Emergenza sanitaria
 

Metti in evidenza il tuo Evento!
 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Virginie Rebetez. Malleus maleficarum

domenica 31 Ottobre 2021 - giovedì 23 Dicembre 2021

Virginie Rebetez. Malleus maleficarum

sede: Consarc Galleria (Chiasso, Svizzera).
cura: Aline d’Auria.

Virginie Rebetez, artista e fotografa svizzera residente a Losanna, presenta per la prima volta in Ticino il suo lavoro Malleus Maleficarum, realizzato nell’ambito dell’11esima edizione dell’Enquête photographique fribourgeoise.
In Ticino sarà presente con una serie fotografica composta da ritratti, paesaggi, da un video: Sedute Medianiche. Incontro con Claude Bergier (HD 23 minuti, solo audio su nero) e dal libro in vendita e in mostra, edito nel 2018 da BCU Fribourg e Meta/Books, Amsterdam.

Il titolo Malleus Maleficarum, in italiano Il martello delle malefiche (delle streghe), ci arriva da un trattato del 1487 usato come guida teorica contro la stregoneria. Rebetez se ne serve come punto di partenza per riabilitare un passato nel quale ci si serviva di questo testo come scusa e mezzo per accusare chi, secondo le credenze di allora, veniva definito come “diverso” e quindi pericoloso per la società. Claude Bergier, guaritore e presunto stregone messo al rogo nel 1628, è il fil rouge che Rebetez usa come ponte tra passato e presente, tra i medium di oggi e gli stregoni di allora, senza mai sfociare però nel voyeurisme, ma sfidando la storia e ciò che ne rimane.

“(…) Propongo all’anima di Claude Bergier di venire, se è d’accordo. Di avvicinarsi, se è proprio lui. Per avere una discussione sana. Una discussione di pace, di semplicità. Con noi, i vivi, e tu, il defunto. (…)”
(tratto da Sedute Medianiche. Incontro con Claude Bergier, video HD, 23 minuti, solo audio su nero).

Malleus Maleficarum è un lavoro che ci fa riflettere sulla complessità del medium, siano esse persone o mezzo fotografico, in passato e ai nostri giorni, e consente un’ulteriore riflessione oltre che sulla storia, sul concetto stesso di fotografia, quale traccia. Da tempo il lavoro di Rebetez ruota attorno al tema dell’assenza, dell’invisibile e della partenza spingendo sempre di più sé stessa e il mezzo fotografico.
Non è nemmeno casuale che la mostra veda la sua apertura a Chiasso il 31 ottobre, la vigilia di Ognissanti, festa celtica cristianizzata che precede il giorno dedicato ai defunti dalla religione cattolica, un clin d’oeil al lavoro di Rebetez e alla sua mostra.

“(…) Sa per caso se nel ventre di sua mamma, qualcosa avrebbe potuto andare storto, per lei? (…)”

La mostra è accompagnata dal catalogo edito da BCU Fribourg & Meta/Books, Amsterdam con testi di Elisa Rusca e Olga Yatskevich.

Inaugurazione
domenica 31 ottobre 2021 dalle ore 11 alle 17

Dettagli

Inizio:
domenica 31 Ottobre 2021
Fine:
giovedì 23 Dicembre 2021
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , ,

Luogo

CONSARC GALLERIA
Via Gruetli 1
Chiasso, CH-6830 Svizzera
+ Google Maps
Telefono:
+41 91 6837949
Visualizza il sito del Luogo