Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Giuditta R. Phenomena

sabato 22 Dicembre 2018 - domenica 13 Gennaio 2019

Giuditta R. Phenomena

sede: Cocco Arte Contemporanea (Messina).
cura: Laura Faranda, Mosè Previti.

La mostra è una selezione di 22 lavori della produzione recente dell’artista Giuditta R (Messina, 1984), molti dei quali mai esposti in Italia.
“Phenomena” è un galleria incredibile di ritratti a matita, realizzati con un disegno espressivo e abilissimo, dalla micidiale profondità psicologica, immerso un immaginario ironico e sarcastico dal retro gusto glamour.
La mostra sbarca a Messina dopo la tappa alla galleria d’arte Noox Escandòn di Città del Messico confermando la parabola eccellente del percorso artistico di Giuditta.
L’artista ha esposto in numerosi paesi europei, ha vinto premi e collaborato con artisti, ha fondato e ora dirige una residenza d’arte.
I suoi disegni sono presenti in collezioni pubbliche e private in Europa e in America.

“In atmosfere sospese fra le migliori soundtracks di film horror e il suono elettronico di band sulla scia dei Daft Punk, il suo desiderio di impressionare, stupire, è un viaggio nel suo inconscio tra fantasmi di ieri e di oggi che lei schernisce. Un viaggio che sembra rivelarsi come un edificio dismesso, rispetto alla sua funzione originaria e di evidente suggestione, che emette un grido di protesta e di ricerca, ma anche di attenzione, valorizzazione, speranza. Un grido che è desiderio di evoluzione e evoluzioni, ancora una volta di “fenomeni”. Un grido che pare racchiudersi tutto nello “sbrilluccichio” (quasi sempre unico elemento di colore) appena accennato su scarpette da bambina, fiocchi o papillon e nella farfalla, elementi onnipresenti nelle opere di Giuditta”.
Laura Faranda, dal catalogo della mostra

“Tagliatrice di teste di successo, imperscrutabile, con una testa bambola di donna e una vera di uomo. Fuori dal tempo storico, l’artista lavora al suo teatro di pupi e pupette, dove lo spettatore arriva come un ospite da mettere alla prova, da interrogare, da incastrare di fronte a uno spettacolo di spietata umanità. La sua satira intrigante e il grottesco sembrano fantastici, irreali, e non ci viene affatto in mente che potrebbero parlare di noi, del nostro essere bambini coi denti rotti, schiantati nell’attimo dello specchio, nello sguardo dell’altro e in quello dell’artista in particolare. ”
Mosè Previti, dal catalogo della mostra.

“Mi piace impressionare il pubblico, l’arte non deve lasciare indifferenti. Il potere dell’immagine è forte e l’artista lo può usare per colpire. Voglio fare riflettere sulle parti di noi che sono rimaste infantili e sul genere sessuale su cui gioco molto”.
(Giuditta R)

Nata a Messina nel 1984, sin da piccola Giuditta vive a stretto contatto con la creatività poichè i genitori sono entrambi artisti. Giuditta inizia a sentirsi a proprio agio con il medium delle matite sin da bambina, spendendo molte ore al giorno disegnando. Riprende la tecnica della grafite su cartoncino nel 2008 con linizio di una nuova produzione artistica. Una lunga serie di disegni alla quale l’artista lavora tutt’oggi. Alla fine del 2008 completa il corso di laurea e di specializzazione col massimo dei voti presso l’Accademia di Belle Arti di Catania. Poco prima della laurea, l’artista consegue un breve corso di studi a Copenaghen, con sviluppo di un progetto d’arte virtuale. Giuditta inizia la sua carriera artistica mostrando con successo le sue opere in varie gallerie, musei e centri di arte contemporanea internazionali: Danimarca, Germania, Italia, Francia, Lituania, Spagna, America, Messico, Austria, Ungheria, Inghilterra, ecc. E le sue opere sono in varie collezioni sia private che pubbliche. Nel 2013 Giuditta apre una nuova attività nella sua città natale, assumendo il ruolo di direttrice di una residenza per artisti, di nome Villa R. La piattaforma internazionale offre alle persone di tutti i campi artistici la possibilità di creare nuovi progetti a contatto con la natura e un esclusivo paesaggio. Nel 2016 l’artista inizia una collaborazione nel campo della moda con un designer di Tokyo, che utilizza le sue opere per decorare capi di abbigliamento in una collezione Nel 2018 Giuditta riceve il suo primo Premio alla carriera presso il Castello dei Principi Gallego di Sant’Agata Militello, Italia. Nello stesso anno l’artista attende una residenza in Yucatàn RSDNART Noox Kankabal, che si conclude con una mostra collettiva e un discorso nella Hacienda Kankabal, in Messico, e subito dopo con una grande mostra personale a Noox Escandòn, a Città del Messico. Giuditta è rappresentata dalla Galleria Oxholm a Copenhagen e dalla Galleria Heike Arndt a Berlino e Kettinge (Danimarca). Attualmente vive e lavora a Berlino.

Laura Faranda è una critica e curatrice di arte contemporanea. Presto dirige il suo percorso formativo verso l’arte, in ogni suo riflesso: dalla tradizione medievale alle espressioni di avanguardia, seppure inizialmente con una visione umanistica più ampia. Diviene, così, anche Dottore di Ricerca in Geografia Umana e Culturale, attenta alla interazione fra Arte e Territorio e fra questo ultimo ed i fenomeni antropologici-culturali che si ineriscono in sesso. Nel tempo, fa suo focus di indagine l’arte contemporanea, approfondendola nelle sue varie inclinazioni ed interazioni con l’uomo ed il luogo. Definisce la sua formazione con un master in “Curatore Museale e di Eventi”, presso IED-Roma. Ha collaborato, per la critica e la curatela, a diverse mostre e ad eventi artistico-culturali, pure creandoli e promuovendoli lei stessa. Ha partecipato alla stesura di alcuni cataloghi critici, curato il testo critico di esposizioni e scritto per blog professionali di Settore e testate di Arte e Cultura.

Mosè Previti è uno storico, critico d’arte e artista. Laureato in Storia dell’arte presso La Sapienza di Roma, ha curato numeroso mostre e cataloghi per artisti e organizzazioni pubbliche e private, ha scritto articoli e monografie, presentato libri, tenuto lezioni e seminari sull’arte e la fotografia. Inoltre ha curato rassegne culturali, festival e concerti. Nel 2018 ha collaborato con la fondazione olandese Dyne.org per il workshop internazionale “Trasformatorio”, ed è stato artista ospite di Hangar a Barcelona per il progetto europeo “Iterations”. A Messina ha curato le mostre del progetto “Le Scalinate dell’Arte”, con Zoncammarata e l’associazione Lalleru si è occupato del processo di valorizzazione dell’eredità artistica di Giovanni Cammarata, e oggi collabora, in qualità di curatore d’arte, con le attività culturali del gruppo MutualPass. Il suo progetto di video arte “Adesso Premium” ha partecipato alla mostra “Then and now” della “The Exchange Gallery” di Bloomsburg in Pennysilvania. Ha scritto per il teatro, è bassista e paroliere del gruppo Big Mimma.

Dettagli

Inizio:
sabato 22 Dicembre 2018
Fine:
domenica 13 Gennaio 2019
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , ,

Luogo

COCCO ARTE CONTEMPORANEA
Via Francesco Todaro, 22
Messina, 98123 Italia
+ Google Maps
Telefono:
349 8150444