Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Emile Ajar. La vita davanti a sè

8,00

1 Libro
Formato: Copertina rigida con sopracoperta
Pagine: 210
Valutazione Supporto: Excellent (Usato poche volte)
Valutazione Copertina: Excellent (Quasi nuovo)
Anno: 1976
Editore: Rizzoli (1976)
Edizione/Collana/Serie/Numero: Seconda edizione: ottobre 1976
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa, Romanzo
Codice: TDN0699

1 disponibili

COD: TDN0699 Categoria: Tag: , , , ,

Descrizione

Momo’ e’ un orfano arabo di tre anni, allevato da un ex prostituta ebrea in quella moderna corte dei miracoli che e’ il quartiere parigino di Belleville, e in questo romanzo si pone di diritto tra le poche, indimenticabili figure infantili della letteratura moderna. Caparbio e precocemente maturo come Gavroche, sensibile come Petit Chose, umiliato e ribelle come Jacques Vingtras, Momo’ non ha bisogno della famiglia, della scuola o delle barricate per scoprire l’inferno della vita: gli basta lo squallore della sua esistenza quotidiana, la miseria e la desolazione che ha conosciuto nel ‘rifugio’ di Madame Rosa e che cerca di garantisi come il suo unico e possibile bene. Narratore patetico della sua avventura, Momo’ parla con la semplicita’ e la buffa incoerenza che sono proprie della sua eta’ e della sua incoltura racconta le sue giornate di vagabondaggi e le sue scoperte, le sue astuzie e le sue debolezze, le ingenue spacconate, gli affetti scontrosi e le ancestrali paure. E come nel deserto di volgarita’ e di cruda abiezione che lo circonda sgorga il miracolo della sua precoce saggezza e del suo delicatissimo amore, cosi’ dal labirinto delle sue misere risorse espressive, dai bisticci della sua ingenua filosofia, dalla semantica stravolta delle sue riflessioni, approssimative per difetto, nasce il miracolo, ancora piu’ inatteso, di una visione diretta e crudele della realta’, la scoperta traumatica di un mondo che i nostri pregiudizi e la nostra cultura erano riusciti finora a nascondere. Ingenua poesia e greve realta’ convivono sulle pagine di questo libro con la stessa naturalezza con cui Momo’ riesce a conciliarle nella sua infanzia di paria e il raccapriccio che si prova di fronte agli orrori del suo memoriale si mitiga, solo per il tempo della lettura, con le risorse di un involontario ‘humour noir’ e si stempera nell’intensa commozione di una purissima storia d’amore.

Lo pseudonimo di Emile Ajar cela un giovane scrittore che, dopo il promettente esordio di ‘Gros-Calin’ nel 1974, e’ arrivato al successo pieno con questo suo secondo romanzo, a cui e’ stato attribuito il Premio Goncourt 1975. Un premio inatteso e clamorosamente rifiutato da Emile Ajar, piu’ che mai deciso a risparmiarsi gli inevitabili contraccolpi della celebrita’. Il romanzo ha visto la critica nettamente divisa sui due fronti dell’esaltazione e della stroncatura, ma ha avuto un tale successo di pubblico, che ha provocato tirature vertiginose.

Emile Ajar. La vita davanti a sè
Titolo: La vita davanti a sè
Autore: Emile Ajar
1 Libro
Formato: Copertina rigida con sopracoperta
Pagine: 210
Valutazione Supporto: Excellent (Usato poche volte)
Valutazione Copertina: Excellent (Quasi nuovo)
Anno: 1976
Editore: Rizzoli (1976)
Edizione/Collana/Serie/Numero: Seconda edizione: ottobre 1976
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa, Romanzo
Codice: TDN0699