Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Maria Wasilewska. Game over #2

giovedì 2 Maggio 2019 - domenica 19 Maggio 2019

Maria Wasilewska. Game over #2

sede: Amy-D Arte Spazio (Milano).
cura: Anna d’Ambrosio.

“Ci manca memoria, conoscenza ed esperienza? […] I simboli nazionalisti, sempre più nella vita politica, nei media, su Internet, nel mio progetto, si fondono organizzando forme che non rivelano i loro prototipi e creano pozzanghere di liquido specchiante di olio motore bruciato. Il liquido tossico è un rivestimento specchiante ideale che riflette l’ambiente e noi stessi. Siamo responsabili di questo disordine politico globale o ne siamo solo vittime? L’arte ha qualche influenza sull’immaginario del mondo moderno?”

Questo è il concept del progetto espositivo “Game over #2” dell’artista polacca Maria Wasilewska, alla sua seconda personale presso AMY D Arte Spazio.
Nel 2018 Game Over è stato presentato in anteprima al Mos Gorzow Wielkoposki. La piattaforma economArt della galleria di ricerca milanese, con la partnership del Consolato Polacco di Milano, presenta così una testimonianza di una realtà complessa, quella della Polonia, attraverso opere non facili, installazione, 3d e video, che rimandano ad emblemi di un passato controverso e di un presente il cui tema principale è la collocazione della Polonia in Europa, senza il pericolo di cadere nelle trappole della rimozione e della perdita di memoria.

La scena artistica contemporanea polacca , ha contribuito in maniera incisiva a questa rinascita, grazie anche ad una riflessione critica attenta tanto al passato quanto al presente , capace di generare la consapevolezza necessaria per giungere alla costruzione di nuova identità.
Nelle opere della Wasilewska , il valore della memoria storica e delle eredità culturali costituisce il fulcro concettuale, filosofico ed estetico della sua ricerca artistica tra i codici del passato (la rilettura delle avanguardie storiche polacche e non) e l’invenzione di nuovi paradigmi visivi che esprimano tanto il presente quanto la visione di un prossimo futuro.
E’ la ricerca di un’estetica dell’arte che sia “differente”; che guarda al nuovo elaborando concettualmente il passato (e non rimuovendolo) con un’azione performativa forte e attenta di allerta sull’andamento attuale della politica del paese.
E’ dalla Polonia che nell’Europa di oggi è cominciata la marcia dei populisti e dei sovranisti (ma sarebbe più semplice chiamarli nazionalisti) verso la conquista del potere.
Lo smantellamento del linguaggio di fratellanza dei popoli e degli umani, in una direzione che favorisce e teorizza invece nuovi muri e meno diritti alle minoranze di fede , di genere, di ceto.
Hanna Wrobleska, direttore del museo Zacheta di Varsavia, precisa che lo scopo dell’arte è creare spazi condivisi e simboli che nella loro astrazione sfiorano la trascendenza e quindi sono universali.
“L’astrazione ci può salvare , (ammonisce) a patto però che abbia le radici, altrimenti il passato torna sotto altre forme e in altri contesti”.

Dettagli

Inizio:
giovedì 2 Maggio 2019
Fine:
domenica 19 Maggio 2019
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , ,

Luogo

AMY-D ARTE SPAZIO
Via Lovanio, 6
Milano, 01457 Italia
+ Google Maps
Telefono:
02 654872
Sito web:
amyd.it