Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Miguel Bonasso. Dove ardeva la memoria

6,00

1 Libro
Formato: Copertina flessibile con alette
Dimensioni: 15.5×22.5
Pagine: 222
Valutazione Supporto: Good (Molto usato, qualità discreta)
Valutazione Copertina: Good (In condizioni appena sufficienti)
Anno: 1991
Editore: Interno Giallo Editore (1991)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa
EAN/ISBN/ASIN Cod: 9788835600503

1 disponibili

COD: 9788835600503 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

Una ricerca del tempo perduto, un dolente percorso a ritroso per ritrovare la propria identita’, ma soprattutto, l’orgogliosa affermazione che i ricordi, per quanto negativi, sono un’irrinuncialbile parte di noi stessi. Questo, il punto di partenza e il significato di ‘Dove ardeva la memoria’, un grande romanzo che e’ allo stesso tempo un’accurata e crudele esplorazione del passato e del presente dell’Argentina e un’incursione nel territorio della memoria. Dopo undici anni di esilio, Sergio Di Rocco, un giornalista argentino trapiantato in Messico, torna a Buenos Aires per scoprire se sua moglie, imprigionata dalla dittatura, abbia rivelato sotto tortura, prima di essere assasinata, l’indirizzo della casa dove avevano abitato insieme. Piu’ che la conferma di un tradimento, Sergio Di Rocco – a poco a poco, attorniato dai vecchi amici, che si uniscono a lui in questa sorta d’indagine collettiva – cerca un nuovo senso da dare non solo alla sua vita, ma ai concetti di lealta’ e solidarieta’, vittoria e sconfitta

Miguel Bonasso. Dove ardeva la memoria
Titolo: Dove ardeva la memoria
Autore: Miguel Bonasso
1 Libro
Formato: Copertina flessibile con alette
Dimensioni: 15.5×22.5
Pagine: 222
Valutazione Supporto: Good (Molto usato, qualità discreta)
Valutazione Copertina: Good (In condizioni appena sufficienti)
Anno: 1991
Editore: Interno Giallo Editore (1991)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa
EAN/ISBN/ASIN Cod: 9788835600503

Note:
Miguel Bonasso e’ nato a Buenos Aires da famiglia di origine piemontese. Sindacalista dell’Associazione giornalisti argentina, e’ stato redattore capo di varie pubblicazioni e fondatore del quotidiano Noticias di Buenos Aires, che e’ stato chiuso nel settembre 1974 per ordine di Jose’ Lopez Rega. Dopo il colpo di stato militare del marzo 1976, i tribunali segreti dei golpisti lo condannano a morte. Clandestino in Argentina, nell’aprile 1977 lascia la sua terra. Qui fa il corrispondente di varie pubblicazioni. In Italia, oltre a ‘Dove ardeva la memoria’ e’ uscito il suo romanzo-verita’ ‘Ricordo della morte’.