Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Silvia Leveroni Calvi. Il soffio del silenzio sulla terra

giovedì 13 settembre 2018 - sabato 13 ottobre 2018

Silvia Leveroni Calvi. Il soffio del silenzio sulla terra

sede: Galleria Febo e Dafne (Torino).
cura: Paola Stroppiana.

Nel “Il soffio del silenzio sulla terra” Silvia Leveroni Calvi concentra le sue riflessioni sul tema del paesaggio.
In queste tele dalle dimensioni ridotte, “esprime appieno, pur nella dimensione contenuta, la profondità della sua ricerca artistica: un astrattismo rigoroso, persino geometrico, e al contempo fortemente emozionale, poetico, che instaura con la Natura un rapporto viscerale e salvifico.
Una scelta attenta di cromatismi dalle tonalità terree e metalliche ben argomenta la composizione, anche grazie ad una profonda consapevolezza del gesto e della materia, resa densa e corposa, e una originale reinterpretazione della tecnica della pittura a fresco su supporti mobili” – dalle parole della curatrice Paola Stroppiana.

L’amore per la natura è una costante del percorso artistico della Leveroni Calvi che, prima di dedicarsi completamente alla sua produzione artistica, si era laureata a Torino in scienze agrarie. Una poetica che riversa, oltre che nei soggetti, anche nelle scelte delle tecniche artistiche: pigmenti naturali, gessi, oli, lino e tele naturali. Come in un procedimento alchemico, l’artista traduce le tecniche dell’affresco trasponendole su tele di lino o tavole di legno.

Torinese di nascita, Silvia Leveroni Calvi manifesta il suo amore per la natura coniugando arte e scienza. Forte dell’esperienza di ricercatrice laureatasi all’Università di Torino, Facoltà di Scienze Agrarie, si avvicina alle arti visive in seguito a scelte esistenziali che la portano a stabilirsi in Francia e all’incontro con Geneviève Asse. Studia storia dell’arte presso l’Università di Villejean e frequenta corsi di disegno, pittura e decorazione d’interni per poi completare la sua formazione artistica nei laboratori di Patrick Letendre. Esordisce professionalmente nel decennio scorso inaugurando a Rennes, nel cuore della Bretagna, il suo studio d’artista – l’Atelier “5 Hoche”. In quel momento significativo i pastelli e gli oli su tavola della sua primeva produzione artistica, influenzata dall’Impressionismo, hanno già “ceduto il passo” alle pitture realizzate con una tecnica che prevede l’uso di pigmenti naturali, gesso e olio su tela di lino. Si tratta di una tecnica elaborata muovendo dall’affresco, ma sostituendo il gesso all’intonaco di calce e polvere di marmo per inglobare il pigmento nello strato pittorico e cristallizzare così un’immagine che è della “stessa sostanza dei sogni” di William Shakespeare. Autori contemporanei affermati quali Giampaolo Talani e la spagnola Marissa Calbet, per citarne solo alcuni, hanno declinato la propria ricerca artistica reinterpretando la tecnica della pittura a fresco su supporti mobili (tela o tavola). Dal 2008 Silvia Leveroni Calvi ha esposto quale artista professionista in diverse mostre collettive e personali oltre a quelle testé menzionate, soprattutto a Rennes – presso l’Orangerie du Thabor, la Galerie Antre Temps, il Cabinet Bescond Associés, l’Espace Journées des Métiers d’Art e nel proprio atelier – ma anche alla Galerie Espace Expo di Betton e al Fort National di Saint-Malo. Guardando alla fotografia, in particolare alla fotografia numerica, agli inizi di questo decennio ha intrapreso una ricerca artistica che l’ha portata a realizzare i suoi “clichés peints”. Del 2012 sono le sue prime figurazioni – de “La chaise et bien d’autres” – che paiono silhouettes proiettate su fondi indistinti, irregolari, come nelle calotipie dei Pittorialisti. Del 2015 sono le Marine dai toni grigio-azzurri dei silicati naturali di Bretagna, usati come pigmenti anche in alcune composizioni astratte e figurative più recenti. Del 2017 è la partecipazione alla Florence Biennale. Mentre per l’anno ancora in corso ha partecipato alle fiere d’arte internazionali: Karlsruhe, presentata dalla galleria GNG, Parigi, e Bruxelles Affordable Art fair presentata dalla galleria Febo e Dafne, Torino. Hanno scritto di lei: Yves Buëssel du Bourg, Gaêl Codé, Gaël Coupé, Daniel Leuwers, Patrick Maillet, Mathilde Mignon, Michel Simon e Melanie Zefferino.

Inaugurazione 13 settembre ore 18.00

Dettagli

Inizio:
giovedì 13 settembre 2018
Fine:
sabato 13 ottobre 2018
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,

Luogo

GALLERIA FEBO E DAFNE
Via della Rocca, 17
Torino, 10123 Italia
+ Google Maps
Telefono:
331 3962965
Sito web:
www.feboedafne.org