Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Palazzo Grassi racconta Palazzo Grassi: due giorni di incontri, dibattiti e approfondimenti alla scoperta di una storia affascinante

giovedì 15 Novembre 2018 - venerdì 16 Novembre 2018

Palazzo Grassi racconta Palazzo Grassi: due giorni di incontri, dibattiti e approfondimenti alla scoperta di una storia affascinante

sede: Teatrino di Palazzo Grassi (Venezia).
cura: Stefano Collicelli Cagol.

Per la prima volta nella sua lunga storia, Palazzo Grassi racconta se stesso, riaccendendo i riflettori sulla propria storia, a partire dalla metà del secolo scorso, ricca di spunti, idee e occasioni di riflessione, attraverso un ciclo di conferenze pensato per approfondire la lunga e articolata storia espositiva di Palazzo Grassi.
Giovedì 15 e venerdì 16 novembre presso il Teatrino di Palazzo Grassi, prende il via il primo capitolo della ricognizione in più episodi Palazzo Grassi e la storia delle sue mostre, con il primo racconto: Tra moda e arte: i Marinotti e il Centro Internazionale delle Arti e del Costume che prenderà in esame il periodo storico che va dagli anni Cinquanta agli inizi degli anni Sessanta.

Le due giornate di studio sono a cura di Stefano Collicelli Cagol, curatore della prossima Quadriennale di Roma, che a questo tema ha dedicato il suo dottorato e anni di approfondite ricerche.

Il convegno si pone l’obiettivo di approfondire i contesti culturali che interessavano Venezia e Milano, al tempo in cui andava affermandosi un’attività espositiva dedicata al contemporaneo; il rapporto fondamentale tra mondo dell’industria e produzione artistica e l’eredità culturale del periodo tra le due guerre nell’Italia repubblicana, con l’obiettivo di mettere in luce il ruolo cardine avuto da Palazzo Grassi nel tradurre il format espositivo di carattere commerciale e propagandistico in una proposta educativa di portata internazionale.
La prima edizione del convegno prenderà in esame il periodo storico che va dagli anni Cinquanta agli inizi degli anni Sessanta, riportando in luce il ruolo chiave avuto dalla famiglia Marinotti e dal Centro Internazionale delle Arti e del Costume nella vita espositiva italiana e internazionale.

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, il conte Franco Marinotti, proprietario della SNIA Viscosa e fondatore della cittadina di Tor Viscosa, acquisisce Palazzo Grassi aprendo nel 1951 il Centro Internazionae delle Arti e del Costume. Il figlio Paolo Marinotti, segretario generale del centro, crea nel 1951 il Centro Internazionale delle Arti e del Costume che si occupa di organizzare una serie di esposizioni presso Palazzo Grassi, dedicate al costume e al tessile. Successivamente, dal 1959 al 1961, Paolo Marinotti dà vita al Ciclo della Vitalità, una serie di tre esposizioni internazionali di arte contemporanea: Vitalità nell’arte (1959), Dalla natura all’arte (1960) e Arte e contemplazione (1961), con il quale inizia una nuova stagione espositiva del centro dedicata alla presentazione di mostre di arte contemporanea.

Con diversi interventi mirati a porre in rilievo i rapporti della famiglia Marinotti con artisti coevi di considerevole caratura come Asger Jorn, Lucio Fontana, Carlo Scarpa – autore dei display del Ciclo della Vitalità – e critici come Willem Sandberg e Michel Tapié, ma anche la fondamentale relazione tra arte e moda, il convegno coinvolge autorevoli ricercatori, scrittori e curatori come: Luca Massimo Barbero, Giorgina Bertolino, Stefano Collicelli Cagol, Marco De Michelis, Anna Maria Falchero, Romy Golan, Luca Scarlini, Nico Stringa, Stefania Portinari, Orietta Lanzarini.

“Il convegno colma una lacuna incomprensibile nella storia della cultura italiana, indagando la visionarietà di Franco e Paolo Marinotti. Con il Centro, padre e figlio intuirono le potenzialità di Venezia e di Palazzo Grassi come sede di una produzione culturale interdisciplinare legata alle arti e al costume. Una serie di percorsi tematici, individuati partendo dalle mostre e dalle attività organizzate tra il 1951 e il 1961, riflettono sul contributo unico e anticipatore di tendenze successivamente affermatesi che la famiglia Marinotti ha dato alla cultura e alla storia espositiva italiana e internazionale.”
Stefano Collicelli Cagol.

L’ingresso è libero sino a esaurimento posti.
Ufficio Stampa: PCM Studio

Palazzo Grassi racconta Palazzo Grassi: due giorni di incontri, dibattiti e approfondimenti alla scoperta di una storia affascinante