Altre Ecologie - Quando l'Arte protegge il Pianeta

Metti in evidenza il tuo Evento!

altri risultati...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Margherita Raso. Vizio di forma

mercoledì 21 Settembre 2022 - sabato 22 Ottobre 2022

Margherita Raso. Vizio di forma

sede: Istituto Italiano di Cultura (New York, Stati Uniti).
cura: Chiara Mannarino .

La pratica artistica di Margherita Raso abbraccia una varietà di medium, dalla scultura all’installazione site-specific, ed ha un focus sui materiali. Vizio di forma si compone di tre gruppi di opere scultoree, che si cimentano con linguaggi, forme e stili diversi e che, nell’insieme, racchiudono la pratica dell’artista fino ad oggi. I lavori nella quasi totalità sono stati prodotti per la mostra e sono tutti inediti. Nel complesso, la mostra di Margherita Raso è un commento puntuale sui modi in cui materia, precarietà e degrado dominano il nostro mondo contemporaneo.

Hoarders (2020-2022) è una serie di trenta urne modellate seguendo specifiche limitazioni dovute sia dalla pandemia Covid-19 che a scelte dell’artista. I parametri che Margherita Raso si è auto-imposta prevedevano di iniziare e terminare la realizzazione di ciascuna forma entro 24 ore e di lavorare con diversi tipi di argilla, precedentemente raccolti e conservati nel suo studio, fino ad esaurirli. Data la funzione specifica dell’urna, recipiente atto a conservare, e il sistematico portare a esaurimento quanto disponibile e accumulato in precedenza, il gruppo scultoreo ci parla del tempo e del lutto, mentre si differenzia nei materiali e nella tecnica. Quando si considera l’approccio di Raso unitamente all’urna come oggetto simbolico emergono concetti legati al rituale e alla memoria. La struttura metallica che accoglie le ceramiche è composta da moduli di scaffalature industriali preesistenti. Questi elementi di stoccaggio alludono al fallimento connaturato nell’accumulo e giocano sulla dinamica peculiare tra utile e inutile, incarnata nel gesto di accumulare e, in questo caso specifico, di esporre un recipiente per sua natura funzionale, come l’urna, privandolo della funzione stessa.

Nella stessa stanza sono esposti due tessuti prodotti meccanicamente su un telaio Jacquard. Questa tecnica di tessitura, storicamente, fa incontrare due industrie: tessile e informatica.

Una delle opere tessili, intitolata Pour une seule nuit (plus d’etoiles) (2022), fa riferimento a un frammento di damasco di seta, con motivo a stelle, proveniente dalle collezioni tessili della Fondazione Antonio Ratti di Como, Italia. Dal 2014 al 2016, Raso ha condotto ricerche nell’archivio tessile della Fondazione e l’incontro con questo particolare frammento ha dato vita ad un nuovo lavoro. Raso ha rimosso il tessuto dal deposito adibito alla conservazione e lo ha esposto in una teca per 24 ore, il tempo massimo in cui il pezzo poteva essere esposto alla luce a causa di esigenze conservative.

La questione della conservazione dei tessuti trova un riferimento diretto nel titolo della mostra. Vizio di forma – un termine usato in ambito conservativo per indicare la tendenza di un oggetto o di un materiale a deteriorarsi o autodistruggersi a causa delle sue caratteristiche intrinseche – riflette il continuo interesse di Raso per il delicato e tenue equilibrio tra presentazione esterna e realtà interna, efficacia e collasso, controllo e imprevedibilità. Raso affronta la questione della conservazione – nel caso di queste opere legata alla luce, all’umidità e alla temperatura – attivando l’impianto di condizionamento nello spazio della galleria per raffreddare e regolare l’ambiente, così da ottenere una conservazione ottimale come in un deposito di opere d’arte.

L’ultima scultura in mostra, “Auto Body” 2022, è un’opera in alluminio la cui texture e i cui dettagli sono il risultato di un processo di fusione tessile.

La mostra è organizzata da Magazzino Italian Art in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di New York e la Casa Italiana Zerilli-Marimò della New York University.

Immagine in evidenza
Margherita Raso, Hoarders (detail), 2022, ceramic urn, dimensions variable. Photo by Tommaso Sacconi. Courtesy Magazzino Italian Art, Cold Spring, NY.

Dettagli

Inizio:
mercoledì 21 Settembre 2022
Fine:
sabato 22 Ottobre 2022
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , ,

Luogo

ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA – NEW YORK
686 Park Avenue
New York, 10065 Stati Uniti
+ Google Maps
Visualizza il sito del Luogo