Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Nannetti. La polvere delle parole

16,00

Acquista su Amazon:
“Nannetti. La polvere delle parole”
di Paolo Miorandi (Autore)
Editore: Exòrma (3 marzo 2022)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8831461346
ISBN-13: 978-8831461344
Peso articolo: 200 g
Dimensioni: 12.4 x 1.6 x 18.4 cm

Descrizione

Le storie vengono, rimangono per un po’ e se ne vanno; di tanto in tanto vanno a posarsi sulle pagine dei libri; in fondo scrivere assomiglia al cercare un posto dove posare cose ingombranti, in depositi che non stiano necessariamente dentro la nostra testa.

Nannetti scrive sul muro: “Amo il mio essere materiale come me stesso” “Io sono un astronautico ingegnere minerario nel sistema mentale”

Oreste Fernando Nannetti (Roma, 31 dicembre 1927, Volterra, 24 novembre 1994), anche conosciuto con lo pseudonimo NOF4, ispirato al numero di matricola che gli venne assegnato all’ingresso nel manicomio di Volterra, trascorre quasi per intero la sua esistenza passando di istituto in istituto, di ospedale in ospedale. Da ultimo approda al manicomio di Volterra dunque, nel padiglione Ferri, il reparto giudiziario.
Aldo Trafeli, uno degli infermieri della sorveglianza, si accorge che Nannetti con la fibbia della sua “divisa da matto” sta trasformando il muro del padiglione in un immenso graffito considerato oggi, a livello internazionale, un esempio unico di Art Brut. Incide segni indecifrabili, parole e disegni. Ora dopo ora, giorno dopo giorno, chiuso in un totale mutismo, segnando l’intonaco scrive il libro della sua sopravvivenza. Aldo Trafeli è un personaggio chiave di questa storia, è forse l’unico che riesce ad accedere ai pensieri di Nannetti, che “traduce” la sua opera. Trafeli copia e trascrive il graffito, mentre il muro a poco a poco si sbriciolerà e le parole torneranno ad essere polvere, pagine strappate da un quaderno di sabbia e calce.

Il libro di Paolo Miorandi è una partitura a tre voci: quella di Nannetti, quella di Trafeli e quella del narratore che si rincorrono e si confondono sulla pagina raccontando la vicenda di Nannetti e delle altre figure che si muovevano sullo sfondo della straziante banalità dell’istituzione manicomiale. Miorandi all’inizio del millennio, visita più volte, padiglioni abbandonati del manicomio, raccogliendo questa storia dalla viva voce di Aldo. Nel 2021 tornerà a Volterra assieme al fotografo Francesco Pernigo, andrà in cerca dei “resti”, per farsi ancora una volta interprete del lavoro compiuto dal tempo sulle parole di Nannetti. Nannetti, la polvere delle parole è il frutto di questo nuovo pellegrinaggio laico.

Acquista su Amazon:
“Nannetti. La polvere delle parole”
di Paolo Miorandi (Autore)
Editore: Exòrma (3 marzo 2022)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8831461346
ISBN-13: 978-8831461344
Peso articolo: 200 g
Dimensioni: 12.4 x 1.6 x 18.4 cm

Paolo Miorandi è nato e vive a Rovereto in Trentino. Lavora come psicoterapeuta e dedica alla scrittura parte del suo tempo. Oltre a contributi in ambito specialistico, ha pubblicato: In basso a sinistra. Un viaggio in Cile (2003); Ospiti (2010); Lessico di Hiroshima (2015), portato in scena con le musiche originali composte da Roberto Conz. Per Exòrma Edizioni sono usciti Verso il bianco. Diario di viaggio sulle orme di Robert Walser (2019) e L’unica notte che abbiamo (2020). Da Nannetti è stato tratto il cortometraggio Libro di sabbia, realizzato con il regista Lucio Fiorentino.

Francesco Pernigo vive tra il Trentino e la Sardegna.?Dal 2003 lavora come fotografo free lance affiancando all’attività professionale progetti di ricerca legati al paesaggio e all’indagine della relazione tra gli oggetti e il loro contesto culturale. Nel 2015 ha pubblicato con Michele Mari Asterusher – Autobiografia per feticci