Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Open Tour 2019. l’Accademia di Belle Arti si mostra

lunedì 17 Giugno 2019 - sabato 22 Giugno 2019

Open Tour 2019. l'Accademia di Belle Arti si mostra

sede: Varie Sedi (Bologna).

Le spettacolari installazioni e le opere di Andrea Galvani e Andrea Nacciarriti in esposizione all’Opificio Golinelli, nell’ambito della mostra EX3. Una “Notte delle gallerie” che vedrà i lavori degli studenti dell’Accademia di Belle Arti uscire dalle aule e proporsi al pubblico in 18 spazi espositivi bolognesi, insieme al ritorno di Art Up – Premio della Critica e dei Collezionisti dedicato ai giovani artisti. Un’inedita messa in scena della settecentesca “Opera del mendicante” di John Gay, un classico del musical teatrale. E poi conferenze, film, performance, visite guidate, due serate di Art Fest con apertura notturna…

Tutto questo e altro ancora accadrà durante Open Tour 2019: per la quinta volta l’Accademia di Belle Arti di Bologna torna a invitare la città a una vera e propria festa dell’arte lunga una settimana, con decine di appuntamenti dal 17 al 22 giugno, nella sede di via delle Belle Arti 54 e in giro per gli spazi cittadini.
Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

CALENDARIO EVENTI

LUNEDÌ 17 GIUGNO 2019

Ore 17, Museo Civico Medievale, via Manzoni 4
Esercizi di Stile 5. Ready-maybe.
Una riflessione museografica contemporanea sul ruolo e sulla funzione dei musei del XX e XXI secolo ha dato forma alla happening-exhibition Ready-maybe in cui convergono, di crasi in crisi, i più recenti linguaggi artistici e la tradizione. Il Musée de l’OHM di Chiara Pergola, situato nel Museo Civico Medievale di Bologna, è un ready-made divenuto opera attraverso il suo spostamento nello spazio espositivo. Ma è, inoltre, un museo dove in una forma di indecisione o animismo oggettuale si ritrovano a gravitare le opere e le azioni di Ilaria Minelli, Golzar Sanganian, Agata Torelli e Li Zhuwei, studenti dell’Accademia che oltrepassano il diaframma della teca e abitano il luogo con armi piumate, bachi annidati, atti architettonici e morsi pietrificati.

MARTEDÌ 18 GIUGNO 2019

Ore 11, Spazio espositivo Serra Nuova, Serre dei Giardini Margherita
Stiamo Lavorando per Voi.
L’esposizione raccoglie i progetti sviluppati dagli studenti del corso di Comunicazione e Didattica per l’Arte del Triennio. Nel corso di un laboratorio sono stati creati sei progetti di mostre, ideate dai ragazzi dal concept all’allestimento finale: in mostra andranno i progetti stessi, con materiali prodotti dagli studenti e piccoli contributi di artisti invitati. Fino al 22 giugno.

Ore 17:30, Opificio Golinelli, via Paolo Nanni Costa 14
Ex3. Andrea Galvani e Andrea Nacciarriti.
Il progetto EX è dedicato ad ex studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna che sono diventati oggi artisti internazionalmente riconosciuti. In questa terza edizione, a cura di Carmen Lorenzetti, promossa dall’Accademia con il contributo e la stretta collaborazione della Fondazione Golinelli, si indaga sul rapporto tra arte e scienza e i due artisti invitati sono Andrea Galvani (1973) e Andrea Nacciarriti (1976). Galvani, che collabora da anni con istituzioni scientifiche internazionali, propone un’installazione intitolata Instruments for Inquiring into the Wind and the Shaking Earth, composta da sculture al neon che acquisiscono la loro forma grazie ad equazioni matematiche. Nell’Opificio Golinelli la spettacolare installazione levita sotto il soffitto del corridoio del corpo architettonico principale. Nacciarriti propone 30 00 30 00 00 [hold on please]: l’opera è costituita da un imballo in legno a cui è stato applicato un countdown elettronico, che scandisce il conto alla rovescia, in giorni, ore, minuti, secondi, centesimi di secondo, fino al termine della mostra. L’esposizione è accompagnata dai workshop degli artisti che sveleranno agli studenti i segreti del loro successo. La Fondazione Zucchelli coadiuva i workshop con un patrocinio oneroso. La mostra resterà aperta fino al 18 luglio, ore 9-18 dal lunedì al venerdì. Ingresso gratuito.

Ore 18:30, Orea Malià, via Ugo Bassi 15
Ababo Orea Malià Logo Contest. Premiazione del concorso e mostra dei progetti grafici realizzati dagli studenti dell’Accademia per lo storico “tempio del look” bolognese che festeggia 40 anni di attività.

MERCOLEDÌ 19 GIUGNO 2019

Ore 16:30, MAMbo Museo d’arte moderna di Bologna, via don Minzoni 14
Ren.con.tre.
Presentazione del volume a cura di Lello Aiello che raccoglie vari testi critici e le testimonianze di trentatré artisti intervenuti, tra il 2007 e il 2017, ai seminari ren.con.tre in Accademia di Belle Arti: un progetto attraverso il quale gli artisti hanno potuto raccontare il loro lavoro e condividere le loro esperienze creative con gli studenti e il pubblico bolognese. Ne è risultato un libro che si configura come strumento di ricerca e autorevole rassegna dell’arte e degli artisti attivi in Italia negli ultimi decenni.

Ore 20:30, Cinema Odeon, Sala B, via Mascarella 3
Cineclub Accademia.
Film, cortometraggi, animazioni e altre visioni multiformi realizzate dagli studenti del corso di Linguaggi del cinema e dell’audiovisivo dell’Accademia di Belle Arti di Bologna. Proiezione dei migliori corti di fine corso e selezione di cortometraggi realizzati dagli studenti.

GIOVEDÌ 20 GIUGNO 2019
La Notte delle Gallerie e il Premio Art Up

Ore 11, Aula Magna dell’Accademia, via delle Belle Arti 54
Accademia Clementina Online. Presentazione del nuovo sito web dell’Accademia Clementina, l’istituzione di alta formazione artistica e culturale “madre” dell’odierna Accademia di Belle Arti.

Ore 15-22, in 18 gallerie e spazi culturali:
La Notte delle Gallerie. Mostre dei lavori degli studenti dell’Accademia in 18 spazi espositivi di Bologna, tra i quali numerose gallerie d’arte aderenti a Confcommercio Ascom, in seguito ad una convenzione-accordo di collaborazione tra l’Associazione bolognese dei commercianti e l’Accademia.

Insieme alla Notte delle Gallerie torna quest’anno per la seconda edizione Art Up | Premio della Critica e dei Collezionisti, promosso e organizzato da Fondazione Zucchelli in collaborazione con l’Accademia e le gallerie d’arte bolognesi, con il sostegno economico di Banca di Bologna e di diversi collezionisti privati. Il Premio Art Up consiste in due distinti riconoscimenti, che verranno assegnati da una giuria di esperti dopo una selezione tra tutte le opere esposte dai giovani artisti dell’Accademia nelle gallerie bolognesi. 1) Art Up – Premio della Critica, di importo pari a 1.500 euro, vedrà l’acquisto dell’opera vincitrice da parte di Banca di Bologna, che la inserirà nella propria collezione di arte contemporanea. 2) Art Up – Premio dei Collezionisti, finanziato da un gruppo di collezionisti d’arte per un importo pari a 1.500 euro, vedrà l’acquisto della seconda opera vincitrice da parte di Fondazione Zucchelli, che la cederà poi in comodato gratuito alle collezioni del MAMbo. La giuria di Art Up quest’anno sarà composta da Lorenzo Balbi, artistic director del MAMbo, dalla collezionista Paola Giovanardi Rossi e da Simone Menegoi, direttore artistico di Arte Fiera Bologna. La premiazione dei vincitori si terrà nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti sabato 22 giugno alle ore 19, in occasione dell’apertura serale per Opentour 2019.

Ecco l’elenco delle sedi espositive e delle mostre che saranno inaugurate giovedì 20 giugno, nel pomeriggio e in serata, in occasione della “Notte delle gallerie”

Adiacenze, vicolo Spirito Santo 1
Disbiosi. Gloria Dardari.

AF arte contemporanea, via dei Bersaglieri 5
Un AppuntamentoAurora Troletti e Mehrnoosh Roshanaei.

Blu Gallery, via don Minzoni 9
Sxma’s Resolution. Esposizione di poster e arte grafica.

Car Drde, via Azzo Gardino 14/a
Room 114 XY. Bekhbaatar Enkhtur, Alessandro Martufi, Giulia Poppi, Ketty Rambaldi, Piero Sazzini.

Galleria Di Paolo Arte, Galleria Falcone e Borsellino 4 a/b
Direttamente / Orizzontali. Shiyang Fu, Xuejiao Shi, Yuruo Sun, Xiaoqi Xu, Miao Cong.

Galleria Enrico Astuni, via Jacopo Barozzi 3
Serial Number. In mostra le opere degli studenti di Decorazione.
Capsule Hotel. Ore 21 e in replica ore 22: performance degli studenti di Fashion Design che trasforma gli spazi della galleria nelle camere immaginarie di un albergo modulare.

Galleria L’Ariete artecontemporanea, via D’Azeglio 42
Mihàly Mòr Kovàcs.

Galleria Stefano Forni, piazza Cavour 2
Il Mio Piccolo e il Nostro Grande Paesaggio. Installazione collettiva di Giulia Calamai, Luigi Capone, Alessia Cincotto, Federica d’Alessandro, Francesco Esposito, Silvia Franchini, Beatrice Granvillano, Stefano Magnani, Marco Mandorlini, Elena Marinozzi, Elena Menini, Enrico Nanni, Gaia Nieri, Martina Nucara, Letizia Perillo, Eleonora Rellini, Eleonora Spada, Francesca Stefanelli, Alice Tropepi, Agnese Zavoli.
10:08-13:02. Video stop motion di Massimo Vagliviello.

Galleria Studio G7, via Val d’Aposa 4/a
Take Off. Golzar Sanganian.

Gallleriapiù, via del Porto 48 a/b
Sky Above, Sea Below. Daniele Di Girolamo e Manrico Pacenti.

Labs Gallery, via Santo Stefano 38
Art for fake. Elham M. Aghili, Elham Baharian, Filippo Boni, Chiara Brotto, Chiara Gaffuri, Hanieh Ghashghaei, Martina Marzadori, Elisa Pedretti, Ilenia Zingarelli.

Lavì! City, via Sant’Apollonia 19/A
Surfaces As Tangible Materials. Giusy Musto e Filippo Bonelli.

LocaleDue, via Azzo Gardino 12/c
Mono 5 Playground. Carlos Casuso Alvarez.

MTN – Museo Temporaneo Navile, via John Cage 11/a – 13/a
La Natura delle Cose. Paolo Bufalini, Edoardo Ciaralli, Angela Grigolato, Jacopo Naccarato, Camilla Riscassi, Xia Shafei, Bruno Zhang.

Otto Gallery, via d’Azeglio 55
Nulla Più. Li Zhuwei.

P420, via Azzo Gardino 9
To Be Going To. Francesco Bendini, Zeno Bertozzi, Yangte Chen, Andrea Di Lorenzo, Victor Fotso Nyie, Riccardo Liberini, Maria Savoldi, Chen Xue.

Spazio Labo’, Strada Maggiore 29
Movimenti Fermi. Erika Pellicci, Ritardo, Beatrice Beneforti, Barbara Marano, Thomas Francia, Azzurra Brogna, Federica Calleri, Francesca Di Paola, Julian Manuel Ferri.

Studio Cenacchi Arte Contemporanea, via Santo Stefano 63
Crocevia. Sahar Akrami, Greta Bonfiglioli, Luca Degli Esposti, Elisa Negroni, Gabriella Presutto, Amirah Suboh, Eleonora Terzi, Rachele Turini, Along Wang.

VENERDÌ 21 GIUGNO 2019
Opentour Art Fest: una non-stop tra Pinacoteca e Accademia

Ore 17, Pinacoteca Nazionale, Sala Clementina, via delle Belle Arti 56
Premio Morandi 2019.
Per la trentunesima volta le scuole d’incisione dell’Accademia di Belle Arti di Bologna rinnovano il loro legame con Giorgio Morandi, uno dei più rilevanti maestri del Novecento, che all’Accademia ha dedicato il suo tempo e il suo sapere come docente. Il Premio Morandi è quindi storia e futuro, memoria e contemporaneità. Un appuntamento atteso, che permette ai giovani studenti di rapportarsi da un lato con la statura di Morandi e dall’altro con l’identità d’un premio che continua a riscuotere consensi. In occasione dell’inaugurazione la mostra rimarrà aperta fino alle ore 22:30. Apertura: dal 22 giugno al 14 luglio 2019, negli stessi orari della Pinacoteca. Ingresso gratuito.

Ore 17, Pinacoteca Nazionale, Salone degli Incamminati, via delle Belle Arti 56
È Qui. Un percorso fra luoghi, persone e arte.
La mostra, promossa dall’Accademia di Belle Arti di Bologna, è a cura di Vanna Romualdi e Nadia Stefanel, col coordinamento di Tiziana Abretti, Laura Giovannardi e Cristina Guardigli. L’esposizione propone un suggestivo percorso fra immaginario e memoria, restituendo al progetto una nuova sede espositiva in un percorso visivo e sonoro legato al tema: Luoghi/Persone. Il luogo di lavoro come seconda casa e la persona come spazio della memoria e della relazione. Nel progetto di ricerca, dedicato all’abitare, l’archivio dei segni e il patrimonio orale dei ragazzi delle cooperative sociali La Fraternità e Arca di Noè di Bologna sono stati raccolti e rielaborati dagli studenti del Corso di Decorazione per l’architettura dell’Accademia. Prodotto in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale (2018), in collaborazione con l’Istituzione Bologna Musei/Musei Civici d’arte antica, il progetto è sostenuto dall’Accademia di Belle Arti di Bologna, dalla Dino Zoli Textile di Forlì, dal Progetto Recooper e dalla Cooperativa Sociale La Fraternità di Bologna. In occasione dell’inaugurazione la mostra rimarrà aperta fino alle ore 22:30. Apertura: dal 22 giugno al 18 luglio 2019, negli stessi orari della Pinacoteca. Ingresso gratuito.

Ore 19-24, Accademia di Belle Arti, Via Belle Arti 54
Opentour Art Fest.
L’Accademia apre le sue aule alla città: nel corso di una serata non-stop a ingresso libero, il pubblico potrà visitare le mostre dei lavori degli studenti e assistere a spettacoli e performance.

A partire dalle ore 19, inaugurazione delle mostre a ingresso libero:
Linguaggi del cinema e dell’audiovisivo, decorazione, pittura, scultura, illustrazione per l’editoria, grafica d’arte, design grafico, design del prodotto, fumetto, fotografia.
Negli spazi: Ala Collamarini, Aula Guidi, Seminterrato, corridoi e varie aule.

Ore 21, Aula Teatro:
The Beggar’s Opera.
Gli studenti dell’Accademia, dopo un lungo lavoro condotto con i docenti della scuola di scenografia, portano in scena una rivisitazione dell’Opera del mendicante di John Gay. Questa “ballad opera” fu scritta tre secoli fa (1728) a Londra come satira feroce che volevacontrapporre i suoi ladri, i suoi ricettatori e le sue prostitute ai pomposi divi dell’opera “all’italiana” allora in voga. Con i suoi protagonisti straccioni che si contrappongono alla classe dominante e portano in scena una società rovesciata, ha costituito una fonte di ispirazione che attraverso l’Opera da tre soldi di Brecht arriva fino a noi; la sua forma drammaturgica e musicale ha dato origine al genere del musical. Gli studenti protagonisti hanno misurato lo spazio scenico con le loro azioni e allestito lo spazio del teatro, che per l’occasione diventa un magazzino/prigione/bettola, non nascondendo tuttavia la sua vocazione di luogo deputato. Un sipario straccione cerca di darsi una dignità come elemento eminentemente teatrale ma, come i protagonisti dell’opera, mentre scimmiotta il suo ruolo ne rivela il proprio rovescio. Progetto a cura di Lidia Bagnoli, Nicola Bruschi, Sara Dieci, Fabrizio Pompei, Pierfrancesco Giannangeli, Marcello Morresi, Enrico Aceti.

SABATO 22 GIUGNO 2019
Premiazione Art Up e Seconda Serata di Art Fest in Accademia

Opentour Art Fest. Seconda serata consecutiva di apertura straordinaria alla città: continuano le mostre degli studenti, con un contorno di eventi e performance.

Ore 19, Aula Magna:
Art Up – Premio della Critica e dei Collezionisti: cerimonia di premiazione, preceduta dalla proiezione del cortometraggio “Ettore”, realizzato dagli studenti di Linguaggi del Cinema e dell’Audiovisivo.

Ore 21, Aula Teatro:
The Beggar’s Opera (replica). Gli studenti dell’Accademia, dopo un lungo lavoro condotto con i docenti della scuola di scenografia, portano in scena una rivisitazione dell’Opera del mendicante di John Gay.

Domenica 23 giugno, ultimo appuntamento per i più piccoli:
Due visite guidate: ore 16:30 e ore 18, Pinacoteca Nazionale, Via delle Belle Arti 56
Chi ha paura dell’iconografia?
Con 5 diversi kit di ricerca, le “squadre speciali” di bambini e adulti dovranno risolvere sottili indovinelli e confrontarli con i dettagli delle opere. Saranno così svelate le varianti che mostrano i personaggi di sempre sotto una nuova prospettiva. Evento riservato ai bambini tra gli 8 e i 12 anni, con i loro accompagnatori. Max 25 persone fino a esaurimento dei posti (non si effettua prenotazione). Ingresso con biglietto della Pinacoteca Nazionale di Bologna (gratuito per i bambini). A cura di Daniele Fraccaro, con gli studenti del corso di Didattica dei linguaggi artistici.

Informazioni:
051 4226420; ufficiostampa@ababo.it

Dettagli

Inizio:
lunedì 17 Giugno 2019
Fine:
sabato 22 Giugno 2019
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,
Sito web:
http://www.ababo.it/

Luogo

VARIE SEDI – BOLOGNA
Bologna, 40121 Italia + Google Maps