Emergenza sanitaria
 

Metti in evidenza il tuo Evento!
 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Ragione e sentimento. L’immaginario che attraversa storia, letteratura e arte

martedì 19 Marzo 2019 - domenica 30 Giugno 2019

Ragione e sentimento. L'immaginario che attraversa storia, letteratura e arte

sede: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (Roma).
cura: Chiara Stefani, Massimo Mininni.

La mostra “Ragione e Sentimento” riflette la fisionomia delle collezioni della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma con una particolare attenzione al XIX secolo.
Il titolo, preso in prestito dal romanzo omonimo di Jane Austen, evoca, nella sua dicotomia, una complessità che affonda le radici nella storia.

In mostra sono esposte circa 40 opere provenienti dalle collezioni della Galleria tra le quali spiccano lavori di Tranquillo Cremona, Domenico Morelli, Giacomo Favretto, Medardo Rosso accanto a opere di artisti contemporanei come Emanuele Becheri, Alessandro Piangiamore e Barbara Probst.

“La mostra, come la sintesi di un romanzo – scrive Cristiana Collu, Direttrice della Galleria Nazionale – si concentra in un gioco strategico di linguaggio espresso e silenzio, strumenti sovversivi che intendono presentare in absentia tutto quello che non può essere raccontato.
Chi guarda deve leggere fra le righe e ricordare ciò che sa, desiderare di sapere ma anche risvegliare un importante immaginario che attraversa storia, letteratura e arte”.

Sotto il principio guida di Time is Out of Joint, in Ragione e Sentimento il passato lascia il posto al racconto, alla cronaca della contemporaneità, muovendosi in quello spazio non contaminabile tra, appunto, ragione e sentimento, tra natura e rappresentazione dell’anima.

Opere di: Antonio Allegretti, Giacomo Balla, Emanuele Becheri, Vanessa Beecroft, Émile Bourdelle, Vincenzo Camuccini, Niccolò Cannicci, Natale Carta, Adalberto Cencetti, Guglielmo Ciardi, Antonio Ciseri, Tranquillo Cremona, Lorenzo Delleani, Marianna Dionigi, Giovanni Dupré, Francesco Fabj-Altini, Pietro Galli, Frederic Leighton, Étienne-Jules Marey e Georges Demenÿ, Girolamo Masini, Antonietta Raphaël Mafai, Paolo Meoni, Domenico Morelli, Giovanni Muzioli, Giacomo Favretto, Giacomo Grosso, Filiberto Petiti, Alessandro Piangiamore, Francesco Podesti, Barbara Probst, Medardo Rosso, Cesare Tallone, Scipione Vannutelli