Emergenza sanitaria
 

Metti in evidenza il tuo Evento!
 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Mauro Campagnaro. Residere

giovedì 9 Dicembre 2021 - giovedì 6 Gennaio 2022

Mauro Campagnaro. Residere

sede: Stazione Lancetti (Milano, Online).
cura: Spazio Serra.

Le opere di Mauro Campagnaro sono la catalogazione poetica delle fasi di una ricerca. La sua intenzione è quella di raccontare la storia e lo spirito dei luoghi servendosi di oggetti, servendosi di reperti come elementi parlanti di una storia in corso, autentiche impressioni di un rapporto che perdura tra la materia e il tempo, tra lo spazio naturale e la narrazione umana. Nei frammenti e nei lavori che presenta si nota la volontà di restaurare, di ricucire e di rinsaldare un rapporto, una relazione animista con la natura, attraverso linguaggi e pratiche delle origini.

Residère: lat. rimanere, restare, sedersi, trattenersi; radice della parola resíduus: residuo. Residere indaga la presenza di territori rifugio per la diversità. Scrive Carlo Fiorini nel testo critico che accompagna la mostra: “Residere trae ispirazione dalla lezione di Gilles Clément, il giardiniere planetario, annunciata nel suo Manifesto del Terzo paesaggio, dove descrive il frammento indeciso del giardino planetario costituito dall’insieme dei luoghi abbandonati dall’uomo. Siti diversi per storia e natura, dal comune destino di abbandono, essenziali secondo Clément perché luoghi di creatività biologica fondamentali per la conservazione della diversità. I luoghi dell’abbandono diventano i residui”. Osservare questi luoghi permette di creare un inventario dell’habitat, poi degli abitanti e infine anche dei possibili modelli di mutazione che si innescano.

Scrive ancora Carlo Fiorini: “Con adeguate strategie per limitare l’influenza della sua presenza, Mauro colloca nel residuo una camera con sensori per monitorare l’habitat in flagrante mutazione e le specie che lo popolano. Produce 3.035 minuti di immagini e suoni, percorre 306 km con 30.600 m di dislivello a piedi, da luglio 2020 a settembre 2021 esegue 34 diversi monitoraggi, svelandoci così ciò che si vede dopo aver smesso di osservare”. I video che ne risultano popolano il sito Internet di Spazio Serra e compongono la catalogazione di una mutazione, manifestazione di un sistema biologico ricco di imprevisti. Questa narrazione per immagini di un sito non antropizzato, percorso da corridoi ecologici, entra in dialogo e in contrasto con Spazio Serra, un luogo perfettamente inserito nel contesto metropolitano, dove i tragitti e gli spostamenti sono organizzati e ripetitivi.

Mauro Campagnaro (Bassano del Grappa, 1977) Consegue il diploma di Maestro d’Arte applicata in grafica e fotografia presso l’Istituto statale d’arte Michele Fanoli; attualmente è iscritto al corso di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Partecipa al programma di residenze artistiche OAK Organic Art Kernel (Rufina, Firenze), espone al Cercle des Artistes di Saint Paul de Vence in Francia e si reca per un breve soggiorno in Finlandia meridionale presso il Centro d’Arte Taidekeskus Antares. A ottobre 2018 presenta l’installazione (Preludio) Luce d’ombra all’interno di Grande Guerra: uno sguardo obliquo presso il Museo etnografico di Valstagna. Con il collettivo DAMP si aggiudica la vittoria al contest Show and Tell di Arte Padova 2017. Espone alla X edizione di Segrete Tracce di Memoria per il progetto Peace Project (Palazzo Ducale-Genova).

Dettagli

Inizio:
giovedì 9 Dicembre 2021
Fine:
giovedì 6 Gennaio 2022
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, , , , , , ,

Luogo

STAZIONE LANCETTI
Stazione di Milano Lancetti
Milano, 20158 Italia
+ Google Maps