Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Alfredo Todisco. Storia naturale di una passione

7,00

1 Libro
Formato: Copertina rigida con sopracoperta
Dimensioni: 14×22
Pagine: 170
Valutazione Supporto: Excellent (Usato poche volte)
Valutazione Copertina: Excellent (Quasi nuovo)
Anno: 1976
Editore: Rizzoli (1976)
Edizione/Collana/Serie/Numero: Prima edizione, marzo 1976
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa
Codice: TDN0751

1 disponibili

COD: TDN0751 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

A quarant’anni Sebastiano Rispoli incontra in Delfina qualcosa piu’ dell’immagine di una bella donna: ma un archetipo nascosto fin da prima della sua nascita in una piega del suo cervello. Egli viene attratto dalla luce d’oro di lei come chi, dopo essere stato chiuso a lungo in una caverna scura, vede lumeggiare nel fondo la fessura dell’uscita. Esangue, ritrosa, gli istinti stanchi di un antico casato, Delfina, dopo un matrimonio difficile, soffre dell’abbandono dell’unico uomo che, per breve tempo, le ha rivelato il sapore, mai provato prima, dei sensi. Quando incontra Sebastiano, dall’appassionato temperamento di meridionale, risponde con il consenso della donna che incontra, con l’uomo giusto, la promessa della pace. Ma l’innamoramento dura solo tre giorni, un po’ inspiegabilmente. La vicenda di questo romanzo di Todisco comincia nel momento in cui l’accensione di Delfina cede bruscamente a un sentimento ambiguo, oscillante, misto di ritrazioni e di abbandoni, di ritorni e di pentimenti, al limite di una tensione sempre sul punto di spezzarsi. E’ la storia di una dissoluzione affettuosa, intima in cui il protagonista non solo vive, ma dichiara la sua passione, sullo sfondo di una originale ‘filosofia della natura’. Uno dei temi fondamentali che si svolgono dietro alla love story, e’ l’accusa alla freddezza tecnologica, alla ragione separata dalla natura – tipica della societa’ moderna – quale causa dell’involuzione affettiva e della distruzione fisica del mondo. Emblematica in questa atmosfera, la rievocazione dell’ombra di Gabriele d’Annunzio, riscoperto come l’ultimo grande poeta dell’unita’ della natura e dell’uomo. Nell’ostilita’ all’Eros dannunziano, Sebastiano fiuta il segreto amore della morte che dal cristianesimo e’ passato direttamente nel cuore della societa’ capitalistica, che produce merci facendo ‘terra bruciata’. E’ il senso della fine del mondo, su cui si proietta il disfacimento della vicenda privata dei protagonisti che spiega il titolo polemico del romanzo ‘Storia naturale di una passione’.

Alfredo Todisco. Storia naturale di una passione
Titolo: Storia naturale di una passione
Autore: Alfredo Todisco
1 Libro
Formato: Copertina rigida con sopracoperta
Dimensioni: 14×22
Pagine: 170
Valutazione Supporto: Excellent (Usato poche volte)
Valutazione Copertina: Excellent (Quasi nuovo)
Anno: 1976
Editore: Rizzoli (1976)
Edizione/Collana/Serie/Numero: Prima edizione, marzo 1976
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa
Codice: TDN0751

Note:
Alfredo Todisco, dopo gli studi universitari a Trieste, ha esordito nel giornalismo collaborando al ‘Mondo’ di Mario Pannunzio a partire dal 1949. Nei vent’anni successivi e’ stato corrispondente, inviato speciale, articolista, redattore per conto di grandi quotidiani italiani. Ha pubblicato ‘Irene in Africa’ (1949), suo romanzo giovanile; ‘Viaggio in India’ (1962), ‘Campionario’ (1966), ‘Il corpo’ (1972), ‘Animali addio’ (1973), ‘Breviario di ecologia’ (1974).