Ernest Hemingway. Per chi suona la campana

Ernest Hemingway. Per chi suona la campana

8,00

Ernest Hemingway. Per chi suona la campana
Titolo: Per chi suona la campana
Autore: Ernest Hemingway
Quantità: 1 Libro
Formato: Copertina rigida con sopracoperta
Dimensioni: 14×21 cm.
Pagine: 554
Valutazione Supporto: Excellent (Usato poche volte)
Valutazione Copertina: Excellent (Quasi nuovo)
Editore: Edizione CDE (1998)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Romanzo
Codice: 170316

1 disponibili

COD: 170316 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

Nel 1937 Hemingway parti’ per la Spagna, una terra cui aveva dedicato, nei suoi libri, autentiche dichiarazioni d’amore.
Ufficialmente vi andava come giornalista incaricato di seguire gli eventi della Guerra civile.
Ma le motivazione personali del viaggio erano assai piu’ profonde.
Il suo cuore batteva per un popolo che aveva conosciuto libero e festoso e il suo impegno nelle file antifranchiste fu naturale ed immediato.
Da questa esperienza nacque un grande romanzo, forse uno dei piu’ grandi del Novecento: Per chi suona la campana.
Hemingway vi racconta di Robert Jordan, un alter ego statunitense che si arruola come volontario nell’esercito repubblicano; di Pablo, il capo di un gruppo di partigiani, cui Robert si unisce per far saltare un ponte; e di Maria, una giovane ‘ribelle’ che Robert ama con tenerezza e con passione.
Scrive cosi’ un’intensa testimonianza storica e un’indimenticabile storia d’amore.
Ma soprattutto un inno, antiretorico, e per questo ancora piu’ potente, alla pace e alla liberta’.

Ernest Hemingway. Per chi suona la campana
Titolo: Per chi suona la campana
Autore: Ernest Hemingway
Quantità: 1 Libro
Formato: Copertina rigida con sopracoperta
Dimensioni: 14×21 cm.
Pagine: 554
Valutazione Supporto: Excellent (Usato poche volte)
Valutazione Copertina: Excellent (Quasi nuovo)
Editore: Edizione CDE (1998)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Romanzo
Codice: 170316

Note:
Ernest Hemingway, nato a Oak Park, Illinois, nel 1899 e morto suicida nel 1961, comincio’ giovanissimo la carriera giornalistica nel Kansas City Star.
I suoi scritti contribuirono alla formazione della prosa d’arte americana e influenzarono anche molti scrittori stranieri.
Oltre ai numerosi reportages e ai racconti giovanili, vanno ricordati: ‘Nel nostro tempo’ (1925), ‘Torrenti di primavera’ e ‘Fiesta’ (1926), ‘Addio alle armi’ (1929), ‘Morte nel pomeriggio’ (1932), ‘Verdi colline d’Africa’ (1936), ‘I Quarantanove racconti’, ‘Di la’ dal fiume e tra gli alberi’ (1950), ‘Il vecchio e il mare’ (1952) e ‘Festa mobile’, uscito postumo.
Hemingway nel 1954 ottenne il Premio Nobel per la letteratura.