Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Giovanni Sesia. Pochi millimetri

giovedì 18 ottobre 2018 - domenica 11 novembre 2018

Giovanni Sesia. Pochi millimetri

sede: Fabbrica Eos (Milano).
cura: Simona Bartolena.

L’esposizione, curata da Simona Bartolena, presenta le recenti opere pittoriche di Giovanni Sesia, frutto di una ricerca costante che l’artista porta avanti da anni nella quale si intrecciano e dialogano le tematiche della memoria, del passato, della follia, del ritratto.

Pochi millimetri, 35, sono quelli della pellicola cinematografica che ha trasformato in dive le attrici del cinema hollywoodiano, i cui volti truccati e gli sguardi languidi ritroviamo nelle opere di Sesia.
Solo 2 mm è lo spessore delle lastre usate nei manicomi per “catalogare” le pazienti; i loro visi segnati sono rimasti a lungo stipati negli archivi fotografici insieme alla loro storia, fino a quando l’artista le ha riscattate attraverso le sue opere.
Più sottile ancora può essere un confine, come quello che separa l’ anonimato dalla fama, il sogno dalla realtà, la normalità dalla follia, la verità dall’immaginazione.
Attraverso queste nuove opere ci invita a riflettere in particolare sui confini della bellezza: “Seguendo il filo della ricerca che sta conducendo da anni, Giovanni Sesia approda a un progetto che ci obbliga a riflettere sulla bellezza, per riconsiderarne i canoni. In questa sua nuova serie, Sesia accosta, in una suggestiva sequenza, i volti di notissime dive del passato più glorioso di Hollywood ai visi femminili raccolti negli archivi dei manicomi. Da una parte la bellezza ideale, irraggiungibile ma a noi assai famigliare, delle icone dello star system, dall’altra il fascino irregolare, segnato dal dolore e dalle difficoltà della vita, delle donne recluse [… ]. Sesia destabilizza l’immaginario comune e ci induce a riflettere, sul vero senso di ciò che noi chiamiamo bellezza. ”

Giovanni Sesia nasce a Magenta (Milano), nel 1955. Dopo aver frequentato l’Accademia di Brera a Milano inizia a realizzare dipinti caratterizzati dall’accentuato cromatismo e dal segno forte. In seguito la sua pittura si sviluppa sulla ricerca tonale e sul contrasto tra luci e ombre lavorando tra astratto gestuale e suggestioni figurative. E’ in questo periodo che si avvicina alla fotografia quale mezzo tecnico da affiancare all’espressività pittorica. L’artista riesce a raggiungere un perfetto equilibrio fra i due linguaggi espressivi, senza farne prevalere l’uno sull’altro e in modo che l’uno aiuti l’altro a superare il proprio limite. La svolta è alla fine degli anni ’90 quando viene in possesso di un vecchio archivio fotografico di un ospedale psichiatrico in abbandono. Le immagini scelte da Sesia evocano la storia e la memoria e questa tendenza lo ha portato a privilegiare sempre più volti, luoghi e oggetti. La fotografia diviene per l’artista un pretesto su cui si innesca tutto il suo istinto e la sua ricerca artistica e l’equilibrio che l’opera trasmette è dato dalle pennellate e dalla grafia, segni che creano una sinergia tra spazi pieni e vuoti, ma in perfetta combinazione tra loro. Dalle antiche lastre trovate nei manicomi, alle vecchie immagini rinvenute, agli scatti da lui eseguiti, i soggetti scelti appaiono al tempo stesso lontani e familiari ed hanno la forza di penetrare nell’anima e di chiedere di non essere dimenticati. Sesia li riscatta dall’oblio e li offre a colui che li guarda con rispettoso amore. I soggetti, scelti con estrema cura e passione, sono antichi ed atavici ed il solco in cui Sesia si muove è inevitabilmente intriso di tradizione. Utilizza abilmente i colori caldi della terra, i bruni, l’ocra e poi la ruggine per porre l’accento sull’umanità dei suoi soggetti. Sostenuto dalla critica e dal pubblico, questo artista si sta imponendo sempre più sulla scena nazionale ed internazionale. Ha tenuto numerose mostre personali in Italia e all’estero.

Inaugurazione: giovedì 18 ottobre 2018, ore 18:30

Dettagli

Inizio:
giovedì 18 ottobre 2018
Fine:
domenica 11 novembre 2018
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,

Luogo

FABBRICA EOS ARTE CONTEMPORANEA
Piazzale Baiamonti, 2
Milano, 20154 Italia
+ Google Maps
Telefono:
02 6596532
Sito web:
www.fabbricaeos.it