Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Luca Pignatelli. Off Paper

venerdì 30 maggio 2014 - sabato 27 settembre 2014

L’esposizione presenta, per la prima volta, un’ampia selezione di opere su carta.
La carta impressiona le visioni di Luca Pignatelli, conseguite inseguendo tracce disposte nei cassetti della memoria, individuate indagando nelle frequenze dello spazio tempo, sintonizzate nella ciclicità degli eventi della contemporaneità occidentale. Il mondo disegnato da Luca Pignatelli è un condensato di realtà e mitologia.
I soggetti sono città bloccate nell’istante di un’intuizione percorsa da treni fermi in attesa di partire da stazioni misteriose, diventate architetture prima ancora dell’invenzione della ferrovia, costruite sulle carte disegnate da Primaticcio, Serlio, D’Orbay, Mansard, ambientate in sfondi che delineano profili di possibili nature arboree, astratte, zoomorfe.
La rassegna, che giunge a 15 anni dall’ultima personale milanese di Pignatelli, propone carte di misure differenti e alternano formati molto ridotti ad altri di più grandi dimensioni e due “lavagne” di 275 x 400 centimetri, realizzate sempre in carta ma che al tatto restituiscono il senso della ceratura. Dallo sfondo disegnato con il gesso, emergono labili figure amorfe e frammenti indecifrabili che invitano il pubblico a un’attenta valutazione dell’opera artistica, da meditare con calma e con i tempi riflessivi del raccoglimento.
Come afferma Michele Bonuomo, nel suo testo in catalogo, “Nei segni e nei disegni di Pignatelli ci sarà sempre un frammento vitale e luminoso che, scampato anch’esso alla distruzione, sarà principio di un’altra ossessione”.
Questa esposizione segna il passaggio dalle grandi tele, intrise di una vocazione popolare colta, a una dimensione più intimista. Vedere questi lavori di carta è svelare segreti del backstage celato dietro la sua arte, fatta di cortine, tagli, strappi, macchie, intrusioni di materiali diversi. Tolto il velo al corpo con cui si presenta l’impianto classico della comunicazione artistica incentrata sulla monumentalità, è possibile apprezzare il fervore del fare artistico e delle riflessioni che sondano l’universo delle idee oltre l’interpretazione simbolica del mito.
“Su brandelli minimi di carta o su superfici di grandi dimensioni – scrive ancora Michele Bonuomo -, caratterizzati da un’intriseca qualità espressiva dovuta al fatto che spesso sono materiali trovati e non sempre destinati allo scopo, Pignatelli dà forma e ordine ad un caos apparente, ma che già tutto contiene in sé: la memoria del passato, i segni del presente, le attese del futuro”.
Accompagna la mostra un catalogo M77 con un saggio critico di Michele Bonuomo.

Dettagli

Inizio:
venerdì 30 maggio 2014
Fine:
sabato 27 settembre 2014
Categoria Evento:

Luogo

M77 GALLERY
via Mecenate, 77
Milano, 20138 Italia
+ Google Maps
Telefono:
02 84571243
Sito web:
www.m77gallery.com