Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Pescara – Eventi e luoghi di interesse

lunedì 1 Gennaio 2018 - giovedì 31 Dicembre 2020

Pescara - Eventi e luoghi di interesse

sede: Varie Sedi (Pescara).

Pescara è un comune italiano di 120 195 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia in Abruzzo. È il comune più popoloso della regione ed è il cuore di un’area metropolitana di oltre 250.000 abitanti con i comuni contigui e fino a 420.000 includendo l’intera area di influenza. La città è, insieme a L’Aquila, sede degli uffici del consiglio, della giunta e degli assessorati regionali.
Nonostante sia una città con antiche origini i cui primi insediamenti risalirebbero almeno al I millennio a.C., Pescara ha un aspetto prevalentemente moderno, dovuto perlopiù ad una serie di pesanti bombardamenti subiti durante la seconda guerra mondiale, che hanno causato la distruzione di gran parte del centro urbano; tuttavia non mancano testimonianze materiali del passato cittadino. Durante gli anni del boom economico del secondo dopoguerra, Pescara ha conosciuto un sostenuto sviluppo industriale e urbanistico che ha portato la città a divenire uno dei centri principali dell’area geografica dell’Italia centrale. Da tempo essa garantisce al territorio abruzzese una vasta serie di servizi che hanno permesso all’intera regione di accrescere la propria competitività sia a livello nazionale che internazionale.
È un vivace polo culturale, avendo dato i natali a personalità come Gabriele d’Annunzio ed Ennio Flaiano, ed essendo sede di università e influenti manifestazioni, tra cui il Pescara Jazz (primo festival estivo italiano dedicato al genere musicale), il Premio Flaiano e la rassegna d’arte contemporanea Fuori Uso. La città ha anche una notevole tradizione sportiva, avendo ospitato la Coppa Acerbo dal 1929 al 1961, il Trofeo Matteotti dal 1945 e la XVI edizione dei Giochi del Mediterraneo nel 2009.

Sito istituzionale
http://www.comune.pescara.it/

Eventi a Pescara
http://www.comune.pescara.it/

Eventi
Oltre al passaggio delle grandi tournée dei cantanti e gruppi rock-pop italiani, alcuni locali della città offrono un cartellone con gruppi ed artisti internazionali ed italiani di vari generi musicali. Nella città si svolgono vari festival musicali e teatrali:

Il Pescara Jazz è stato il primo festival estivo italiano dedicato al jazz. Nata nel 1969, la manifestazione è stata capofila di una serie di iniziative in tutto il territorio nazionale ed è una delle manifestazioni jazz più importanti in Europa.
Il Premio Internazionale Ennio Flaiano, ideato da Edoardo Tiboni, è un festival diviso in quattro sezioni: cinema, teatro, letteratura, televisione. Si tratta di un evento culturale di richiamo internazionale che vede riuniti a Pescara alcuni tra i più eminenti personaggi dello spettacolo e della cultura. La manifestazione è nata per onorare Ennio Flaiano e per riproporre costantemente lo studio della sua opera. Il Festival ha luogo ogni anno, dal 1974 ed attira decine di migliaia di spettatori.
Il Festival di libri e altre cose (FLA) è un festival di letteratura contemporanea che si svolge dal 2002, nato con l’intento di promuovere l’interesse per la lettura e la scrittura in tutte le loro forme. Il Festival si svolge nel mese di novembre e vede la partecipazione di autori e critici letterari i quali sono protagonisti di letture, dibattiti e presentazioni di nuove opere: tutti gli eventi sono aperti al pubblico. La manifestazione è arricchita da concerti e dalla proiezione di film o documentari e si svolge in diversi luoghi della città.
Fuori Uso è una mostra d’arte contemporanea, impreziosita dalla presenza di alcuni fra gli artisti internazionali più noti del momento; la mostra, negli anni, ha dato spazio anche a giovani artisti locali, nazionali e provenienti da tutto il mondo. La caratteristica della mostra, la cui prima edizione si è svolta nel 1990, è quella di svolgersi in luoghi della città in disuso, come l’ex Stazione di Pescara Porto, l’ex albergho dei ferrovieri, ex fabbriche o magazzini, con il risultato di renderli vitali ed ancora fruibili, come spazio d’arte e di incontro. La mostra non ha luogo ogni anno ma saltuariamente, in momenti e spazi diversi della città, ed attira migliaia di visitatori.
La Stagione di Teatro Contemporaneo, organizzata dal Florian Teatro Stabile d’Innovazione, con un cartellone di indubbio interesse nell’ambito del teatro contemporaneo italiano. In passato molti importanti artisti e compagnie nazionali vi si sono esibiti, da Roberto Herlitzka ai Motus, da Leo De Berardinis a Sandro Lombardi.

Musei

Aurum – La fabbrica delle idee
Luogo identitario per eccellenza della Città di Pescara, una mirabile struttura architettonica (arch. Antonino Liberi, 1910) che affonda le sue radici nel passato, esaltandolo nelle forma e negli intenti. Così è come si presenta oggi l’edificio dell’Aurum: un luogo aperto alla cultura e a ogni espressione artistica, capace di accendere i riflettori sull’importanza che questo spazio riveste per la Città di Pescara e non solo.

Museo casa natale Gabriele D’Annunzio: casa natale del poeta, è un edificio settecentesco, monumento nazionale dal 1927; il museo, allestito al primo piano della casa, è composto da nove sale e conserva arredi, mobili d’epoca e oggetti appartenuti allo scrittore e alla sua famiglia.

Museo delle Genti d’Abruzzo: il museo è ospitato nei locali rimasti della fortezza cinquesecentesca, unita ai Bagni Borbonici nel Settecento; oggi è custode di reperti e testimonianze della vita abruzzese, dalla Preistoria alla Rivoluzione Industriale.

Museo Civico “Basilio Cascella”: ha sede nell’antico laboratorio della famiglia Cascella, trasformato in museo nel 1975; raccoglie la maggioranza delle opere della famiglia.

Museo d’arte moderna “Vittoria Colonna”: è alloggiato in un palazzo progettato dall’architetto Eugenio Montuori; conserva una piccola mostra permanente ed è spesso sede di mostre temporanee.

Museo del Mare: conserva diversi esemplari di tartarughe marine e una collezione di scheletri di cetacei del Mediterraneo, fra i quali un esemplare di capodoglio, e uno di balenottera comune.

Museo Paparella Treccia Devlet: ospitato in Villa Urania, una villa in stile eclettico, vi si possono ammirare numerose maioliche di Castelli realizzate dal Cinquecento all’Ottocento, con una collezione permanente composta da 151 maioliche realizzate dai più grandi Maestri attivi a Castelli in questi secoli.

Ecomuseo
L’ecomuseo è un nuovo modello di offerta culturale che permette di valorizzare le risorse ambientali e storico-etnografiche del nostro territorio. Un museo all’aperto da visitare attraverso una rete di percorsi tematici.

Mediamuseum: ospitato nel vecchio Palazzo di giustizia, contiene una raccolta di locandine, articoli di giornale, foto, dipinti, pannelli e contenuti multimediali riguardanti il cinema e il teatro; è anche una videoteca pubblica.

Arte
Tra gli artisti nati a Pescara, o vissuti nella città per lunghi periodi si ricordano:
Francesco Paolo Michetti, pittore e litografo di grandissima fama internazionale, molto apprezzato dai collezionisti d’arte a cavallo tra l’Ottocento ed il Novecento. A Pescara, presso la Biblioteca provinciale, è conservato il suo celebre dipinto La figlia di Jorio del 1894.
La famiglia Cascella ha dato molto alla città di Pescara e ne ha caratterizzato moltissimo la vita artistica, essendo stata una feconda scuola di arte e cultura, apprezzata a livello nazionale ed internazionale. Eminenti sono le figure di Basilio Cascella e Pietro Cascella. Ai Cascella, il Comune di Pescara ha dedicato la fondazione del Museo Civico.
Vicentino Michetti, nato a Calascio, è stato uno scultore che ha lasciato alla città di Pescara un gran numero di opere e monumenti, tra cui l’elefante in cemento situato in Piazza Salotto e l’obelisco del Teatro monumento D’Annunzio.
L’artista Ettore Spalletti, nato nel 1940 a Cappelle sul Tavo dove tutt’oggi vive e lavora, è un pittore e scultore di fama internazionale, ma è molto radicato e presente nel territorio pescarese. In città è spesso protagonista di mostre personali o collettive ed ha realizzato la fontana presso la nuova sede del Tribunale.
L’artista locale Franco Summa ha avuto particolare impatto sulla città, essendo stato autore di numerose opere esposte temporaneamente in luoghi particolarmente frequentati: tra queste si ricorda la Porta del Mare (un insieme di quattro portali rettangolari che vanno a formare un arco quadrifronte, inscrivibile in un parallelepipedo alto quasi 11 metri e a pianta quadrata; sulle varie facciate si alternano 56 colori) che rimase in piazza I Maggio per alcuni mesi nel 1993. Nel 2018 è stata inaugurata una sua opera permanente, Giardino Incantato, installata vicino alla Torre OperA (progettata da Mario Botta, situata nella zona del nuovo tribunale).
vedi:
Storia dell’arte a Pescara

Artigianato
Tra le attività economiche più tradizionali, diffuse e rinomate vi sono quelle artigianali, come la lavorazione della ceramica, l’arte del ricamo, del merletto, del tombolo e la produzione di sculture in ferro.

Siti Archeogici

Tra i resti archeologici scoperti, si ricordano:
Il mosaico tardoantico ritrovato nel 2001 sulla Golena Sud del fiume, reinterrato intorno al 2012 per proteggerlo in assenza di una ristrutturazione. Altri resti vicini sono quelli dell’edificio a pianta centrale del III-IV che poi ha dato origine alla chiesa di Santa Gerusalemme dell’XI secolo; risultano visibili due colonne semi-interrate in due vani di vetro allestiti di fronte alla Cattedrale di San Cetteo, sulla trafficata via Gabriele D’Annunzio.
La zona del Parco del Colle del Telegrafo, dove sono stati rinvenuti resti di epoca preistorica. Nel 2009 sono partiti dei lavori per aprire il sito al pubblico; nel 2017 il parco è stato aperto ma gli scavi archeologici sono stati interrotti.
Alcune vestigia romane, come le arcate rinvenute nei sotterranei della ex stazione centrale e in alcuni negozi del centro storico.
Un’antica necropoli risalente al II-III secolo d.C. sarebbe sepolta sotto il campo Rampigna, sul lungofiume Nord nei pressi del Municipio.

Monumenti e luoghi d’interesse

Architetture religiose

Cattedrale di San Cetteo
Completata nel 1938, fu fortemente voluta da Gabriele d’Annunzio, il quale chiese a Cesare Bazzani di attuare il progetto. La chiesa ospita la tomba della madre del poeta, Luisa D’Annunzio; è inoltre possibile ammirarvi un dipinto del Guercino, il San Francesco, donato dallo stesso d’Annunzio. Cattedrale dal 1949, ha pianta rettangolare a tre navate, con facciata in pietra bianca in stile neoclassico fascista, con tre rosoni sulla facciata tripartita, tre portali, con una statua del santo dedicatario sopra quello centrale. Il campanile laterale è una torre con tamburo in sommità, seguito da una cuspide conica verde.
Chiesa del Sacro Cuore
Situata nel centro cittadino, è stata realizzata sul finire dell’Ottocento in Stile Neoromanico. La sua costruzione avvenne nel 1866 affinché l’ex comune di Castellammare Adriatico fosse dotato di una parrocchia; presenta un prospetto principale caratterizzato dal rivestimento in mattoni a faccia-vista, un grande rosone sormonta il portale centrale a tutto sesto, impreziosito da mosaico dorato e accostato da due finestre oblunghe in stile gotico. L’interno è a tre navate, in stile neoromanico, con volte a crociera, illuminato da vetrate policrome istoriate.
Basilica della Madonna dei sette dolori
Iniziata nel Seicento in stile barocco e in seguito inglobata nel Settecento dall’attuale, in stile neoclassico. Nei pressi della basilica si trova un convento, iniziato nell’Ottocento. La leggenda vuole che sopra il Colle Madonna nel XVI secolo fosse apparsa la Madonna a dei pastori che pascolavano; successivamente un nuovo miracolo della pioggia durante la siccità, spinse i conventuali a realizzare la chiesa divenuta nel 1952, grazie a Papa Pio XII, basilica minore.
Santuario della Madonna del Fuoco
All’interno del santuario ottocentesco, situato nel quartiere Villa del Fuoco, si può ammirare una statua della Madonna con in braccio Gesù Bambino, risalente al XVII secolo. Accanto alla chiesa antica, nel Novecento ne è stata costruita una nuova.
Chiesa di San Silvestro
Situata nel quartiere di San Silvestro, la Chiesa principale, all’origine era intitolata ai santi San Giovanni Battista e San Silvestro Papa. La Parrocchia fu creata intorno al 1500 (la chiesa nasce sulle fondamenta di un monastero di religiose del XVI secolo). L’attuale impianto tardo settecentesco-neoclassico corrisponde al rifacimento del XVIII secolo. All’interno della chiesa è possibile ammirare un affresco sull’altare maggiore risalente al XVII secolo.
Chiesa di Sant’Andrea Apostolo
Si trova nei pressi del municipio; fu costruita nel 1962 su progetto di Eugenio Maria Rossi. La chiesa fu edificata per gli abitanti dell’antico Borgo Marino, villaggio di pescatori devoti a Sant’Andrea, che è il patrono della città insieme a San Cetteo.
Altre
Tra le altre chiese si ricordano, in particolare:
Chiesa dello Spirito Santo: adiacente alla sede della curia vescovile.
Chiesa di San Pietro: costruita nel 2005, conserva opere di Pietro Cascella.

Architetture civili

Palazzo del Governo
Costruito nel 1927 su progetto di Vincenzo Pilotti, ha una posizione centrale in piazza Italia. La facciata in pietra bianca è adornata dai bassorilievi di Guido Costanzo che rappresentano il Fiume, la Miniera, l’Agricoltura e il Mare. Il portale d’ingresso immette in un vasto atrio da cui si accede, mediante scalinata in marmo, al “Salone dei Marmi”, con formelle in ceramica a rilievo, che rappresentano i blasoni dei comuni della Provincia. Nel Salone del Consiglio sono collocati i busti di D’Annunzio e Michetti, mentre sul seggio del presidente si trova uno stemma dorato col motto “Sibi valet et vivivt”. In un altro salone è conservato il dipinto La figlia di Iorio di Francesco Paolo Michetti. Nel Salone dei Marmi vi è un’opera di Costantino Barbella. È sede della provincia, della prefettura e della biblioteca provinciale.
Palazzo del municipio
Anch’esso progettato da Pilotti, in mattoni e travertino, è affiancato dalla torre con orologio. Compone una parte del perimetro di piazza Italia insieme al palazzo della Provincia. L’alta torre civica del palazzo, rivestita in mattoni rossi, è sormontata da una loggia ad archi. All’interno del palazzo uno scalone monumentale a doppia rampa porta al piano nobile, dove si trovano i saloni di rappresentanza, nonché la Sala della Giunta e l’ufficio del sindaco. Nella sala delle riunioni la parte superiore mostra una serie di affreschi, opera di Luigi Baldacci.
Circolo Aternino
L’edificio di origine settecentesca è stato sede, fino all’unificazione con Castellammare, del comune di Pescara; oggi ospita eventi e mostre temporanee. Si affaccia su Piazza Garibaldi, ed ha un elegante stile tardo ottocentesco in stile neoclassico.
Casa D’Annunzio
L’abitazione, lungo il Corso Gabriele Manthoné, è stata realizzata sul finire del Settecento, e ristrutturata in stile borghese nella seconda mertà dell’Ottocento. Il 12 marzo 1863 vi nacque il poeta Gabriele d’Annunzio, il quale il 14 ottobre 1927, per tutelarla come edificio d’importante interesse storico e per commemorare la madre Luisa De Benedictis, morta nel 1917, la fece diventare “monumento nazionale”. Dal 1993 la casa ospita un museo dedicato al primo periodo di vita di D’Annunzio, con raccolta di documenti, opere d’arte, vesti, manoscritti, fotografie, piccole sculture e dipinti degli amici Costantino Barbella e Francesco Paolo Michetti.
Ex Kursaal – liquorificio Aurum
È un ex liquorificio dell’aurum, restaurato e riaperto al pubblico nel 2007, con la funzione di struttura museale-polivalente, con una struttura originariamente progettata da Antonino Liberi come lido della fiorente economia balneare pescarese, a partire dal 1910, e poi modificata per prendere la forma di un ferro di cavallo secondo il progetto di Giovanni Michelucci; la struttura fu ultimata nel 1935. L’area, nella zona della Pineta Dannunziana, comprende vari edifici e ville in stile liberty; la zona paludosa fu bonificata e il progetto di Antonino Liberi (“Progetto Pineta”) fu approvato nel 1912.
Palazzo delle Poste
Si trova sul Corso Vittorio Emanuele, e fu edificato nel Ventennio su progetto di Cesare Bazzani. La facciata imponente è in pietra bianca, cadenzata da semicolonne doriche, che sorreggono una massiccia trabeazione con cornice dentellata. La superficie è percorsa da finestre lineari con timpano archivoltato superiore. L’interno mostra uno stile più moderno, ristrutturato nel secondo dopoguerra, e nell’ingresso c’è un grande pannello affrescato.
Opere Liberty
Nella città ci sono numerose ville e palazzi liberty, tra cui si segnalano:
Palazzetto Imperato, all’inizio di corso Umberto I, doveva costituire con un gemello mai realizzato la porta d’accesso alla città per coloro che raggiungevano la stazione centrale (la cui antica sede si trova proprio di fronte);
Palazzo Muzii e Palazzo Verrocchio (Hotel Esplanade) su corso Umberto I;
Palazzo Michetti e l’adiacente Teatro Vicentino Michetti entrambi realizzati nel 1910 su progetto di Antonino Liberi;
Palazzo Mezzopreti-Gomez (su viale Muzii) edificio neoclassico con particolari architettonici e decorativi di tendenza Liberty, divenuto sede del Conservatorio Luisa D’Annunzio nel giugno 2006.

Sculture

Nave di Cascella
Si tratta del principale monumento della città. Fu realizzato da Pietro Cascella nel 1986 in marmo travertino. Commissionato dal comune per abbellire il lungomare, fu inaugurato il 4 luglio 1987 a Piazza I Maggio, dopo essere stato esposto a Firenze in Piazza Santa Croce per alcuni mesi. La scultura rappresenta una barca a remi e rievoca la vocazione alla pesca della città e i prigionieri del Bagno borbonico sfruttati come rematori sulle navi fino al 1859.
Fontana delle cinque cannelle
Fontana ottocentesca, situata nel quartiere Pescara Colli, a pochi passi dalla Basilica della Madonna dei sette dolori. Realizzata in laterizio, ha una volume unico a parallelepipedo tripartito da quattro lesene, con basso piedistallo, base e capitello dorico, che sorreggono una trabeazione classica con attico leggermente accennato. Il volume è partito da lesene poste dentro losanghe aggettanti. La vasca sottostante reca un bordo arrotondato.
Madonna del Porto
È una colonna in travertino innalzata nel 1954 in onore della Vergine, con una statua in bronzo realizzata dallo scultore Vito Pancella. Nel 2004 i Missionari Oblati restaurarono il monumento, finanziando la costruzione di una statua in bronzo della Vergine, a guardia del porto e dei marinai pescatori. Il monumento si trova nei pressi del Ponte del Mare.

Architetture militari

“Bagno borbonico”
È l’antico carcere del Regno delle due Sicilie, che ha inglobato al suo interno i resti delle mura normanne e bizantine della città. Costruito all’inizio del ‘500 per volere di Carlo V, e continuata poi dal Duca d’Alba, oggi resta solo la parte occupata dalla caserma di fanteria, realizzata dai Borboni nel Seicento. Al suo interno ospita il Museo delle genti d’Abruzzo.

Pescara. (16 novembre 2018). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 22 novembre 2018, 07:50 da //it.wikipedia.org/w/index.php?title=Pescara&oldid=101021078.

Dettagli

Inizio:
lunedì 1 Gennaio 2018
Fine:
giovedì 31 Dicembre 2020
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , , , ,

Luogo

VARIE SEDI – PESCARA
Pescara, 65121 Italia + Google Maps