Metti in evidenza il tuo Evento!
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Francesco De Matteis 1852-1917 – Mostra retrospettiva

venerdì 13 Maggio 2022 - martedì 13 Settembre 2022

Francesco De Matteis 1852-1917 - Mostra retrospettiva

sede: MUST Museo Storico della Città di Lecce (Lecce).
cura: Claudia Branca, Massimo Guastella.

La retrospettiva su Francesco De Matteis, del tutto inedita e dalla critica specializzata attesa come “doverosa” per questo figlio del Salento ma napoletano d’adozione che nel capoluogo partenopeo aveva raggiunto gran fama, presenta per la prima volta insieme cinquantadue opere plastiche e un paio di disegni.

Il progetto espositivo si muove sul doppio binario della divulgazione per l’ampio pubblico, a cui si riferisce in particolare l’allestimento a corredo, ordinato dalla direttrice del MUST Claudia Branca, e dell’occasione di ricerca e riordino della biografia e della produzione artistica, che con analisi filologica e adeguata selezione di opere ha portato avanti il gruppo di studiosi coordinati da Massimo Guastella, con gli specialisti del settore come Isabella Valente, Federica Coi, Lia De Venere, Diego Esposito e alcune giovani ricercatrici dell’ateneo salentino.

Nel percorso espositivo, si possono ammirare e mettere a confronto sculture di piccolo formato, cosiddette “da camera”, sia in terracotta che quelle tradotte nel bronzo: singole figure o gruppi che, a partire dalla banda di scugnizzi intitolata “Ritorno a Piedigrotta”, soggetto tra i suoi più celebrati in numerose versioni compositive, a partire da quella che De Matteis donò nel 1899 al museo civico di Lecce, ritraggono, con freschezza esecutiva e piacevole sguardo sulla quotidianità, personaggi della scena popolare napoletana di fine Ottocento e primi Novecento, “tanto simpatica, tanto vera, tanto umana”, per usare le parole scritte nel 1888 dal critico napoletano Ferdinando Russo.

Le sale, anziché in ordine cronologico, sono organizzate per temi, a partire da quella dedicata alla musica con Piedigrotta, festival della canzone partenopea, e gruppi di musicanti, e poi le vetrine con i mestieri, i contesti bucolici, il clima art nouveau, le “Luciane” portatrici di acquee sulfuree, la maternità; accanto ai lavori plastici sono proposte in riproduzione una selezione di documenti riguardanti le corrispondenze tra De Matteis e l’amministrazione civica leccese, in particolare dedicate all’erezione del perduto Monumento a Gioacchino Toma, di piazzetta Falconieri a Lecce, e alcune significative frasi tratte dai primi testi critici riguardanti l’artista, cominciando dalla recensione di Ferdinando Russo e sino a Enrico Giannelli (l’autore delle biografie artistiche “Artisti napoletani viventi”, 1916) e Carlo Siviero, che ne tratteggiò un vivo ricordo.

Organizzata dal museo civico in collaborazione con il Laboratorio Territorio, Arti Visive e Storia dell’arte Contemporanea (TASC) del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento.
A corredo della mostra, il catalogo a cura di Massimo Guastella, per i tipi della Società Editrice Leccese.

Dettagli

Inizio:
venerdì 13 Maggio 2022
Fine:
martedì 13 Settembre 2022
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , ,

Luogo

MUST MUSEO STORICO DELLA CITTÀ DI LECCE
via degli Ammirati, 11
Lecce, 73100 Italia
+ Google Maps
Telefono:
0832 241067
Visualizza il sito del Luogo