Emergenza sanitaria
 

Metti in evidenza il tuo Evento!
 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Il mondo dell’immagine e la Cancel Culture. Un dibattito a più voci

martedì 25 Maggio 2021 @ 11:00

Il mondo dell’immagine e la Cancel Culture. Un dibattito a più voci

sede: Studio Cenacchi (Online).

A margine della mostra “From London to free Derry di Gian Butturini“, ospitata dalla galleria d’arte Studio Cenacchi di Bologna (aprile – maggio 2021), viene organizzato un evento online per approfondire – con i giornalisti che vorranno intervenire – il tema, di stretta attualità, della cancel culture in relazione al mondo delle immagini e dell’arte.

L’evento sarà inoltre visibile per tutti in diretta sui canalI Facebook e YouTube di Studio Cenacchi. Il dibattito, avrà come spunto di partenza uno tra i più significativi esempi di cancel culture nel mondo della fotografia degli ultimi anni: la polemica e il successivo ritiro dal commercio della ristampa del libro London by Gian Butturini del 1969 (Damiani, 2017).
Il libro è stato Infatti, di recente, interpretato da una giovane afro-britannica, come palesemente razzista a causa di una doppia immagine in cui appare una donna di colore che vende biglietti, chiusa in un gabbiotto, e un gorilla dello zoo di Londra. Tale accostamento, per evitare fraintendimenti, venne esplicitamente spiegato dallo stesso Gian Butturini nell’introduzione del libro:

“Ho fotografato una donna nera, chiusa in una gabbia trasparente; vendeva biglietti per la metropolitana: una prigioniera indifferente, un’isola immobile, fuori dal tempo nel mezzo delle onde dell’umanità che le scorreva accanto e si mescolava e si separava attorno alla sua prigione di ghiaccio e solitudine [… ] Ho fotografato il gorilla di Regent Park, che riceve con dignità imperiale sul muso aggrondato le facezie e le scorze lanciategli dai suoi nipoti in cravatta”
La scelta dell’autore di accostare tali due immagini costituisce quindi un’aspra denuncia di ogni segregazione.
Ciò nonostante, due anni fa è esplosa in Inghilterra una violenta campagna social e mediatica contro Gian Butturini e Martin Parr, “reo” di aver promosso la ristampa del libro e scritto il testo introduttivo. Campagna che porterà Martin Parr a dimettersi dalla direzione del Bristol Photo Festival e a chiedere il ritiro del libro.
Martin Parr parteciperà all’incontro, tornando a parlare di queste tematiche per la prima volta da allora.

Altre occasioni di riflessione e dibattito verranno offerte da alcuni libri pubblicati recentemente dagli altri ospiti:
Interverranno infatti, oltre a Martin Parr (gli interventi del quale verranno tradotti in simultanea):
Matteo Bergamini (Giornalista, curatore d’arte, Direttore responsabile di Exibart. Autore del recentissimo L’involuzione del pensiero libero – arte e giornalismo all’epoca del non detto, Postmedia Books, 2021. “Come, allora, poter ricostruire pensiero, poesia e, allo stesso tempo, un’attitudine libera alla vita e al mondo nell’epoca della paura e di una nuova censura in nome di un “pensiero giusto” che è – antidemocraticamente – anche l’unico che viene offerto dalle bocche dei media sempre più agguerriti”)
Marta e Tiziano Butturini (Associazione Gian Butturini)
Giuseppe Culicchia (Scrittore, autore di E finsero felici e contenti – dizionario delle nostre ipocrisie, Feltrinelli, 2020. “Un dizionario allegro e feroce delle finzioni grottesche e politicamente corrette della nostra epoca”)
Denis Curti (Direttore artistico della Casa dei Tre Oci di Venezia, del Festival di Fotografia di Capri e del SI Fest di Savignano. Autore di Capire la fotografia contemporanea, Marsilio, 2020. “Un resoconto storico su ciò che è stata la fotografia fino ad oggi, e una prova di immaginazione su quali potranno essere le strade che prenderà in futuro grazie alle potenzialità offerte dal digitale”)
Gigliola Foschi (Curatrice, membro del board di Milan Image Art Fair, curatrice della mostra di Gian Butturini From London to free Derry, presso Studio Cenacchi)
Federico Montaldo (Avvocato e critico fotografico, autore di Manuale di sopravvivenza per fotografi – diritti, obblighi, privacy, emuse, 2019. “Questo manuale vi aiuta a comprendere cosa e come potete (o non) liberamente fotografare,  quali sono le regole sul ritratto fotografico, quale uso potete legittimamente farne,  quali sono i vostri diritti e quali gli obblighi da rispettare e come è consigliato attrezzarsi per evitare brutte sorprese”)
Modera l’incontro: Jacopo Cenacchi (Titolare Studio Cenacchi Arte Contemporanea)

Luogo

STUDIO CENACCHI
Via Santo Stefano 63
Bologna, 40125 Italia
Telefono:
051 265517
Visualizza il sito del Luogo