Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Convegno: “Educare lo sguardo: intrecci tra arte e matematica”

venerdì 11 maggio 2018 - sabato 12 maggio 2018

Convegno: "Educare lo sguardo: intrecci tra arte e matematica"

sede: Palazzo Barberini e Museo dei Gessi Teatro Odeion (Roma).

Venerdì 11 maggio dalle ore 9.30 si terrà a Palazzo Barberini la prima delle due giornate del convegno internazionale Educare lo sguardo: intrecci tra arte e matematica, promosso dalla Sapienza – Università di Roma e dalle Gallerie Nazionali Barberini Corsini.

Specialisti di fama internazionale nel campo della storia dell’arte e della matematica si confronteranno sul tema del “saper guardare”, mettendo in evidenza la necessità, tanto didattica quanto scientifica, di un dibattito interdisciplinare sull’educazione allo sguardo, una competenza centrale nella formazione dell’individuo.
Verranno inoltre presentate alcune attività laboratoriali sperimentate nell’ambito del “Liceo Matematico” e del progetto “Con la mente e con le mani” dell’Accademia dei Lincei di Roma.

Il Comitato Scientifico è composta da Laura Catastini, Michele Di Monte, Flaminia Gennari Santori, François Recher, Enrico Rogora, Francesco Saverio Tortoriello.

Il convegno è rivolto in particolar modo agli insegnanti di scuola secondaria, di primo e secondo grado, di matematica e di storia dell’arte. Per i docenti di ruolo interessati ad acquisire crediti formativi, è necessario iscriversi attraverso la piattaforma SOFIA del MiUR. Per tutti gli altri interessati e per ulteriori informazioni scrivere a educarelosguardo@mat.uniroma1.it

Programma venerdì 11 maggio 2018
Gallerie Nazionali Barberini Corsini: Palazzo Barberini – Sala Marmi

9.45 Saluti istituzionali
Flaminia Gennari Santori, Direttore delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini
10.00 Si può amare quello che non si vede?
Philippe Costamagna
Directeur du Palais Fesch, Musée des Beaux-Arts, Ajaccio
11.00 Lo sguardo, genesi di un’idea per cambiare in profondità l’insegnamento della matematica, dalla scuola elementare all’università
Valerio Vassallo, Université de Lille, IREM
12.15 Come sappiamo dove guardare? La misura cognitiva della storia dell’arte
Michele Di Monte, Gallerie Nazionali Barberini Corsini
15.00 Peut-on apprendre à regarder?
Marie-José Perisseaux, Conseillère pédagogique missionnée au Palais des Beaux-Arts, Lille
16.00 Il senso a vista. Cogliere le implicature
Francesco Sorce, Gallerie Nazionali Barberini Corsini
17.00 Presentazione dei lavori dei Laboratori Visita di una galleria di configurazioni geometriche.
Progetto Con le mani e con la mente dell’Accademia Nazionale dei Lincei.
18.00 Tavola rotonda Si può insegnare a guardare?
Modera: Michele Di Monte
Discutono: Marco Bussagli e Alessandro Cosma
18.45 Lettura “Luisella e Ambra”, di Valerio Vassallo
con Antonietta Bello

Programma sabato 12 maggio 2018
Sapienza Università di Roma – Teatro Odeion

9.45 Saluti istituzionali
10.00 La fatica per ritrovare un antico sapere perduto: da Giotto a Piero della Francesca
Franco Ghione, Università di Roma “Tor Vergata”
11.00 Le regard géométrique et la beauté en mathématiques
Aziz El Kacimi, Université de Valenciennes
12.15 Dalle immagini ai modelli dei poliedri: problemi di interpretazione
Giuseppe Accascina, Sapienza Università di Roma
15.00 Alla giusta distanza. Per una dialettica della visione nell’opera d’arte
Silvia Pedone, Gallerie Nazionali Barberini Corsini
16.00 II problema nella didattica della matematica: un’opera d’arte
Maria Cristina Migliucci e Luigi Regoliosi, Tokalon Matematica
17.00 Presentazione dei lavori svolti nelle formazioni IREM di Lille, a cura di Romain Caillé, Sophie
Bourreau, Edith Rakotomanana
18.00 Tavola rotonda Intrecci tra arte e matematica
Modera: Enrico Rogora
Discutono: Simona Talenti e Saverio Tortoriello

SEDI E INFORMAZIONI
Venerdì 11 maggio 2018, ore 9.30 – 20.00 circa
Palazzo Barberini, via delle Quattro Fontane 13, Roma
Sabato 12 maggio 2018, ore 9.30 – 19.00 circa
Sapienza – Università di Roma – Piazzale Aldo Moro 5, Roma

Ufficio Stampa Barberini Corsini Gallerie Nazionali: Maria Bonmassar