Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Elisa Bertaglia. Profunde

domenica 14 settembre 2014 - lunedì 8 dicembre 2014

Profunde IV, vocativo latino di “profundus”, è il titolo del nuovo ciclo di opere dell’artista veneta Elisa Bertaglia ispirate alle acque e al paesaggio lacustre.
Presentate per la prima volta a Castiglione del Lago per Contaminazioni Artistiche, questi disegni su carta con velature ad olio, sono immagini oniriche che descrivono in punta di grafite, con tratteggi sottilissimi, il tuffo di bambini senza volto, simbolo del passaggio da una condizione all’altra, dall’alto al basso, dall’asciutto al bagnato, di un mutamento interiore che porta all’età adulta.
In senso epicureo, per quest’artista “umanista” che studia il De Rerum Natura di Lucrezio, nulla si distrugge, la materia di disgrega, gli atomi si disperdono per essere riuniti in altra forma.
I suoi bambini, come atomi, si muovono in una dimensione infinita, nel vuoto, attraversando l’universo.
C’è una forte analogia anche con le Metamorfosi di Ovidio: in questo continuo movimento, in cui la terra non offre punti dove poter sostare, né l’acqua dove poter nuotare, il tuffo rappresenta la metamorfosi, il continuo divenire che la natura subisce.
La classicità, una costante nel suo lavoro è spunto di riflessione che trasforma in maniera contemporanea e autobiografica.
Dall’incipit del De Rerum Natura prende il titolo la sua prima personale a Reggio Emilia, nel 2011: Alma Venus et Venatrix Diana. Alma Venus la dea, che genera e dà vita.
Nello stesso anno viene scelta per esporre alla 54° Biennale d’Arte di Venezia, Padiglione Accademie con l’opera Populus, un polittico di 28 dipinti e disegni su carta.
La tradizione vuole che il pioppo abbia assunto lo stesso nome del popolo per il fruscio intenso delle sue fronde mosse dal vento che ricordano il brusio della folla; così scrive Di Raco nel catalogo della mostra a cura di Vittorio Sgarbi: “[…] nell’opera di Elisa Bertaglia prevale, nell’insieme, la percezione straniante di uno sguardo adolescenziale, che osserva donne, bambini, radici sospese, animali, trattenendoli in una condizione pacatamente rassegnata di insicurezza e di attesa” (Lo stato dell’Arte. State of the Arts. Accademie di Belle Arti, a cura di Vittorio Sgarbi, SKIRA Edizioni. 2011).
Profunde è quindi una nuova visione, il lago delle favole, immagini fantastiche create ricordando un mondo onirico e rovesciato.
Le macchie di carboncino steso in polvere, danno vita a surrealistiche campiture di colore da cui emergono rocce allungate.
Accanto ai bambini, i fenicotteri o gli aironi sono il suo alter ego.
Questi uccelli, presenti in gran numero nella zona del delta del Po, nella sua terra e nella sua memoria, sono la manifestazione dell’inconscio dell’artista, figure che rimandano alla parte più primitiva, istintiva e “profonda” delle nostre emozioni.

Claudia Bottini

Dettagli

Inizio:
domenica 14 settembre 2014
Fine:
lunedì 8 dicembre 2014
Categoria Evento:

Luogo

MARCO HAIR PASSION
Via Roma, 212
Castiglione del Lago, 06061 Italia
+ Google Maps
Telefono:
075 953936
Sito web:
www.marcohairpassion.it