Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Hic et Nunc – Here and now, una serata di videoproiezioni

mercoledì 24 ottobre 2018 @ 18:30

Hic et Nunc - Here and now, una serata di videoproiezioni

sede: Field Projects Gallery (New York).
cura: Maurizio Marco Tozzi.

Sette videomakers risvegliano attraverso le loro opere la necessità di un cambiamento essenziale che deve partire dal profondo di noi stessi ed evolversi verso l’esterno alla ricerca di un ruolo da svolgere nella nostra attuale società.

La serata vedrà la proiezione delle opere di Angelica Bergamini, Sofia Bersanelli, Rachel Frank, Hope Ginsburg, Erika Lynne Hanson, Eleonora Manca, Alberta Pellacani. Le opere sollevano delle domande immancabili che nascono dalla nostra coscienza e che le artiste rivolgono sia a se stesse che agli spettatori. Tutto ciò si riflette in ognuno di noi in modo diverso dovendo superare le difficoltà di definire il proprio sé, di creare una nuova immagine, di navigare l’esistenza, al fine di raggiungere una più profonda ricerca.
Un’introspezione che rivela un cammino di cambiamento in cui a volte prima di guardare avanti dobbiamo immergerci all’interno del nostro cuore, in una cosciente energia che ricolloca il nostro io nell’ambiente esterno, concentrandosi sulla distonia / armonia costante tra la natura e il genere umano. Hic et Nunc è un viaggio profondo e personale che invita a riscoprire noi stessi attraverso un’analisi del mondo che condividiamo e su come possiamo contribuire a riportarlo sul giusto corso.

Angelica Bergamini
Ha studiato pittura all’Accademia di belle Arti di Firenze e alla Facoltà di Belle Arti di Granada. Vincitrice di una borsa di studio presso il dipartimento di Audiovisivi del Centro de Arte Reina Sofia di Madrid, successivamente si dedica all’approfondimento di tematiche legate alla simbologia e alla filosofia del colore. La sua ricerca artistica esplora l’esperienza e la forza simbolica del colore, in relazione alle emozioni umane e agli elementi e forme della natura, usando differenti media: dalla pittura e la fotografia ai paper cut out, dal video e la scultura all’installazione. I suoi lavori sono stati esposti e fanno parte di collezioni private in Usa, Europa, Israele e Cina. Dal 2006 vive e lavora a Brooklyn, NY.

Sofia Bersanelli
La giovane artista italiana Sofia Bersanelli ha frequentato la School of Visual Arts di New York e attualmente studia all’Accademia di Brera. La maggior parte delle sue opere sono sperimentali e supportate da un complesso background filosofico. Il suo interesse per la letteratura ha portato il suo linguaggio in una dimensione poetica. Crede che la composizione di ritmo, suono e immagine sia in grado di portare alla superficie esperienze perse ma strutturali. Sofia è interessata a nuovi materiali e nuove scoperte scientifiche: li considera una profonda fonte di immaginazione. Ha partecipato alla mostra Codice Italia Academy a cura di Vincenzo Trione a Palazzo Grimani, durante la Biennale di Venezia 2015. Ha esposto le sue opere in diverse gallerie per la maggior parte curate da Omar Galliani. Collabora con Artslife in cui possiede un blog.

Rachel Frank
Originaria del Kentucky, Rachel Frank ha ricevuto il suo BFA dal Kansas City Art Institute e il suo MAE presso l’Università della Pennsylvania. Ha ricevuto sovvenzioni dalla Fondazione Pollock – Krasner, dalla Fondazione Elizabeth Greenshields, dalla Fondazione Puffin e dall’Archivio Franklin Furnace. Ha frequentato residenze a Yaddo, Marie Walsh Sharpe, al Museo delle Arti e del Design, alla riserva nazionale di Innoko in Alaska e alla Scuola di pittura e scultura di Skowhegan. I suoi lavori sono stati mostrati in Here, Socrates Sculpture Park e The Bushwick Starr a New York, e al Watermill Center in collaborazione con Robert Wilson. Le mostre personali includono la Spring / Break Art Show e Thomas Hunter Projects presso Hunter College – entrambi a New York City nel 2017 – e Standard Space a Sharon, CT nel 2018. Ha una residenza 2018 al MOCA di Tucson, AZ. Ha sede a Brooklyn, NY.

Hope Ginsburg
In ciascuno dei suoi progetti a lungo termine Hope Ginsburg costruisce comunità attorno all’apprendimento. Il suo lavoro è a sua volta collaborativo, cooperativo e partecipativo. Le opere sono realizzate con colleghi, studenti, scienziati e membri del pubblico. Ginsburg ha esposto a livello nazionale e internazionale in luoghi come il MoMA PS1, Mass MoCA, Wexner Center for the Arts, Kunst – Werke Berlin, Contemporary Art Center Vilnius, Baltimore Museum of Art and SculptureCenter. Ha ricevuto due borse di studio presso il Virginia Museum of Fine Arts. Ginsburg ha partecipato al Rauschenberg Residency, il programma Film / Video Studio presso il Wexner Center for the Arts e Skowhegan. Il suo lavoro è stato recensito in pubblicazioni come Artforum, Hyperallergic e The New York Times. Ginsburg è attualmente in esposizione alla mostra inaugurale dell’Istituto di Arte Contemporanea di VCU a Richmond, in Virginia, che insieme alla Richmond Symphony ha commissionato un nuovo lavoro per l’estate 2018.

Erika Lynne Hanson
Artista, ricercatrice e educatrice interdisciplinare il cui lavoro è radicato nelle pratiche tessili. Attualmente è professore associato di fibre / pratiche socialmente impegnate presso l’Arizona State University. Il suo lavoro è stato esposto in spazi che vanno da Form + Concept a Santa Fe, a Field Projects a New York, al Tucson Museum of Art. Le residenze recenti in Islanda, Alaska e Utah supportano direttamente progetti in corso che propongono dialoghi con il paesaggio.

Eleonora Manca
Artista visiva, videoartista, videoperformer, fotografa. Utilizza vari media (principalmente fotografia e video) al fine di creare percorsi comunicativi mediante installazioni e micro – narrazioni, spesso attraverso la compenetrazione tra immagine e parola. Il suo lavoro ruota attorno i temi della metamorfosi e della memoria del corpo. Ha esposto in numerosi festival, collettive e personali in Italia e all’estero. Vive e lavora a Torino.

Alberta Pellacani
Nata a Carpi (MO), città in cui tuttora vive e lavora. Si è laureata alla Accademia di belle Arti “Clementina” di Bologna e successivamente al DAMS, sempre a Bologna, dedicandosi principalmente alle tecniche materiche tradizionali e industriali. Dagli anni novanta indirizza la propria ricerca all’umano e alla natura in senso lato, sconfinando in vari linguaggi, dalla fotografia al video, dal disegno all’installazione, dall’arte pubblica partecipata al documentario, alla ricerca di una visione che legittimi l’incontro con una nuova conoscenza.

Video in programma:
Angelica Bergamini – Will you fight or will you dance, 2012, 6’49
Sofia Bersanelli – Sotto il portico, 2015, 5’35
Rachel Frank – Rewilding Platte Clove, 2014, 4’51
Hope Ginsburg – Land Dive Team: Bay of Fundy, 2016, 7’08
Erika Lynne Hanson – Selenite Dunes (It Keeps Moving, But We Are Here), 2016, 5’15
Eleonora Manca – Vedersi visti (da qui, sottrai), 2018, 2’28
Alberta Pellacani – Walk on water, 2016, 3’22