Emergenza sanitaria
 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Gianni Carrea. Energia e domande

sabato 12 Dicembre 2015 - domenica 17 Gennaio 2016

Il Museo di Sant’Agostino di Genova presenta la mostra d’arte “Energia e domande”. Una significativa personale che vuole esposte 60 opere pittoriche di Gianni Carrea, scelte fra quelle dipinte tra il 1977 ed il 2015.

“Quando osservo le opere di Carrea – spiega Adelmo Taddei, conservatore del museo – percepisco immediatamente una forza esplosiva che colpisce e rischia di travolgere.
Da questo rischio salva il pudore trattenuto dell’artista, il suo approccio sempre e comunque rispettoso del soggetto, umano o animale che sia. Il tempo affettuoso ed amorevole che egli dedica ad ogni singola composizione lascia trasparire il tempo della riflessione, dell’interiorizzazione dell’immagine”.
Gianfranco Bruno così recensisce i dipinti del pittore genovese: “È difficile, se non impossibile, scandire i tempi dell’evoluzione del linguaggio di Carrea anche se vi sono state mutazioni intese a rafforzare la qualità emozionale comunicativa della sua immagine, che ha mantenuto sostanzialmente la sua singolare identità.
Carrea nel tempo ha arricchito i soggetti, allargando la sua interpretazione dell’habitat africano alle figure dei nativi, che già aveva affrontato, ma senza giungere all’approfondimento psicologico di una tipologia umana che in tempi più recenti ha raggiunto”.
L’artista ha dipinto complessivamente oltre 2000 opere da ricondursi a due differenti fasi artistiche.
Alla prima che va dal 1968 al 1974 ne segue una seconda, precisamente il quarantennio 1975-2015, periodo nel quale diviene importante l’acuta analisi del compianto Germano Beringheli, stimato critico e storico d’arte che così osservava: “Ho avuto occasione di segnalare ripetutamente la consistenza dell’opera di Gianni Carrea determinata da una questione di fondo ideologica: la messa in parentesi di una storia, la nostra, divenuta “innaturale” dal momento in cui la ratio tecnologica l’ha coinvolta”.
Un lungo viaggio dunque, impregnato di una dinamica trasformazione.
“Ha voluto prendere con sé gli elementi significativi dell’ambiente per testimoniarne un profondo amore maturato negli anni, pennellata dopo pennellata”, afferma Stefano Bigazzi, critico d’arte, scrittore e giornalista esprimendosi proprio in merito all’evoluzione artistica di Carrea.
“La svolta è recente, e comporta una sensibile mutazione della visione e di conseguenza della realizzazione pittorica, senza alcun rigetto del bagaglio acquisito, si nota anzi una ulteriore meditazione sui soggetti che costituiscono l’irrinunciabile repertorio mediante il quale costruire una poetica fantastica, ed ecco che animali e persone, persone e animali trasfigurano e mostrano nuovi punti di vista, nuovi colori, nuova luce in una costante adesione alla pittura – tratto distintivo dell’artista – con citazioni misurate e appropriate alla pop art, all’informale, all’astrattismo.
Il risultato è una pittura di luce, un trionfo di colore, negli accostamenti inusuali ma di facile lettura”.

Dettagli

Inizio:
sabato 12 Dicembre 2015
Fine:
domenica 17 Gennaio 2016
Categoria Evento:
View Event Website

Luogo

MUSEO DI SANT’AGOSTINO
piazza di Sarzano, 35
Genova, 16128 Italia
+ Google Maps
Telefono:
010 2511263
View Venue Website