Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Roberto Rampinelli. Invisibili destini

giovedì 12 Settembre 2019 - venerdì 1 Novembre 2019

Roberto Rampinelli. Invisibili destini

sede: Après-coup Arte (Milano).
cura: Sarah Lanzoni.

Le opere costituiscono l’ultima frontiera cui Roberto Rampinelli è approdato in seguito a una ricerca artistica costante e coraggiosa. Costante, in quanto affrontata con un metodo e una sapienza tecnica acquisiti in molti anni di pratica, fin dagli esordi del suo percorso nel 1980, coraggiosa in quanto attraverso la sua arte emerge un’indole rivolta a una sperimentazione incessante, confermata dai nuovi risultati raggiunti in seguito alla svolta impressa al lavoro negli ultimi due anni.

L’originalità della produzione artistica rampinelliana sta nella scelta controcorrente d’indagare e interpretare la contemporaneità attraverso l’applicazione di tecniche antiche, incisorie e pittoriche, di cui l’artista ha acquisito una conoscenza profonda a cominciare da due esperienze fondamentali per la sua formazione: la Scuola d’Incisione di Urbino e la Scuola d’Arte del Castello Sforzesco di Milano.

Le opere esposte presso la Galleria Après-coup Arte rivelano che, per il pittore bergamasco, la realtà rappresenta un pretesto, un punto di partenza per comunicare una visione del mondo e dell’essere umano complessa, al contempo vivida e onirica, contraddistinta da una sfumatura d’inquietudine rispetto al futuro. La ricerca della bellezza estetica costituisce il collante di tutta la sua produzione e, talvolta, viene colta nelle sue manifestazioni più enigmatiche ed estrapolata dalle maglie dell’apparente normalità del quotidiano.

Con un approccio al lavoro rinnovato e sorprendente ha intrapreso un percorso volto a ricongiungere i due filoni che ne caratterizzano la produzione e che sembrano incarnati, rispettivamente, da oggetti affascinanti disseminati nel suo studio – utilizzati per le copie dal vero negli still life – e da ritagli fotografici tratti da giornali – impiegati per la tecnica mista alla base delle opere per la personale “Invisibili Destini” -. Nel lungo e accurato lavoro progettuale, propedeutico alla realizzazione delle opere più recenti, Roberto Rampinelli ha accumulato memorie visive, dettagli e appunti scritti a mano, così come nella parte esecutiva, prettamente pittorica o incisoria, procede di consueto per stratificazioni, per sovrapposizioni di livelli, per velature successive di colore.

La mostra comprende tre sezioni che corrispondono ai nuclei tematici principali: “Umanità”, “Mondo esterno” e “Natura”. Rampinelli colloca le figure – che fanno parte del macro-tema “Umanità” – in un mondo che vede e definisce asettico.

Per la realizzazione delle opere esposte presso la galleria Après-coup Arte, l’artista ha preferito prelevare stimoli nuovi direttamente dalla realtà e dal quotidiano. La scelta dei soggetti non è mai casuale per l’artista, che ha selezionato frammenti o interi volti che lo hanno attratto, rielaborati e radicalmente trasformati per mezzo di un intervento di stampa (gum-print) e dell’azione squisitamente pittorica.

Il percorso espositivo della mostra “Invisibili Destini” prevede anche alcuni libri-scultura dipinti, le cui pagine cementate non sono sfogliabili, come invece ci si potrebbe aspettare. Ognuno di questi libri non-libri esprime la necessità di ricreare quell’illusione di realtà che appartiene a tutta l’arte di Rampinelli e che emana da immagini in cui le ombre non si proiettano secondo le leggi di natura e i colori non hanno nomi identificabili. Inoltre, i volumi non sfogliabili diventano un richiamo a quanto di più inspiegabile e segreto accade dietro le quinte del lavoro di ogni artista.

Roberto Rampinelli è nato a Bergamo nel 1948. Ha frequentato la Scuola Superiore d’Arte del Castello Sforzesco di Milano e i Corsi internazionali di Tecnica dell’Incisione di Urbino, sotto la guida di Carlo Ceci per la litografia e di Renato Bruscaglia per l’incisione. Dal 1981 al 1988 ha insegnato tecnica dell’incisione presso la Scuola d’Arte del Castello Sforzesco di Milano. Si è dedicato all’illustrazione di libri e ha pubblicato varie cartelle di grafica. È stato invitato a diverse mostre ed esposizioni in sedi istituzionali italiane e internazionali, tra le quali: Fondazione Biblioteca Morcelli Pinacoteca Repossi a Chiari, Fondazione Giorgio Cini, Palazzo San Clemente e Palazzo Pisani Moretta a Venezia, Panorama Museum a Bad Frankenhausen e Istituto Italiano di Cultura a Wolfsburg in Germania, Centro di Studi Italiani a Zurigo, Seaside in Florida – USA, Civica Raccolta di Stampe A. Bertarelli di Milano, Museo di Amer in Catalogna, Palazzo della Provincia di Bergamo e Centro di Culturale “Le Muse” di Andria, Museo d’Arte Contemporanea di Bozzolo – Mantova, Museo della Città di Chiari.

Inaugurazione: giovedì 12 settembre alle ore 23:00

Dettagli

Inizio:
giovedì 12 Settembre 2019
Fine:
venerdì 1 Novembre 2019
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,

Luogo

APRÈS-COUP ARTE
Via privata della Braida, 5
Milano, 20122 Italia
+ Google Maps
Sito web:
www.apres-coup.it