge. Fotografie di Claudio Montecucco

sede: Biblioteca civica centrale di Torino, Biblioteca Civica Archimede di Settimo Torinese (Settimo Torinese, Torino).
cura: Tiziana Bonomo.

Ci sono voluti due anni prima che l’iniziativa dal titolo in origine “Leggere di Claudio Montecucco” trovasse finalmente compimento.
ArtPhotò ha visto ora accogliere il progetto in due sedi: la Biblioteca civica centrale di Torino e la Biblioteca Archimede di Settimo Torinese, nell’ambito del programma della manifestazione”Torino che legge”.

Per osmosi il titolo è diventato “Chi legge”, prendendo spunto da quello che si vede nelle immagini di questo fotografo contemporaneo di Perugia, Claudio Montecucco.
Fotografie volutamente in bianco e nero, in omaggio ai classici della fotografia da cui l’autore ha recuperato il piacere per l’attimo che adesso c’è e forse poco dopo non è più così uguale, scandagliando, nel corso degli anni, attraverso le sue istantanee, momenti, luoghi, posture diverse, tutti accomunati dall’uguale gesto della lettura, in una metanarrazione con lo stesso filo conduttore.

Leggere la fotografia per leggere le parole.
Meraviglioso connubio, instancabile accostamento di sensi rivolti nella stessa direzione quella della conoscenza, del sapere.
Visioni contemporanee, quotidiane, facili, persino elementari eppure così ricche di intensità, concentrazione, piacere, quelle di ragazzi, donne, uomini, giovani e anziani.
E poi c’è un luogo adatto alla lettura?
C’è il luogo che diventa proprio: sulla strada, davanti ad una cattedrale, sul tram, sulle scale, sul terrazzino, nel giardino.
Fotografie scattate all’aperto perché Claudio Montecucco è da oltre 10 anni che cammina nella sua terra e in altre terre guardando, scrutando i lettori.
Ha trascorso ore a camminare, a guardare appostandosi per riprendere persone mentre “leggono”.
Facili da trovare? Facile sì se si osserva con attenzione quanta voglia c’è di scoprire la notizia del giorno sul quotidiano, di leggere il libro in classifica, di leggere il saggio sulla propria passione, di scoprire il fumetto di culture a noi lontane.
Il corpo si adatta alla lettura, si mette in posa.
I corpi sembrano cercare la posizione migliore, quella che preserva la concentrazione, l’immersione nella storia o nella notizia.
Proprio quella posa che l’autore coglie, scatta e trattiene per noi.
Lettori di oggi, fotografo di oggi, libri di ieri, di oggi, di nostre culture e di altre culture.

Nato a Perugia, Claudio Montecucco si diploma come tecnico delle industrie meccaniche e acquisisce la qualifica triennale di designer industriale CAD. Iscritto alla Facoltà di Architettura di Firenze, dopo alcuni esami abbandona gli studi per lavorare nella gioielleria di famiglia come designer di gioielli e per proseguire gli studi di pianoforte. Amante di ogni forma d’arte, uomo schivo e poco incline ad apparire, Montecucco ha iniziato a fotografare quando ha capito che la fotografia gli permetteva dì esternare qualcosa di fortemente personale. La sua ricerca è quella del cosiddetto “istante inafferrabile”, quello che vorrebbe catturare ogni giorno camminando per strada con la sua macchina fotografica. Fotografa, da 15 anni, persone di vario genere che leggono all’aperto. Il suo archivio si compone di anni di lavoro, in varie città d’Italia e paesi diversi, con scatti spontanei, intimi, che seducono per il senso di piacere e di benessere proprio mentre “si legge”. Adulti, ragazzi, bambini, giovani, anziani, donne, uomini, fotografati vicino a luoghi d’arte, nelle piazze, nei giardini, fuori casa, nelle marine, sui balconi…. Claudio Montecucco racconta il suo progetto ricorrendo alle parole di Robert Doisneau: “Quello che io cercavo di mostrare era un mondo dove mi sarei sentito bene, dove le persone sarebbero state gentili, dove avrei trovato la tenerezza che speravo di ricevere. Le mie foto erano come una prova che questo mondo può esistere”.
claudiomontecucco.it

Tiziana Bonomo di ArtPhotò è una libera professionista con ventennale esperienza nel campo del marketing e della comunicazione, in L’Oreal e in Lavazza, mossa da una forte passione per questa forma espressiva; la fotografia come linguaggio di comunicazione ed espressione d’arte, come occasione di dialogo e di incontro. ArtPhotò propone, organizza e cura eventi legati al mondo della fotografia. Ha organizzato la mostra “Warless Theatres” di Patrizia Mussa e ha curato il libro “Hospitalia” di Elena Franco e “Istanti Donati” di Gianni Oliva. Ha curato mostre come “Ilva di Cornigliano” di Ivo Saglietti e Federica De Angeli, “Hospitalia” di Elena Franco a Torino, “I Believe” di Matteo Fantolini, “Ospiti” di Gianni Oliva a Mezzenile e Milano. Organizza e modera incontri, alcuni con Domenico Quirico, Ferdinando Scianna, Ivo Saglietti e recentemente la presentazione al Museo Nazionale del Cinema, Cinema Massimo del documentario “Domenico Quirico: Viaggio senza ritorno” di Paolo Gonella. Da quest’anno ha iniziato un laboratorio didattico per le scuole dal titolo “Leggere la fotografia”. Ha da poco ideato e curato la mostra e la conferenza “Fotografie che non hanno salvato il mondo. Krzysztof Miller storia di un fotoreporter polacco”. Ha organizzato il premio inedito 2019 “Mia Photo Fair fotografia di architettura” e realizzato la conferenza sul tema “Fotografia e Architettura”.
artphotobonomo.it

SEDI

Inaugurazione 9 aprile 2019, ore 16:00
10 aprile – 13 maggio 2019
Biblioteca civica centrale di Torino
Via della Cittadella 5
Torino

Inaugurazione: 9 aprile 2019, ore 18:00-19:30
10 aprile – 13 maggio 2019
Biblioteca Civica Archimede di Settimo Torinese
Piazza Campidoglio, 50
Settimo Torinese (TO)

Dettagli

Inizio:
martedì 9 Aprile 2019
Fine:
lunedì 13 Maggio 2019
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , , , ,

Luogo

VARIE SEDI – TORINO
Torino, 10121 Italia + Google Maps