Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Nika Zupanc: Breaking the Rules

60,00

Acquista su Amazon:
“Nika Zupanc: Breaking the Rules”
di Domitilla Dardi (Avanti), Agata Toromanoff (Collaboratore)
Editore: Rizzoli (11 ottobre 2022)
Lingua: Inglese
Copertina rigida: 240 pagine
ISBN-10: 8891833770
ISBN-13: 978-8891833778
Peso articolo: 567 g

Descrizione

Rizzoli New York annuncia la presentazione di Nika Zupanc, Breaking The Rules, il primo esaustivo volume dedicato alla designer slovena.
Disponibile dal 20 settembre 2022 in Europa e UK e dall’11 ottobre nel resto del mondo, il libro si concentra sulla carriera di Nika Zupanc, a partire dalla sua prima partecipazione al Salone Satellite di Milano del 2008 fino ai suoi ultimi progetti di interior design, le sue collezioni per brand di moda e design oltre ai suoi oggetti in edizione limitata.

Scopo della pubblicazione è svelare il procedimento che la porta a concepire, progetti, le sue fonti di ispirazione e il rapporto con il sovvertimento dell’iconografia e la rottura degli stereotipi, superando, limiti tramite oggetti e ideazioni ispirati alle forme eleganti del passato, eppure profondamente radicati nel mondo contemporaneo grazie all’utilizzo dei processi produttivi innovativi e dei materiali più recenti.

Il libro verrà presentato il 29 settembre presso l’iconica Libreria Rizzoli in Galleria Vittorio Emanuele, a Milano. Nika Zupanc sarà in conversazione con Domitilla Dardi, curatrice e autrice della prefazione. Nika Zupanc, Breaking The Rules riassume il mondo interiore della designer e il modo in cui lei lo ha trasformato in progetti, oggetti, design di interni. Suddiviso in quattro sezioni – Stories incentrata sulle collezioni, Characters sui singoli progetti, Statements sulle limited editions e Universes sull’interior – il volume rappresenta un modo per la designer di esprimere il senso più profondo del suo lavoro, rivelando al pubblico la propria storia e l’ispirazione che guida il suo lavoro.

Acquista su Amazon:
“Nika Zupanc: Breaking the Rules”
di Domitilla Dardi (Avanti), Agata Toromanoff (Collaboratore)
Editore: Rizzoli (11 ottobre 2022)
Lingua: Inglese
Copertina rigida: 240 pagine
ISBN-10: 8891833770
ISBN-13: 978-8891833778
Peso articolo: 567 g

Nata a Lubiana, Nika Zupanc si è laureata all’Accademia di Belle Arti e Design della sua città, Dipartimento di Design Industriale, e ha ottenuto il riconoscimento internazionale con Lolita Lamp il suo primo oggetto a venire prodotto industrialmente da Moooi nel 2007. Quello fu l’inizio di un percorso di grande successo che avrebbe unito un’estetica altamente riconoscibile a una profonda riflessione sul design, basata sull’idea che le icone e, simboli possono essere usati in modo diverso, possono essere sovvertiti e il loro significato di conseguenza cambiato. Pur raccogliendo riferimenti e spunti dalla cultura e dalla realtà quotidiana, uno degli obiettivi della designer consiste nello sfidare gli stereotipi. L’atto di ribellione di Zupanc sta nell’invertire il significato originario degli archetipi, inclusi quelli che riguardano la femminilità, in modo da conferire agli oggetti nuove identità gender neutral e degne di attenzione. “Sono molto interessata a tutto ciò che viene detto tra le righe, non nei messaggi diretti ma in quelli nascosti”, aggiunge. Usando una metodologia sovversiva, Nika Zupanc progetta in modo ironico, tuffandosi con brillantezza nella filosofia dei brand e nelle tecnologie che usano dando vita a collaborazioni uniche e soluzioni originali.

Lolita Lamp e Ribbon chair sono, protagonisti della sezione Characters, incentrata sui progetti singoli.
Disegnata per Moooi, Lolita lamp, il cui nome è chiaramente ispirato alla protagonista del romanzo di Nabokov, rappresenta la volontà di stupire il pubblico, giocando con un aspetto apparentemente ironico che in realtà nasconde un significato più profondo, attraverso il motivo che richiama un merletto, la forma morbida e sensuale e a un rivoluzionario colore rosa rivoluzionario, che all’epoca rappresentava un’affermazione piuttosto rischiosa. Ribbon chair, inizialmente realizzata per la mostra Miss Dior e adesso prodotta da Queeboo, utilizza la decorazione per contrastare la superficialità di un archetipo. L’approccio di Zupanc è di stare lontana dal minimalismo di per sé, entrando nel cuore di ogni progetto con ironia e spirito provocatorio, ponendo sempre un’estrema attenzione ai processi produttivi e ai materiali scelti.