Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Un Geografo alla Corte dei Re di Napoli

martedì 20 maggio 2014 - domenica 31 agosto 2014

L’Archivio di Stato di Napoli dedica la mostra documentaria e iconografica “Un Geografo alla corte dei Re di Napoli” al geografo e cartografo padovano Giovanni Antonio Rizzi Zannoni (Padova 1736 – Napoli 1814), organizzata nell’ambito delle celebrazioni per il bicentenario della morte, indette dal Comitato presieduto da Vladimiro Valerio.
La mostra si propone, tra l’altro, di spostare oltre il confine del già noto, la conoscenza della complessa e controversa figura di Rizzi Zannoni, già affermato negli anni ’60 del XVIII secolo a Parigi.
Egli si trasferì a Napoli nel 1781 su richiesta del re Ferdinando IV di Borbone per realizzare una carta topografica del Regno. Qui accrebbe la sua fama, contribuendo alla nascita della moderna cartografia geodetica nel Mezzogiorno d’Italia, dove, tra l’altro, diresse il Real Officio Topografico.

e_1544_02

Giovanni Antonio Rizzi Zannoni (Padova 1736-Napoli 1814) è annoverato tra i maggiori geografi e cartografi italiani in età moderna.
Lasciata giovanissimo la città di Padova si recò in Germania, dove si formò alle scienze matematiche e astronomiche pubblicando per gli stabilimenti geografici di Seutter e di Homann.
Trasferitosi a Parigi, nel 1760 attirò l’attenzione degli astronomi europei per la pubblicazione di una Epistula con la quale chiedeva di effettuare osservazioni astronomiche simultanee per determinare le differenze di longitudine di parecchi luoghi del centro Europa.
Il primo importante incarico venne dal Re di Napoli che gli commissionò un carta del Regno, pubblicata a Parigi nel 1769.
Lasciata Parigi, nel giugno del 1776, si stabilì a Venezia ave iniziò a lavorare per una carta degli Stati Veneti e ad altri progetti, tra i quali un carta del Padovano in 12 fogli.
Nel giugno del1781 si trasferì a Napoli, su richiesta del re, per realizzare una carta topografica del Regno.
Il suo trasferimento a Napoli portò alla nascita della moderna cartografia geodetica nel Mezzogiorno d’Italia.
Egli fu l’ultimo autentico geografo di corte in un mondo che si andava radicalmente e velocemente trasformando sotto gli impulsi della rivoluzione francese e delle nuove tecniche di rilevamento e di calcolo geodetico.

Dettagli

Inizio:
martedì 20 maggio 2014
Fine:
domenica 31 agosto 2014
Categoria Evento:

Luogo

ARCHIVIO DI STATO DI NAPOLI
piazzetta del Grande Archivio, 5
Napoli, 80138
+ Google Maps
Telefono:
081 5638111
Sito web:
http://www.archiviodistatonapoli.it/