Altre Ecologie - Quando l'Arte protegge il Pianeta

Metti in evidenza il tuo Evento!

altri risultati...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento
 

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Art Basel 2024

giovedì 13 Giugno 2024 - domenica 16 Giugno 2024

Art Basel 2024

sede: Varie Sedi (Basilea, Svizzera).

Art Basel svela i punti salienti per l’edizione 2024, compresi i dettagli completi del suo programma ampliato a livello cittadino con Parcours, Merian, Film, Conversations e il progetto Messeplatz

  • Parcours, curato per la prima volta da Stefanie Hessler, direttrice dello Swiss Institute (SI) di New York, presenterà più di 20 installazioni di arte pubblica site-specific lungo Clarastrasse, che collega il quartiere fieristico al Reno.
  • La Messeplatz ospiterà un’importante opera dell’artista concettuale Agnes Denes, a cura di Samuel Leuenberger, fondatore di SALTS.
  • Unlimited, a cura di Giovanni Carmine, direttore della Kunst Halle Sankt Gallen, presenterà 70 installazioni su larga scala di artisti illustri ed emergenti.
  • Kabinett, il settore di Art Basel per le presentazioni tematiche all’interno degli stand principali delle gallerie, presenterà 22 progetti presentati da 23 gallerie.
  • Celebrando il suo 20° anniversario, Conversations, curato per la prima volta da Kimberly Bradley, riunirà oltre 25 leader di pensiero in 11 panel, concentrandosi sulle questioni che plasmano la cultura contemporanea.
  • Presentando una settimana di cinema straordinario e celebrando la sua 25a edizione, il programma Film, curato da Filipa Ramos, presenterà indagini di artisti, lungometraggi e un programma speciale per il pubblico giovane, dai quattro anni in poi.
  • Art Basel si svolgerà a Messe Basel dal 13 al 16 giugno 2024, con giornate di anteprima l’11 e 12 giugno.

L’edizione 2024 di Art Basel a Basilea presenterà 285 delle gallerie più importanti del mondo, mettendo in mostra opere di altissima qualità su tutti i media , tra cui pittura, scultura, fotografia e opere d’arte digitali. 22 partecipanti per la prima volta si uniranno a una solida schiera di espositori europei e gallerie di ritorno da tutto il mondo.

Oltre alle straordinarie presentazioni nei settori Galleries, Feature, Statements ed Edition, circa 70 installazioni e performance su larga scala saranno esposte nel settore Unlimited della mostra , mentre il settore Kabinett tornerà per la seconda volta all’edizione svizzera di Art Basel per mettere in risalto mostre distinte e curate all’interno degli stand principali degli espositori.

La mostra di quest’anno presenterà anche un programma ampliato a livello cittadino, che includerà l’opera fondamentale di land art di Agnes Denes Honoring Wheatfield – A Confrontation (2024) sulla Messeplatz, a cura di Samuel Leuenberger. Il settore Parcours riconcettualizzato , curato per la prima volta da Stefanie Hessler, si svilupperà lungo Clarastrasse fino al Middle Bridge, dove Art Basel attiverà il Merian per offrire al pubblico un luogo stimolante per eventi artistici e vetrine 24 ore su 24. Gratuita al pubblico, la serie Conversations di Art Basel , curata per la prima volta da Kimberly Bradley, si concentrerà sui modi per costruire e plasmare il futuro del mondo dell’arte, mentre il programma Film , a cura di Filipa Ramos, presenterà una serie unica di sondaggi, lungometraggi e un programma speciale per il pubblico giovane dai quattro anni in poi.

Maike Cruse, direttrice dell’Art Basel di Basilea, ha dichiarato : ‘Sono particolarmente entusiasta del programma ampliato a livello cittadino di quest’anno come testimonianza del polso culturale di Basilea. Il progetto Messeplatz, con l’installazione trasformativa di Agnes Denes Honoring Wheatfield – A Confrontation (2024), ridefinisce il dialogo tra ambiente, land art e valore delle cose. Il nostro settore Parcours trasforma la Clarastrasse in una mostra che esplora i temi della circolazione e della trasformazione. E il Merian non solo presenterà l’installazione di Petrit Halilaj sulla facciata, ma estenderà l’attivazione di Art Basel anche di sera e di notte. Unisciti a noi per celebrare la comunità e le possibilità illimitate di espressione artistica lungo il Reno.’

Unlimited

Il settore unico di Art Basel per progetti su larga scala, Unlimited offre agli espositori l’opportunità di presentare installazioni monumentali, sculture colossali, dipinti murali sconfinati, serie fotografiche complete e ampie proiezioni video. Unlimited sarà curata per la quarta volta da Giovanni Carmine , Direttore della Kunst Halle Sankt Gallen.

I punti salienti di Unlimited includono:

  • Un’installazione site-specific dell’artista svedese Anna Uddenberg , intitolata Premium Economy (2023-2024), presentata da Kraupa-Tuskany Zeidler e Meredith Rosen Gallery
  • Untitled (2022), un’installazione dell’artista americano Henry Taylor , presentata da Hauser & Wirth
  • Un’installazione multimediale su larga scala di morbide sculture e costumi mascherati della defunta e pionieristica artista Faith Ringgold , The Wake and Resurrection of the Bicentennial Negro , sarà presentata dalla Goodman Gallery e dalle ACA Galleries. Concepita originariamente come performance nel 1976, questa installazione segna la prima volta che le opere di Ringgold vengono esposte all’Unlimited
  • Installazione Senz a Title (Before) (1993) dell’artista greco-italiano Jannis Kounellis , presentata da Kewenig
  • Un’installazione di una sezione significativa del murale Untitled (FDR NY) #5-22 (1984) dell’artista americano Keith Haring , presentato dalla Gladstone Gallery e dalla Martos Gallery
  • Una nuova installazione video intitolata DOKU The Flow (2024) dell’artista cinese Lu Yang , presentata da Société
  • Chess (2012), un’installazione fondamentale dell’artista americano Lutz Bacher , presentata dalla Galerie Buchholz
  • ARCHITEKTURTRAUM (2001) dell’artista svizzera Miriam Cahn , presentato da Meyer Riegger e Galerie Jocelyn Wolff
  • Una serie completa di The Americans (1954-1957) di Robert Frank presentata da Pace Gallery e Thomas Zander

L’Unlimited Night di Art Basel tornerà giovedì 13 giugno, offrendo ai visitatori la possibilità di vivere il settore insieme a spettacoli speciali durante orari di apertura prolungati. Per la prima volta i visitatori di Unlimited avranno l’opportunità di votare la loro opera d’arte preferita per l’intera durata di Art Basel. L’Unlimited People’s Pick verrà poi annunciato verso la fine della settimana dello spettacolo. Ulteriori dettagli sul premio seguiranno a tempo debito.

Per l’elenco completo degli artisti e delle gallerie che presentano in Unlimited, visitare artbasel.com/basel/unlimited .

Parcours

Curato per la prima volta da Stefanie Hessler , direttrice dello Swiss Institute (SI) di New York, il settore dell’arte pubblica di Art Basel si svilupperà lungo la Clarastrasse fino al Middle Bridge, collegando il quartiere fieristico con il Reno. Il concept di Hessler per Parcours è una mostra curata che si snoda attraverso negozi vuoti e negozi operativi, un hotel, un ristorante, una fabbrica di birra e altri spazi quotidiani sulla Clarastrasse di Basilea. Attraverso progetti ambiziosi, molti dei quali site-specific e di nuova produzione, il settore esplora la trasformazione e la circolazione in aree come il commercio, la globalizzazione e l’ecologia. Hessler rileva Parcours da Samuel Leuenberger, che negli ultimi otto anni ha gestito e ampliato con successo il settore.

I punti salienti di Parcours includono:

  • Una struttura architettonica fiancheggiata da dipinti che ospita i prodotti in vendita presso il negozio Tropical Zone dell’artista londinese Alvaro Barrington , presentati da Sadie Coles HQ, Thaddaeus Ropac e Massimodecarlo
  • Un’installazione che combina il tradizionale gioco di ombre cinesi e l’animazione digitale dell’artista svedese Lap-See Lam , che si svolge in una food court e presentata dalla Galerie Nordenhake
  • Un giardino portatile dell’artista austriaco Lois Weinberger , che traspone la natura in un contesto urbano con l’obiettivo di attirare insetti e uccelli, presentato da Galerie Krinzinger
  • Una performance dell’artista londinese Mandy El-Sayegh che interroga la circolazione di informazioni e beni all’interno di un centro commerciale parzialmente vuoto, presentata da Thaddaeus Ropac e Lehmann Maupin
  • Una serie di bandiere pirata di Rirkrit Tiravanija , allineate sul Ponte di Mezzo che attraversa il Reno, presentate da neugerriemschneider
  • Sistemi di conversione dell’artista peruviana Ximena Garrido-Lecca che contrappongono tecniche ancestrali e materiali artigianali con applicazioni industriali nell’estrazione del petrolio, installati all’interno di un birrificio, presentati da Galerie Gisela Capitain

Mercoledì 12 giugno, dalle 20:00 alle 23:00, si terrà la Parcours Night, che offrirà una serata festosa ricca di spettacoli dal vivo e altri spettacoli lungo la Clarastrasse e al Merian. Tutte le sedi Parcours avranno orari di apertura prolungati per offrire ai visitatori un’esperienza unica. Per l’elenco completo degli artisti e delle gallerie presenti e ulteriori informazioni, visitare artbasel.com/basel/parcours.

Messeplatz

La Messeplatz della città ospiterà una presentazione site-specific dell’artista concettuale Agnes Denes , curata per la terza volta da Samuel Leuenberger, fondatore degli spazi espositivi senza scopo di lucro SALTS a Birsfelden e Bennwil. La pratica artistica di Denes si distingue in termini di estetica e impegno con idee socio-politiche. Come pioniera dell’arte ambientale, ecologica e paesaggistica, presenterà l’opera Honoring Wheatfield – A Confrontation (2024), riferendosi alla sua iconica opera di land art degli anni ’80. L’opera rimarrà sulla Messeplatz per tutta l’estate fino alla sua vendemmia. Nata nel 1931 a Budapest, in Ungheria, cresciuta in Svezia e educata negli Stati Uniti, Agnes Denes oggi vive a New York City.

The Merian

Il Merian, situato proprio presso il Ponte Centrale lungo il Reno a Kleinbasel e di fronte al centro storico di Basilea, dispone di un bar, un ristorante e una terrazza che ospiteranno un programma continuo 24 ore su 24. La facciata dell’ex Hotel Merian sarà occupata da When The Sun Goes Away We Paint The Sky , un’opera d’arte di Petrit Halilaj che simboleggia la guida e commemora il 30° anniversario della partnership tra UBS e Art Basel. Le serate saranno curate e animate da vari membri della comunità artistica globale e locale, tra cui Jenny Schlenzka, direttrice del Gropius Bau Berlin; Aindrea Emelife, curatrice moderna e contemporanea al Museum of West African Art di Benin City, Nigeria; Pati Hertling, Direttore del Performance Space New York; Stefanie Hessler, direttrice dello Swiss Institute New York; Benedikt Wyss, curatore di SALTS e Finalmente sabato a Basilea; e altri.

Film

Per la sua 25a edizione, il programma Film presenterà una settimana di straordinari progetti cinematografici d’artista. Il film è curato da Filipa Ramos , curatrice fondatrice della piattaforma video online Vdrome e docente presso l’Arts Institute della FHNW di Basilea, in collaborazione con Marian Masone , curatrice indipendente con sede a New York. Il programma di quest’anno affronterà argomenti come l’ecologia, l’intimità, la storia e la politica in una serie di programmi di cortometraggi, inchieste e lungometraggi.

Il programma inizia mercoledì 12 giugno con “La vita politica delle piante”, una serie di cortometraggi di Nefeli Chrysa Avgeris, Zheng Bo, Ulla von Brandenburg, Kyriaki Goni e Tiffany Sia . Ispirato ai titoli di due film di Bo, il programma analizza come il mondo vegetale sia stato una figura di spicco nel recente cinema d’artista. Sabato 15 giugno, ‘Bats and Rockets’ celebrerà i film d’artista per il pubblico giovane, dai quattro anni in poi. Il programma cinematografico di quest’anno si concluderà poi con Taking Venice (2023), un documentario sulla partecipazione di Robert Rauschenberg alla Biennale di Venezia del 1964 di Amei Wallach .

Per ulteriori informazioni, visitare artbasel.com/basel/film .

Conversations

Il programma di conferenze di punta di Art Basel ritorna per l’ edizione del suo 20° anniversario con un programma entusiasmante, curato per la prima volta dal critico d’arte berlinese Kimberly Bradley . Riunendo più di 25 leader di pensiero, l’edizione 2024 presenta 11 panel mirati, tutti relativi alla questione urgente di come costruire e modellare il futuro della cultura contemporanea . Le discussioni esploreranno le sfide e le opportunità del commercio d’arte in un anno super elettorale, le potenzialità di una maggiore interdisciplinarietà nei musei, il modo in cui gli artisti si relazionano con la politica in un momento di crisi globale e il modo in cui le tecnologie digitali stanno rimodellando gli ecosistemi sociali ed economici dell’arte. Le conversazioni sono gratuite e accessibili a tutti .

I punti salienti della serie di conversazioni di quest’anno includono:

  • Lanciando il programma con una celebrazione speciale dei 20 anni di Conversazioni, Hans Ulrich Obrist speculerà sulla costruzione del mondo e rivisiterà la nozione di utopia con gli artisti digitali pionieristici Rebecca Allen e Danielle Braithwaite Shirley , nonché con l’architetto Carlo Ratti .
  • In vista della sua commissione Hyundai alla Turbine Hall della Tate Modern, l’artista Mire Lee riflette sulla sua pratica – che fa riferimento al lignaggio storico-artistico della scultura cinetica – nel Premiere Artist Talk.
  • Ben Davis , redattore capo di Artnet News, discuterà di come la tecnologia stia offuscando i confini delle comunità artistiche e della valutazione dell’arte con l’artista Cecile B. Evans .
  • Gli esperti legali Katalin Andreides e Till Vere-Hodge , insieme a Paul Donovan di UBS , discuteranno i modi in cui i potenziali riorientamenti politici e legali in un anno elettorale potrebbero cambiare il modo in cui l’arte viene acquistata, venduta e distribuita, in un discorso moderato da Georgina Adam .
  • Gli incontri si concluderanno con una nota leggera, con l’artista basilese Sophie Jung e il curatore/critico Francesco Bonami che discuteranno dei molteplici ruoli che l’umorismo e la satira giocano nell’arte contemporanea.
  • Durante l’ultimo fine settimana dello spettacolo, nell’auditorium delle Conversazioni sarà esposta una serie curata di video dei dibattiti più importanti di Conversations, che abbracciano quasi due decenni.

Le conversazioni si svolgeranno dal 13 al 16 giugno presso l’Auditorium della Sala 1. La partecipazione al ciclo è gratuita. Per ulteriori informazioni, visitare artbasel.com/stories/conversations .

Kabinett

Il settore dedicato alle presentazioni curate e tematiche presentato in una sezione separata all’interno degli stand principali delle gallerie, Kabinett presenterà per il secondo anno 22 progetti di 23 gallerie.

I punti salienti di Kabinett includono:

  • Presentazione da parte di Air d’ e Paris delle opere dell’artista americana Sarah Pucci e della figlia Dorothy Iannone . La presentazione si propone di far luce sugli affascinanti oggetti di Pucci contestualizzandoli all’interno del rapporto d’amore con la figlia.
  • La presentazione di Croy Nielsen dei dipinti dell’artista tedesco-giapponese Ern st Yohji Jaeger , che affrontano l’intimità e l’emozione con una tavolozza lunatica e argomenti misteriosi
  • Presentazione di Experimenter di  Switzerland for Movie Stars (2014) dell’artista indiano Kanishka Raja , che traccia un viaggio speculativo su una mappa di Google da Srinagar a Ginevra attraverso un dipinto su pannello panoramico e una brochure di accompagnamento
  • Presentazione di Catriona Jeffries dei dipinti della pittrice canadese Elizabeth McIntosh , che rispondono ai flussi di lavoro in continua evoluzione dell’industrializzazione contemporanea
  • Presentazione da parte di Sies + Höke delle opere dell’artista tedesco Gerhard Richter , tra cui specchi di varie tinte e dimensioni, nonché le tipiche sfere in acciaio inossidabile di Richter.

Per l’elenco completo degli artisti e delle gallerie presenti e ulteriori informazioni, visitare artbasel.com/basel/kabinett .

Informazioni
artbasel.com

Immagine in evidenza
Visitors in front of a work by Lee Krasner, presented by Mnuchin Gallery.

Dettagli

Inizio:
giovedì 13 Giugno 2024
Fine:
domenica 16 Giugno 2024
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,
Sito web:
https://www.artbasel.com/

Luogo

VARIE SEDI – BASILEA
Basilea, 4001 Svizzera + Google Maps