Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Pratiche architettoniche a confronto nei cantieri italiani della seconda metà del Cinquecento

Copertina flessibile: 301 pagine
Editore: Officina Libraria (7 marzo 2019)
Collana: Saggi in officina
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8899765995
ISBN-13: 978-8899765996
Peso di spedizione: 880 g

Descrizione

Secondo la più recente critica storiografica, la comprensione delle pratiche architettoniche sta acquisendo un’importanza sempre maggiore nell’analisi delle dinamiche edilizie.
Per questo motivo si sono tenute presso l’Archivio del Moderno dell’Università Svizzera Italiana alcune giornate di studio sul tema, testimoniate dai relativi atti. Grazie a questo materiale è possibile indagare sia la struttura che le tecniche dei cantieri in corso d’opera in Italia nella seconda metà del XVI secolo, ponendo a confronto, nello specifico, esempi paradigmatici di cantieri edili gestiti dagli architetti della famiglia Fontana, originaria del Canton Ticino, a Roma e a Napoli, con altri cantieri coevi sul territorio italiano.

Da questi materiali quindi, che raccolgono gli interventi di numerosi studiosi, nasce il volume “Pratiche architettonichea confronto nei cantieri italiani della seconda metà del Cinquecento”, a cura di Maria Felicia Nicoletti e Paola Carla Verde, edito da Officina Libraria e disponibile in libreria dal 7 marzo
Il volume si compone di diversi saggi volti ad analizzare molteplici aspetti del tema: dalla messa a punto di pratiche architettoniche dove confluiscono e si contaminano le esperienze delle varie famiglie di capomastri, alle specificità operative della famiglia Fontana.

Per arrivare infine alla verifica della presenza, nei differenti contesti, di famiglie di origine ticinese che si affermano assicurandosi l’appalto dei maggiori cantieri edili proprio grazie alla loro comprovata abilità imprenditoriale, con lo scopo di precisare criticamente il loro contributo nei cantieri italiani della seconda metà del XVI secolo, e diffondere una più approfondita conoscenza delle pratiche architettoniche post-michelangiolesche.

Acquista su Amazon:
Pratiche architettoniche a confronto nei cantieri italiani della seconda metà del Cinquecento
di Paola Carla Verde (a cura di), Maria Felicia Nicoletti (a cura di)
Copertina flessibile: 301 pagine
Editore: Officina Libraria (7 marzo 2019)
Collana: Saggi in officina
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8899765995
ISBN-13: 978-8899765996
Peso di spedizione: 880 g

Maria Felicia Nicoletti è dottore di ricerca in Storia dell’Architettura. Nei suoi studi ha indagato in particolare l’attività di Agostino Barelli per l’ordine teatino a Bologna e a Monaco di Baviera, la diffusione di architetti e maestranze dei laghi in Romagna e l’impresa dei fratelli Fontana.

Paola Carla Verde è dottore di ricerca in Storia dell’Architettura. Ha insegnato Storia dell’architettura presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Nei suoi studi ha indagato l’opera di Domenico Fontana e di Luigi Vanvitelli, la contaminazione tra architetture romane e napoletane nell’opera di Giovanni Donadio e le pratiche di cantiere nell’Italia del secondo Cinquecento.