Altre Ecologie - Quando l'Arte protegge il Pianeta

Metti in evidenza il tuo Evento!

altri risultati...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Dimensionare lo spazio – Mostra collettiva

mercoledì 18 Settembre 2024 - giovedì 21 Novembre 2024

Dimensionare lo spazio - Mostra collettiva

sede: Galleria A Arte Invernizzi (Milano).
cura: Lorenzo Madaro.

La galleria A arte Invernizzi presenta la mostra “Dimensionare lo spazio”, a cura di Lorenzo Madaro, che invita a riflettere su una idea di scultura intesa come rimodulazione dello spazio fisico attraverso opere la cui tridimensionalità nasce dalla alterazione della percezione visiva.

La mostra si concentra sui perimetri e gli ambiti di ricerca di una scultura in grado di generare riflessioni sulla forma e lo spazio. Gli artisti protagonisti del progetto espositivo hanno lavorato e lavorano investigando le radici proprie del linguaggio, esplorando la luce e il dinamismo, ma anche il rapporto tra la bidimensionalità della parete e lo sguardo espanso dell’architettura, esplicitando le specificità che la scultura ingloba costantemente.
La scultura serve a riconoscere i luoghi, a viverli e a osservarli.

All’interno di questa dicotomica e persistente relazione di connessione che sussiste tra forma e spazio, si estende un dibattito destabilizzante e straordinario, anche sul piano propriamente teorico. L’artista che in Italia ha avuto un ruolo prioritario in quest’ambito – anche sotto il profilo teorico e in anni pionieristici – è stato Nicola Carrino, da cui è preso in prestito il titolo della mostra e secondo il quale «Scultura è operazione del mutare, strumento indispensabile del continuo occupare e dimensionare lo spazio». Come evidenzia Franco Sossi nel suo Luce Spazio Strutture (1967), i presupposti di tali esperienze vanno rintracciati nel Costruttivismo degli anni Dieci del XX secolo.
La scultura pertanto diviene un linguaggio generativo di esperienze, preludio di un’architettura ulteriore rispetto a quella con cui si relaziona, ma è anche un linguaggio che esiste solo in rapporto a un ambiente. È l’opera stessa che contiene lo spazio, creandolo. Confermano tali linee teoriche le opere in mostra e i percorsi di Nicola Carrino, Gianni Colombo, Lesley Foxcroft, Igino Legnaghi, François Morellet, Arcangelo Sassolino, Mauro Staccioli, David Tremlett, Antonio Trotta, Grazia Varisco e Michel Verjux.

In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo bilingue con un testo di Lorenzo Madaro, docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, e la riproduzione delle opere esposte.

Inaugurazione
mercoledì 18 settembre 2024 alle ore 18

Immagine in evidenza
Nicola Carrino – Ri/Costruttivo 1/69 E.2016, Teta, 10 moduli scalari n. 48.57/57.57. Acciaio inox molato, 30x90x150 cm (part.)

Dettagli

Inizio:
mercoledì 18 Settembre 2024
Fine:
giovedì 21 Novembre 2024
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , ,

Luogo

GALLERIA A ARTE INVERNIZZI
via Domenico Scarlatti, 12
Milano, 20124 Italia
+ Google Maps
Phone
02 29402855
Visualizza il sito del Luogo