Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Ken Kesey. Qualcuno volò sul nido del cuculo

8,00

1 Libro
Formato: Copertina flessibile
Dimensioni: 14×22
Pagine: 316
Valutazione Supporto: Very good (Usato più volte, qualità buona)
Valutazione Copertina: Very good (In buona condizione)
Anno: 1977
Editore: Rizzoli (1977)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa
Codice: TDN0800

1 disponibili

COD: TDN0800 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

Un ospedale psichiatrico, un reparto nel quale convivono cronici inguaribili, che non hanno retto allo scontro con il sistema, o la cui ‘diversita” non e’ stata assimilata dalle ferree leggi conformiste del sistema, e che percio’ si sono estromessi, o sono stati esclusi, dalla societa’ e segregati tra le pareti impietose di una corsia diretta con il pugno di ferro e con la sottile, distruttiva crudelta’ di Miss Ratched, la ‘Grande Infermiera’. Tutti ne sono succubi, anche il primario, ma, piu’ di ogni altro, il pellerossa Bromden, figlio di un capo tribu’, un uomo gigantesco, formidabilmente forte, ma pauroso anche della propria ombra e creduto da tutti sordo e muto. Bromden e’ lo zimbello degli inservienti negri, degli stessi pazienti e dell’infermiera, ed e’ lui a narrare la storia. La corsia, veduta attraverso il velo delle sue nebulose allucinazioni, e’ una macchina mostruosa, un insieme di cavi elettrici, di forze magnetiche, di ingranaggi manovrato dalla Grande Infermiera per estirpare ogni opposizione e piegare ogni volonta’ alle leggi della ‘Cricca’, come la chiama Bromden, la societa’ dei consumi, della tecnica e della prepotenza che ha distrutto la sua tribu’ e la sua razza. Ma un giorno arriva un pittoresco ribelle, un irlandese sanguigno, spaccone e rissoso, McMurphy, e la macchina della Grande Infermiera comincia a perdere i colpi e a scricchiolare. ‘Qualcuno volo’ sul nido del cuculo’ e’ la storia sorprendente, ora picaresca, ora truce come un incubo kafkiano, della ribellione di McMurphy e poi di Bromden contro il livellamento del conformismo e contro la crudelta’ umana, celata sotto la maschera della pieta’. L’esuberante irlandese uscira’ stritolato dagli ingranaggi dell’apparato mostruoso di Miss Ratched e della Cricca, e, in ultimo sara’ lo stesso Bromden a uccidere per pieta’ il suo grande amico. Ma la vera perdente risultera’ essere proprio Miss Ratched, mentre Bromden ne uscira’ di nuovo forte e riscattato, di nuovo padrone di se stesso e del proprio destino.

Ken Kesey. Qualcuno volò sul nido del cuculo
Titolo: Qualcuno volò sul nido del cuculo
Autore: Ken Kesey
1 Libro
Formato: Copertina flessibile
Dimensioni: 14×22
Pagine: 316
Valutazione Supporto: Very good (Usato più volte, qualità buona)
Valutazione Copertina: Very good (In buona condizione)
Anno: 1977
Editore: Rizzoli (1977)
Lingua: Italiano
Genere/Categoria: Narrativa
Codice: TDN0800

Note:
Ken Kesey e’ originario dell’Oregon e si e’ laureato in letteratura drammatica. ‘Qualcuno volo’ sul nido del cuculo’ (1962) e’ il primo succoso frutto di un grande temperamento di scrittore. Kesey si rivela qui, ancor piu’ che nel suo secondo libro, ‘Sometimes a Great Notion’ (1964), un maestro del realismo poetico. Le sue pagine, sempre tenute sul piano di un severo rigore letterario, sono di volta in volta satiriche, burlesche, sboccate, tragiche, terribili, ma sempre lasciano il segno, un segno profondo, e creano qualcosa di valido, un incredibile microcosmo di dolorante umanita’ dal quale scaturisce una denuncia tremenda e necessaria.