Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Barry Day. E questa la chiamate creatività?

7,00

1 Libro
Formato: Copertina flessibile
Dimensioni: 15×23
Pagine: 284
Valutazione Supporto: Very good (Usato più volte, qualità buona)
Valutazione Copertina: Very good (In buona condizione)
Anno: 1987
Editore: Lupetti & Co. (1987)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Spettacolo
EAN/ISBN/ASIN Cod: 9788885838079

1 disponibili

Descrizione

La creatività non è in luoghi misteriosi.
No, non è il solito libro sulla creativita pubblicitaria. Anzi, dimostra che la creativita… non esiste. O meglio, secondo Barry Day, che è uno stratega della pubblicità e uno dei più importanti pubblicitari dei nostri giorni, la creativita non salta fuori dal cilindro del solito prestigiatore-persuasore, occulto o palese.

Nella leggenda
Seguendo le grandi campagne, da Coca Cola a Kodak, da Martini a Chanel, da Esso a Bell Telephon, e poi Heineken, Cointreau, Sony e IBM, tanto per nominarne alcune, si può finalmente afferrare questa “creativita” e vederla per quello che è: un riflesso della società, un modo con cui gli individui “parlano” e si raccontano attraverso il linguaggio e la seduzione delle merci.

La politica della persuasione
Pubblicità commerciale e politica. Barry Day analízza anche i “grandi comunicatori” e i loro messaggi. Da Kennedy a Nixon, dalla Thatcher a Reagan, dal vecchio Ike a Jimmy Carter, il “venditore di noccioline”. “Vendere” un politico è come vendere una saponetta? Che creativita è mai quella che ha portato Reagan per la seconda volta alla Casa Bianca? Barry Day presenta la “politica delle facce” e del particolare a cui ci ha abituato la TV, presenta i messaggi dei politici, li smonta, li analizza, mostrando, ancora una volta, come chi sa afferrare gli umori e i pensieri della gente riesce a “fabbricare” un comunicatore credibile. O per lo meno, vincente.

La confusione dei media
Una parte del libro è dedicata al rapporto del pubblico con la televisione e la stampa. Seguendo nell’analisi la traccia del maestro e amico Marshall Mcluhan si entra nella nostra storia contemporanea della confusione dei media vista attraverso messaggi che in apparenza vendono merci, prodotti, servizi, Presidenti e Primi Ministri. Nella realtà vendono stili di vita, metafore dell’esistenza e dell’esistente.

Barry Day. E questa la chiamate creatività?
Titolo: E questa la chiamate creatività?
Autore: Barry Day
1 Libro
Formato: Copertina flessibile
Dimensioni: 15×23
Pagine: 284
Valutazione Supporto: Very good (Usato più volte, qualità buona)
Valutazione Copertina: Very good (In buona condizione)
Anno: 1987
Editore: Lupetti & Co. (1987)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Spettacolo
EAN/ISBN/ASIN Cod: 9788885838079