Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Luci d’Artista – XXI edizione

mercoledì 31 ottobre 2018 - domenica 13 gennaio 2019

Luci d'Artista - XXI edizione

sede: Varie Sedi (Torino).

Le Luci d’Artista si riaccenderanno mercoledì 31 ottobre, giorno dell’inaugurazione, e rimarranno installate fino al 13 gennaio 2019. La manifestazione, una vera e propria mostra d’arte contemporanea a cielo aperto – illuminerà le piazze e le strade di Torino.
La ventunesima edizione vedrà allestite 23 opere d’arte contemporanea: 13 nella Circoscrizione 1 (l’area del centro) e 10 nelle altre sette circoscrizioni.
La rassegna, offre a cittadini e turisti scenari inediti grazie al contributo creativo di artisti che hanno realizzato nel tempo un patrimonio significativo di opere luminose. È stata progettata nel 1997 con l’obiettivo di portare l’arte fuori dagli spazi istituzionali.

La cerimonia di inaugurazione, mercoledì 31 ottobre, prenderà il via alle ore 17:00 in via Giulio Gianelli – Giardino Pietro Rava (Circoscrizione 8), con il progetto Mi illumino anch’io a cura di Assemblea Teatro. Si potrà assistere alla lettura di fiabe e filastrocche di Gianni Rodari, performance di teatro di strada, esibizioni di musica e danza dei bambini della scuola e dei musicisti itineranti della Parrocchia San Giovanni Maria Vianney. Inoltre, in via Piobesi, sarà presente il BiblioBus a cura del Servizio Biblioteche della Città.
Qui, alle ore 19:00, con l’accensione dell’opera My Noon di Tobias Rehberger si illumineranno in contemporanea tutte le altre installazioni, dando il via alla nuova edizione della rassegna. Sarà presente l’artista Tobias Rehberger, impegnato nel progetto ‘Incontri illuminanti Con L’arte Contemporanea’, realizzato dalla Città di Torino in collaborazione con la Circoscrizione 8 e in cooperazione con il Teatro Regio di Torino, il Dipartimento Educazione della GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea e il Programma Attività Educative e Formative del PAV Parco Arte Vivente – Centro sperimentale d’arte contemporanea, con il coinvolgimento della Scuola Elementare Collodi e di altre realtà scolastiche e associative operanti nel territorio.

Le ‘Luci’ che illumineranno il centro città saranno:
‘Cosmometrie’ di Mario Airò in piazza Carignano, schemi simbolici e geometrici proiettati sulla pavimentazione urbana; ‘Tappeto Volante’ di Daniel Buren in piazza Palazzo di Città, centinaia di cavi d’acciaio paralleli reggono una ‘scacchiera’ di lanterne cubiche basata su colori primari, il bianco il rosso e il blu (gli stessi della bandiera francese); ‘Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime’ di Nicola De Maria in piazza Carlina, lampioni tramutati in fiori luminosi; ‘Il Giardino Barocco Verticale’ di Richi Ferrero in via Alfieri 6 (Palazzo Valperga Galleani), leggere emissioni luminose che restituiscono alla memoria il segno caratteristico delle aree comuni di un giardino ormai scomparso; ‘L’energia che unisce si espande nel blu’ di Marco Gastini nella Galleria Umberto I (opera permanente), un intrigo di simboli e segni grafici di colore blu e rosso che si incontrano sul soffitto della galleria; ‘Migrazione (Climate Change)’ di Piero Gilardi nella Galleria San Federico, 12 sagome di pellicani applicati a una rete sospesa verticalmente, che si illuminano e si spengono gradualmente, seguendo un algoritmo di controllo; ‘Cultura=Capitale’ di Alfredo Jaar in piazza Carlo Alberto (opera permanente), un’equazione luminosa cultura=capitale che è un invito a pensare alla creatività e al sapere condivisi da tutti i cittadini come al vero patrimonio di un Paese; ‘Luì e l’arte di andare nel bosco’ di Luigi Mainolfi in via Carlo Alberto, la narrazione di una fiaba che si estende come una sequenza di frasi luminose ; ‘Il volo dei numeri’ di Mario Merz sulla Mole Antonelliana (opera permanente), sulla cupola il forte segnale luminoso è dato dal valore simbolico della sequenza della serie di Fibonacci dove ogni numero è la somma dei due precedenti; ‘Concerto di parole’ di Mario Molinari in viale dei Partigiani (Giardini Reali, sopra le arcate), gigantesche sculture astratte, realizzate in polistirolo espanso, verniciate a vivaci colori e illuminate da potenti fari; ‘Vento Solare’ di Luigi Nervo in piazzetta Mollino, una grande sagoma luminosa legata alla cosmologia fantastica; ‘Palomar’ di Giulio Paolini in via Po, un antico atlante astronomico costellato da pianeti inscritti in forme geometriche che culmina nella sagoma di un acrobata in equilibrio su un cerchio e, infine, le figure rosse dell’opera ‘Noi’ di Luigi Stoisa si intrecceranno in via Garibaldi.

Negli spazi urbani delle circoscrizioni ci saranno:
Via Roveda – fronte Giardino Emilio Pugno (Circoscrizione 2) ospiterà ‘L’amore non fa rumore’ di Domenico Luca Pannoli, mentre nell’area pedonale di via Di Nanni (Circoscrizione 2) si potrà ammirare ‘Volo su…’ di Francesco Casorati, un filo rosso in flex-neon sostenuto da sagome geometriche di uccelli fiabeschi.
Le panchine ‘Illuminated Benches’ di Jeppe Hein saranno in piazza Risorgimento (Circoscrizione 4) e ‘Ice cream light’ della berlinese di adozione Vanessa Safavi, in piazza Eugenio Montale (Circoscrizione 5). Le ‘Vele di Natale’ di Vasco Are, aleggeranno in piazza Foroni, zona mercato rionale (Circoscrizione 6) e in via Giulia di Barolo – da piazza Santa Giulia a corso Regina Margherita – fluttuerà l’opera ‘Ancora una volta’ realizzata con materiali ecosostenibili e fonti luminose a basso consumo energetico dall’artista piemontese Valerio Berruti (Circoscrizione 7). Sempre in Circoscrizione 7, nella vivace piazza della Repubblica, sarà riaccesa ‘Amare le differenze’ di Michelangelo Pistoletto. Fanno parte della Circoscrizione 8 due opere permanenti: ‘Luce Fontana Ruota’ di Gilberto Zorio, una stella rotante che evoca un mulino si potrà vedere nuovamente all’entrata sud della città, nel laghetto di Italia ’61 (corso Unità d’Italia); ‘Piccoli Spiriti Blu’ di Rebecca Horn risplenderà ancora al Monte dei Cappuccini. Infine, sarà alla 8 anche ‘My Noon’ del tedesco Tobias Rehberger, il grande orologio luminoso che scandisce le ore in formato binario. È posizionata nel cortile della scuola elementare Carlo Collodi, in via Giulio Gianelli, dove il 31 ottobre si terrà la festa d’accensione della rassegna.

Altre Luci d’Artista

L’Albero del Pav di Piero Gilardi – opera permanente
In tutte le culture umane, nello spazio e nel tempo, la figura dell’albero è un tramite simbolico tra la terra e il cielo. Oggi, più laicamente, vediamo l’albero e le foreste come lo snodo cruciale della vita dei sistemi ecologici, del continuo scambio tra la terra, con i suoi umori nascosti, e la generativa energia del sole. Quest’albero, arabescato di luce colorata intende essere un augurale preludio simbolico per i cittadini che si avventureranno nel Parco d’Arte Vivente, tra le macchie di verde profumato, alla ricerca dei segni di un’arte ecologica che celebra il nostro reincanto per la natura. Luogo: via Giordano Bruno 31.

a-Cromactive, grattacielo Intesa Sanpaolo
L’installazione luminosa site specific, realizzata da Migliore+Servetto Architects per il grattacielo Intesa Sanpaolo, è un’opera dinamica, un’onda di colore sensibile ai mutamenti della luce. Come frame in stop motion, una sequenza di scaglie luminose genera un organismo pulsante, perfettamente inserito nella natura della serra bioclimatica, un vortice iridescente che respira e vibra in sintonia col vento e con l’ambiente che la accoglie, plasmandosi alla luce naturale e trasformandosi nel buio.
Luogo: corso Inghilterra 3

Lumen Flumen – Luminescenze/Riflessioni
Associazione Culturale Nomen Omen
dicembre 2018 – gennaio 2019
Installazione di light design d’ispirazione concettuale minimalista realizzata per lo storico Ponte Mosca (1830). Con puntamenti di luce, mira a valorizzare particolari costruttivi esaltandone la qualità estetico/artistica. Dialoga col Ponte una scritta luminosa sulla passerella dell’ex ferrovia che si riflette nell’acqua. Sulla facciata del palazzo dei Servizi Sociali ci sono una scritta incompleta e dei raggi diagonali e orizzontali che rappresentano, in modo stilizzato, la luce e l’acqua. Luogo: Ponte Mosca, corso Giulio Cesare e facciata Edificio Servizi Sociali Circoscrizione 7, Lungo Dora Savona 30 Torino.

Emozioni di T
Istituto Avogadro – Iren
Progetto triennale di Alternanza Scuola Lavoro
fino al 13 gennaio 2019
L’istallazione luminosa realizzata dagli studenti dell’Istituto Avogadro interpreta la maschera pirandelliana: l’esteriorità dell’uomo che vive la realtà molteplice, varia in centomila forme senza che nessuna esprima la sua vera essenza: assurdo voler scoprire la verità a partire dalle apparenze.
Luogo: ITIS A. Avogadro – corso San Maurizio 8 angolo via Rossini – Torino
www.itisavogadro.it

Il Presepio di Emanuele Luzzati
dall’8 dicembre al 13 gennaio 2019
Borgo Medioevale, Parco del Valentino
Il simbolo della tradizione natalizia cristiana, rappresentato dai personaggi creati dal celebre illustratore e scenografo Emanuele Luzzati, ritorna nella piazza del Melograno del Borgo Medievale.

L’albero orizzontale di piazza Montale
da dicembre 2018 a gennaio 2019
Un progetto partecipato realizzato dal Tavolo Vallette in collaborazione con la Casa di Quartiere e le Officine Caos della Circoscrizione 5.
Luogo: piazza Montale

Luci d’Artista Special Tour
Visita Torino in una luce straordinaria con un tour della città davvero speciale. Durante un emozionante tour di un’ora con il bus panoramico City Sightseeing® Torino, accompagnati da una guida turistica, si potranno ammirare alcune installazioni della XXI edizione di Luci d’Artista.
Ogni sabato e domenica dal 3 novembre 2018 al 6 gennaio 2019, inclusi il 25, il 26 dicembre e l’1 gennaio 2019. Tour a bordo di un autobus panoramico con guida turistica (in lingua italiana, inglese e francese). Partenza: ore 17.30 (piazza Castello/via Po). Durata: max 1 ora. Tariffa intero: € 15,00, tariffa ridotto (5-15 anni): € 7,50; bambini under 5: Free. Tariffa possessori Torino+Piemonte Contemporary Card: € 13,50. Info e prenotazioni: Tel: +39 011 535181; www.city-sightseeing.it/it/torino; infotorino@city-sightseeing.it