Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Radha May. When the towel drops, vol. 1 – Italy

giovedì 28 Novembre 2019 - domenica 2 Febbraio 2020

Radha May. When the towel drops, vol. 1 - Italy

sede: Ica Milano – Istituto Contemporaneo per le Arti (Milano).
cura: Claudia D’Alonzo.

“When The Towel Drops Vol 1 – Italy” è una video installazione del collettivo Radha May, composto da Elisa Giardina Papa, Nupur Mathur e Bathsheba Okwenje.
L’installazione, a cura di Claudia D’Alonzo, costituisce una riflessione sui temi della censura e della femminilità nel cinema italiano del dopoguerra e riporta alla luce centinaia di documenti d’archivio e di scene tagliate da film italiani e stranieri degli anni Cinquanta e Sessanta.

“When the Towel Drops” è un progetto artistico di ricerca, che esplora la rappresentazione delle femminilità e della sessualità nel cinema internazionale e su Internet.
La prima tappa Vol 1 -Italy (2016) si concentra sulla censura del cinema italiano dal dopoguerra fino agli anni Sessanta ed include una videoinstallazione e una performance.
Le tappe successive – in divenire – esplorano la censura nel cinema contemporaneo di Bollywood (India) e nel Sud Africa durante il periodo dell’apartheid.

Radha May (Elisa Giardina Papa, Nupur Mathur, Bathsheba Okwenje) è un collettivo artistico che esplora storie dimenticate e nascoste, luoghi periferici e miti della femminilità. I suoi progetti si servono di metodologie prese in prestito dall’antropologia, dalla storiografia e dal giornalismo. Radha May lavora sul campo, indagando meticolosamente archivi storici e sociali per poi rielaborare i materiali trovati in installazioni che mettono in discussione letture date sulla storia, sui confini, le frontiere e i costrutti culturali e sociali come il genere e la sessualità. Il collettivo Radha May e` composto da Elisa Giardina Papa (Italia), Nupur Mathur (India) e Bathsheba Okwenje (Uganda). Le tre artiste collaborano e lavorano tra New York, Palermo, Gisovu, Kampala, and New Delhi.

Claudia D’Alonzo. Docente e curatrice indipendente, vive e lavora a Milano. PhD in Audiovisual Studies, è docente a contratto presso Accademia di Brera, Milano; Accademia di belle arti G. Carrara, Bergamo e del Master sull’Immagine Contemporanea di Fondazione Fotografia Modena. Tra i suoi interessi di lavoro e ricerca: audiovisivo espanso; culture della rete; corpo e tecnologie. Ha collaborato con musei, centri d’arte e festival, tra i quali: Cimatics, Bruxelles; Careof, Milano; GAMeC, Bergamo; GNAM, Roma; Fondazione Forma, Milano; Subtle Technologies Festival, Toronto). Ha partecipato a talk, conferenze, seminari. Suoi saggi e articoli sono pubblicati in riviste, cataloghi e libri (Amsterdam University Press, Alfabeta2, Doppiozero, Digicult, MCD – Musiques&Cultures Digitales, Mimesis International, Motherboard).

Promosso da Fondazione Il Lazzaretto
Inaugurazione: giovedì 28 novembre 2019, 18 – 21

Dettagli

Inizio:
giovedì 28 Novembre 2019
Fine:
domenica 2 Febbraio 2020
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,

Luogo

ICA MILANO
Via Orobia 26
Milano, 20139 Italia
+ Google Maps
Sito web:
icamilano.it