Emergenza sanitaria
 

Metti in evidenza il tuo Evento!
 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Sferico. L’intelligenza del vedere

giovedì 23 Settembre 2021 - sabato 6 Novembre 2021

Sferico. L’intelligenza del vedere

sede: Museo Gipsoteca Gianluigi Giudici (Lugano, Svizzera).
cura: Luigi Cavadini.

Sferico 1 è un singolare artista ticinese che anche nel nome con cui si presenta si identifica con la sua opera scultorea. Lo slancio utopico dell’artista verso “un’arte utile alla salute del pensiero e allo sviluppo dell’intelligenza del vedere” lo ha portato, ancora adolescente a creare lo Sferismo “in una prospettiva tutta concentrata alla creazione in senso lato, fatto di forme e colori paradisiaci” come sottolineato dal premio Nobel Sir John Eccles.

Questa sua ricerca fonde pensiero e azione “facendo confluire tutte le caratteristiche di un dato oggetto e rimodellandolo in una “visione unitaria” tramite un lungo processo progettuale per tentativi che conduce ad un equilibrio dinamico, vale a dire in una forma fermata nel suo movimento più espressivo”. Quindi, con riferimento alle figure, non si avranno mai rappresentazioni statiche, ma forme quasi liquide di una “materia sublimata che entra in simbiosi armonica con lo spazio in movimenti di particolare intensità ed eleganza”. Proprio lo sviluppo sferico costituisce il linguaggio assoluto della narrazione, che esprime l’aspirazione – forse meglio sarebbe dire la tensione vitale – dell’artista verso una liberazione completa dentro un universo in cui i corpi possano librarsi senza vincoli propri e senza gravità alcuna “in una trasfigurazione idealizzata dalla bellezza d’origine”.

Le opere proposte, eseguite ora in pietra (nere in basalto, bianche in marmo oppure in arenaria) ora in bronzo, vivono di una grande libertà compositiva che trova incisiva origine in un disegno in cui la linea sinuosa traccia evoluzioni che anche sulla carta acquisiscono valenze spaziali, “abbracciando il nostro sguardo in un vortice d’amore”.
Accompagna la rassegna di scultura una serie di dipinti dai colori decisi che si inseriscono su scene particolarmente complesse, ricordando le immagini visionarie di Hieronymus Bosch, in cui le figure sviluppano, in un gioco coloristico di sfumature, una tridimensionalità “sferica” assieme a valenze simboliche plurime in scene di espressione surreale in cui acqua e cielo hanno una funzione espressiva forte, tra la terra e l’infinito. In esse l’artista esplicita quella sua “pittura filosofica” in cui “strutture e figure simboliche sono legate all’interno di un racconto allegorico”.

Inaugurazione
Giovedì 23 settembre alle ore 17.30

Informazioni
gipsotecaggiudici@gmail.com

Note

  1. Quattordicenne realizza la sua prima scultura “Famiglia” e dipinge il quadro “…da Dio” venduto a una collezionista che lo mette in contatto con Salvador Dalì. Partecipa a degli scavi archeologici in Egitto e Israele, che daranno origine al libro “Sketchblock”. Si forma come architetto in Svizzera, ma subito si orienta al mondo dell’arte frequentando l’Accademia di pittura di Düsseldorf e approfondendo poi gli studi a Milano e a Venezia. Irrequieto, come lo definisce Fernanda Pivano, parte per avventurosi viaggi in autostop alla volta di musei e monumenti per capire la storia dell’arte nella materia viva. Nel suo vagabondare approda a Parigi dove non è facile farsi strada in ambito artistico ma riesce dapprima ad esporre nelle mostre collettive del Grand Palais e poi a tenere delle personali alle Galerie Vendôme, Galerie du Palais Royal, Galerie Christian Arnoux Rive gauche, Galerie Marie-Thérèse Cochin… Sue opere sono selezionate per esposizioni alla Nuova Galleria Tret’jakov di Mosca e alla Biennale de Sculpture Contemporaine della città di Parigi. Pubblica il libro “Lo Sferismo”, tradotto anche in inglese e presentato dal premio Nobel Sir John Eccles, in cui inquadra teoricamente la sua ricerca artistica. Negli anni più recenti ha partecipato a prestigiosi eventi di scultura negli Emirati Arabi patrocinati dall’Emiro Nahayan Mabarak Al Nahayan, ministro dell’educazione e della ricerca scientifica, e una grande opera in marmo statuario è stata installata nella piazza principale di Opatija in Croazia. Sferico è operativo in Canton Ticino, ma è spesso tra i cantieri di marmo del Vietnam, dove realizza grandi sculture in marmo e basalto e fonderie europee dove esegue le fusioni in bronzo. Nuovo è l’atelier di pittura a Venezia. Attualmente è impegnato nello sviluppo di una nuova tecnica realizzativa di sculture monumentali con materiali leggeri di ultima generazione.

Dettagli

Inizio:
giovedì 23 Settembre 2021
Fine:
sabato 6 Novembre 2021
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , ,

Luogo

MUSEO GIPSOTECA GIANLUIGI GIUDICI
Riva Antonio Caccia 1a
Lugano, 6900 Svizzera
+ Google Maps
Telefono:
+41 (0)91 9804141
Visualizza il sito del Luogo