Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Carlo Cassola. Un uomo solo

6,00

1 Libro
Formato: Copertina flessibile
Dimensioni: 11×17.8
Pagine: 136
Valutazione Supporto: Good (Molto usato, qualità discreta)
Valutazione Copertina: Good (In condizioni appena sufficienti)
Anno: 1978
Editore: BUR Biblioteca Universale Rizzoli (1978)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa
Codice: TDN1211

1 disponibili

Descrizione

Una profonda malinconia e’ la nota dominante di questo racconto cassoliano, che si svolge in un piccolo paese della provincia di Grosseto, negli anni precedenti la seconda guerra mondiale. Il paesaggio mirabilmente nitido, tagliato da grandi fasce d’ombra e di luce, si fonde con lo stato d’animo dei personaggi: la giovane Grazia, che si getta nella vita con la sua volonta’ di dominio e le sue torbide contraddizioni (in questo senso e’ uno dei piu’ complessi caratteri femminili creati da Cassola), e suo padre Tito, che dalla vita sta prendendo congedo. A poco a poco Tito si rivela il vero protagonista, che accentra l’interesse del narratore e del lettore. Anarchico ottocentesco, candido e onesto, non si e’ mai piegato al fascismo e ne ha sopportato le conseguenze: attorno a lui c’e’ il vuoto, e tutto si rivela come un’illusione. L’ideale anarchico non trionfera’ mai, i migliori sono in carcere o emigrati, la massa e’ inerte; anche la moglie e la figlia lo disprezzano, perche’ non ha saputo farsi largo nel mondo, diventare un borghese. A Tito, nella sua solitudine, non rimane che una sterile soddisfazione: ‘la coscienza di aver tenuto fede alle proprie idee’.

Carlo Cassola. Un uomo solo
Titolo: Un uomo solo
Autore: Carlo Cassola
1 Libro
Formato: Copertina flessibile
Dimensioni: 11×17.8
Pagine: 136
Valutazione Supporto: Good (Molto usato, qualità discreta)
Valutazione Copertina: Good (In condizioni appena sufficienti)
Anno: 1978
Editore: BUR Biblioteca Universale Rizzoli (1978)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa
Codice: TDN1211

Carlo Cassola e’ nato a Roma il 17 marzo 1917 ed e’ morto a Montecarlo di Lucca nel 1987. Con uno stile essenziale ha tratteggiato efficacemente gli aspetti piu’ semplici dell’esistenza. Esordi’ nella letteratura durante la guerra con racconti brevi e prose riuniti nel volume ‘La visita’ (1942). Sue opere principali sono i romanzi: ‘La ragazza di Bube’ (1960, Premio Strega), ‘Un cuore arido’ (1961), ‘Il cacciatore’ (1964), ‘Ferrovia locale’ (1968), ‘Paura e tristezza’ (1970), ‘Monte Mario’ (1973, Premio Selezione Campiello), ‘Gisella’ (1974), ‘L’antagonista’ (1976), ‘La disavventura’ (1977), ‘L’uomo e il cane’ (1978, Premio Bagutta), ‘Il taglio del bosco’ (1959), ‘Tempi memorabili’ (1966), ‘Storia di Ada’ (1967).