Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Trova le Mostre e gli Eventi nella tua Città | Segnala il tuo Evento

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Udine – Eventi e luoghi di interesse

1 Gennaio 2018 - 31 Dicembre 2020

Udine - Eventi e luoghi di interesse

sede: Varie Sedi (Udine).

Udine è un comune italiano di 99 518 abitanti. È considerata la capitale storica del Friuli. Già capoluogo dell’omonima provincia, in base alla legge regionale 26/2014 “Riordino del sistema Regione – Autonomie locali del Friuli Venezia Giulia” Udine è sede della UTI del “Friuli Centrale” di cui fa parte con i comuni di Campoformido, Martignacco, Pagnacco, Pasian di Prato, Pavia di Udine, Pozzuolo del Friuli, Pradamano, Reana del Rojale, Tavagnacco e Tricesimo, con una popolazione totale di 172 259.

Sito istituzionale
http://www.comune.udine.gov.it/

Eventi a Udine
https://www.agenda.udine.it/
https://www.visit-udine.it/

Eventi

Manifestazioni del ciclo Udine porta a Oriente:
Calendidonna (marzo), festival delle lettere, arti e scienze al femminile.
Far East Film Festival (aprile), dal 1997 Udine ospita una delle più importanti vetrine mondiali dedicate alla cinematografia asiatica. Organizzato dal Centro Espressioni Cinematografiche, si svolge ogni anno tra aprile e maggio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine e nelle sale del cinema Visionario.
Vicino/Lontano – Premio Terzani (maggio), manifestazione culturale sul tema delle identità e delle differenze che si svolge dal 2005 dal giovedì alla domenica con dibattiti e conferenze tematiche che vedono la partecipazione di filosofi, scrittori, giornalisti e studiosi. Durante la manifestazione nella serata del sabato al Teatro Giovanni da Udine viene assegnato il Premio letterario internazionale intitolato al giornalista e scrittore Tiziano Terzani. Gli incontri, nelle prime edizioni si sono svolti presso la chiesa sconsacrata di San Francesco e all’ex mercato del pesce, nel 2008 si sono concentrati nella zona di piazza Libertà: nella sala Ajace della loggia e in un tendone appositamente allestito sullo sterrato della piazza.
Palio Teatrale Studentesco (aprile) è una rassegna teatrale che vede impegnati ogni anno da oltre 40 anni gli studenti delle scuole superiori di Udine.
Maratonina Città di Udine (settembre)
Festival internazionale di chitarra (giugno), si svolge nel salone del Parlamento al Castello
Free Cormor Rock (giugno), rassegna musicale e sportiva che si tiene presso il parco del Cormor
Udine Pedala (giugno), è una pedalata non competitiva che si tiene annualmente ed è aperta a tutti. La manifestazione è particolarmente famosa per essere entrata per ben due volte nel guinness dei primati col record di partecipanti, la prima volta nel 1999 in cui alla partenza si presentarono 33.000 iscritti. L’anno successivo, nel 2000, presero parte alla gara 48.015 persone battendo così il precedente record. Nel 2006 ha cambiato denominazione in UdinBike.
Udinestate (giugno-agosto)
Udin&Jazz (giugno), rassegna musicale giunta alla diciottesima edizione (2008) cui hanno preso parte artisti quali Archie Shepp, Pat Metheny, Robert Fripp, B.B. King, Equality, Quintorigo, Dionne Warwick.
Rally del Friuli e delle alpi orientali (agosto)
Friuli doc (settembre), è una rassegna enogastronomica che si tiene dal 1995 nelle principali piazze e vie del centro storico cittadino in cui vengono allestiti stand e punti di ristoro. La manifestazione si svolge nell’arco di quattro giorni, dal giovedì alla domenica ed ha come motto vini, vivande, vicende, vedute. L’edizione che ha sinora avuto più successo (2007) ha visto la presenza di oltre un milione e duecentomila visitatori.
Udine grazie alla presenza dello Stadio Friuli ospita spesso importanti manifestazioni musicali a livello nazionale ed internazionale, nell’estate 2009 si sono tenuti 3 importanti concerti che hanno visto la presenza di circa 120.000 spettatori.
HomePage Festival, festival musicale annuale

Musei

Civici musei e gallerie di storia e arte: dal 1906 hanno sede presso il Castello e si compongono di Museo Archeologico, Galleria d’Arte Antica, Galleria dei Disegni e delle Stampa, Museo Friulano della Fotografia, Fototeca e Collezioni Risorgimentali
Museo di Arte Moderna e Contemporanea: nell’omonimo palazzo, donato al Comune dal commerciante Dante Cavazzini e oggetto di un attento restauro su progetto originario di Gae Aulenti, ospita dal 2012 opere di arte italiana dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri (tra gli artisti: Luigi Nono, Amedeo Modigliani, Felice Casorati, Lucio Fontana e Giorgio Morandi), la collezione FRIAM (una serie di opere donate, in occasione del terremoto del Friuli del 1976, da artisti statunitensi) e la collezione d’arte di Maria Luisa Astaldi.
Palazzo Giacomelli Museo etnografico del Friuli: allestito nel restaurato Palazzo Giacomelli in borgo Grazzano, ospita dal 2010 oggetti e manufatti della vita tradizionale friulana e del sacro, oggetti della vita quotidiana, dell’abbigliamento, delle maschere, del gioco, della musica e dello spettacolo.
Gallerie del Progetto: hanno sede a Palazzo Morpurgo e conservano gli archivi di architettura e design; spiccano in particolare gli archivi degli architetti Raimondo D’Aronco, Ottorino Aloisio, Pietro Zanini, Marcello D’Olivo, Angelo Masieri e, per il design, l’archivio dell’Electrolux Zanussi. Le Gallerie ospitano anche mostre a tema.
Museo del Duomo di Udine
Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo
Museo Friulano di Storia Naturale

Monumenti e luoghi d’interesse
La città di Udine conserva, dal punto di vista urbanistico, la tipica impronta delle città medievali. La città si è sviluppata intorno al colle del castello, al centro, espandendosi a partire dal X secolo (si contarono ben cinque cerchie murarie successive, fino al XV secolo, con relative porte e portoni).
Tra i monumenti più famosi: il Castello sito su di un colle che domina la città, il Duomo, la Loggia del Lionello, il Palazzo Arcivescovile con gli affreschi del Tiepolo, la piazza Libertà in stile veneziano e piazza San Giacomo, che rappresenta il cuore cittadino assieme a via Mercatovecchio. Per quanto riguarda le opere moderne, da segnalare il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, inaugurato nel 1997, il progetto porta la firma dell’ingegner Giuliano Parmegiani e dell’architetto Lorenzo Giacomuzzi Moore.

Architetture di piazza Libertà e del castello

Loggia del Lionello
Affacciata sulla centrale piazza Libertà (in precedenza chiamata Contarena e “Vittorio Emanuele II”), è una loggia pubblica in stile gotico veneziano, i cui lavori iniziarono nel 1448 ad opera di Bartolomeo delle Cisterne su disegno dell’orafo Nicolò Lionello e terminarono nel 1457. Nei secoli a seguire subì varie modifiche e, a seguito del rovinoso incendio che la distrusse nel 1876, fu restaurata da Andrea Scala che tenne fede ai disegni originali. Gran parte delle opere che erano presenti all’interno sono ora conservate nel museo della città. Fra queste ricordiamo il ciclo di tele della Serenissima Repubblica di Venezia e la Madonna con bambino di Giovanni Antonio de’ Sacchis, datata 1516.
Loggia e tempietto di San Giovanni
Di fronte alla loggia del Lionello si trovano la loggia ed il tempietto di San Giovanni, erette nel 1533 dall’architetto lombardo Bernardino da Morcote. La loro realizzazione comportò numerosi problemi, sia sul piano urbanistico che pratico. L’opera che ne risultò ha un vago sapore brunelleschiano. La chiesa, anticamente dedicata a san Giovanni, ora è adibita a tempietto ai Caduti. Sempre di fronte alla loggia del Lionello, si ergono le statue di Ercole e Caco, attribuite ad Angelo de Putti.
Torre dell’Orologio
Inglobata nella loggia di San Giovanni, la torre fu costruita nel 1527 su disegno di Giovanni da Udine che si ispirò alla torre veneziana di piazza San Marco. Alla sua sommità sorgono i due mori che battono le ore su una campana, le attuali sculture in rame risalgono al 1852 ed hanno sostituito quelle originali in legno.
Arco Bollani e chiesa di Santa Maria in Castello
Da piazza Libertà si prosegue lungo la salita del Castello, dove poi si attraversa l’arco Bollani, del 1556, progettato da Andrea Palladio e sormontato dal leone di San Marco. Si percorre quindi la loggia del Lippomano, datata 1487. Si giunge così alla chiesa di Santa Maria di Castello, la più antica della città. Alla chiesa di Santa Maria è addossata la “casa della Confraternita”, edificio medievale restaurato nel 1930. Accanto sorge l'”arco Grimani” eretto nel 1522 in onore del doge omonimo, originariamente situato in via Portanuova e qui ricomposto nel 1902, attraverso l’arco si giunge al piazzale del castello.
Il castello di Udine
L’imponente costruzione domina il colle e l’intera città di Udine. Da tempo immemorabile, era presente sul colle un sito fortificato testimoniato dai resti neolitici e romani ritrovati sul colle del castello. Dopo numerosi rimaneggiamenti quest’ultimo fu gravemente danneggiato nel terremoto del 1511. Il 2 ottobre 1517 fu dato avvio alla ricostruzione, che tuttavia si protrasse a lungo nel tempo, per mancanza di fondi, vastità e complessità dei lavori. Questi vennero inizialmente affidati a Giovanni Fontana, che però lasciò la città rinunciando all’incarico nel 1519.
L’aspetto romano-cinquecentesco dell’edificio, che lo rende più simile ad una residenza signorile che ad un’infrastruttura militare, è dovuto all’intervento di Giovanni da Udine, che, a partire dal 1547, riprese e portò a termine il cantiere. Altre modifiche interne furono apportate nei secoli successivi per poterlo adibire agli usi più vari: carcere, caserma, sede municipale ecc. Il castello ospita il salone del Parlamento della Patria del Friuli risalente al XII secolo è uno dei più antichi d’Europa.
Casa della Contadinanza
Sullo spiazzo erboso alla sommità del colle del castello, sorge la casa della Contadinanza in cui risiedevano i rappresentanti dei contadini friulani, terzo corpo politico della Patria del Friuli. Quella attuale è la copia qui ricomposta nel 1931 di un edificio risalente al XVI secolo che si trovava tra via Vittorio Veneto e via Rauscedo. L’edificio ha in seguito ospitato l’armeria del castello e nei tempi più recenti è stato adibito a locale per la degustazione di prodotti tipici friulani.

Architetture religiose

Duomo di Santa Maria Annunziata
Edificato a partire dal 1236 per volere del patriarca Bertoldo di Andechs-Merania. La costruzione venne ultimata in un centinaio di anni. A fianco del Duomo si trova il campanile con il battistero, sede di un piccolo Museo del Duomo.
Santuario della Beata Vergine delle Grazie
Chiesa di Santa Maria di Castello
Si tratta della più antica chiesa di Udine, risalente al XII secolo e posta sul colle del castello.
Chiesa dell’Oratorio della Purità
Posta a destra del Duomo, fu eretta nel 1757 per volere del cardinale Daniele Dolfin, il quale fece acquistare ed abbattere il precedente teatro appartenente alla famiglia Mantica, in modo che vicino alla cattedrale cittadina non fosse presente un luogo di divertimento. Il progetto fu affidato a Luca Andreoli. All’interno affreschi di Giambattista Tiepolo e del figlio Giandomenico.
Chiesa di Sant’Antonio Abate
In origine era un edificio in stile gotico risalente al XIV secolo, venne eretta per volere del patriarca Nicolò di Lussemburgo, e poi trasformata nel 1733 con la facciata ad opera di Giorgio Massari, si trova nei pressi di piazza Patriarcato. Oggi sconsacrata, è utilizzata come auditorium ed ospita mostre ed esposizioni.
Al suo interno si trovano le tombe degli ultimi quattro Patriarchi di Aquileia: Francesco Barbaro, Ermolao Barbaro, Daniele Dolfin e Dionisio Dolfin.
Chiesa della Beata Vergine del Carmine
Costruita dai frati Carmelitani nel XVI secolo s’incontra percorrendo via Aquileia, all’interno è custodito il sarcofago del Beato Odorico da Pordenone.
Chiesa della Madonna della carità
Situata presso l’Istituto Filippo Renati, risalente al 1762 è oggi sede della parrocchia ortodossa romena
Chiesa della presentazione di Maria al tempio
Detta chiesa delle zitelle fa parte dell’antico convitto di via Zanon fondato nel 1595.
Chiesa del Redentore
Risale al 1733; la facciata, in stile neoclassico, è stata realizzata un secolo dopo dall’architetto friulano Giovanni Battista Bassi; si trova in via Mantica.
Chiesa di San Cristoforo, oggi sede della Missione Romena Unita a Roma “San Cristoforo” (dal 2002/2003)
Qui si può ammirare il bel portale in puro stile rinascimentale scolpito nel 1518 dallo scultore lombardo Bernardino da Bissone.
Chiesa di San Francesco
La chiesa fu consacrata nel 1266 e con l’attiguo convento costituisce l’inizio della penetrazione dell’ordine dei frati francescani nel Patriarcato di Aquileia. I frati furono introdotti dal patriarca Bertoldo di Andechs-Merania, amico personale di san Francesco d’Assisi. È ritenuta una delle chiese più belle della città per la sua pura e semplice linea francescana. All’interno, formato da un’unica navata che termina con tre absidi, sono visibili affreschi trecenteschi, molto deperiti; rappresentano i più antichi esempi di pittura in città. Attualmente la chiesa (oggi sconsacrata) è utilizzata per mostre temporanee, mentre il convento è la sede del Tribunale.
Chiesa di San Giacomo
Eretta nel 1378 per volere della “Confraternita dei pellicciai”, inizialmente come cappella poi ingrandita, è situata nell’antica “piazza delle Erbe”, oggi piazza Matteotti, ma più conosciuta come piazza San Giacomo. La facciata attuale risale al 1525 ad opera di Bernardino da Morcote, mentre la cappella laterale fu aggiunta dopo il 1650. Accanto sorge la “Cappella delle anime” realizzata nel 1744 con all’interno una tela di Michelangelo Grigoletti.
Chiesa di San Giorgio
Fu eretta a partire dal 1760, aperta al culto nel 1780 e terminata solo nel 1831 in borgo Grazzano. All’interno una pala del 1529 raffigurante San Giorgio che uccide il drago, opera di Sebastiano Florigerio.
Chiesa di San Pietro Martire
Si trova in via Valvason, faceva parte dell’antico convento duecentesco dei domenicani, fu consacrata nel 1285, l’attuale edificio risale al XIX secolo; Della costruzione primitiva conserva solo il portale lombardesco ed il campanile. L’interno è formato da una sola aula senza navate e a suo tempo era decorato con numerosi dipinti. La chiesa fu saccheggiata nel 1797 dalle truppe francesi, che vi si insediarono per un certo periodo. Sono conservate le tombe di nobili personaggi, un dipinto di Pomponio Amalteo raffigurante il Martirio di san Pietro ed alcuni altorilievi di Giuseppe Torretti, inoltre vi sono affreschi di Andrea Urbani.
Chiesa del Santo Spirito
L’edificio originario, situato in via Crispi, risale al 1395, fu poi ricostruito su progetto di Giorgio Massari nel XVIII secolo. Ha pianta ottagonale e conserva due tele del pittore settecentesco Francesco Zugno.
Chiesa di San Valentino
Risalente al 1574 si trova in via Pracchiuso, uno degli antichi borghi della città, qui si svolge annualmente la festa dedicata al Santo.
Chiesa della Santa Maria della Misericordia nell’ospedale civile
Edificata nel 1959 su progetto di Giacomo Della Mea, all’interno presenta mosaici di Fred Pittino, bronzi di Giulio e Max Piccini e nel pronao graffiti di Ernesto Mitri.
Chiesa di Santa Chiara
Si trova presso l’Educandato Uccellis, risalente al XVII secolo, all’interno presenta affreschi di Giulio Quaglio.
Tempio ossario dei Caduti d’Italia
Realizzato tra il 1925 ed il 1936 per volere di mons. Cossettini su progetto di Provino Valle, con la sua mole domina l’antistante piazzale XXVI Luglio 1866, all’interno sono conservate, secondo la tradizione, 25.000 salme di caduti durante la prima guerra mondiale. In realtà le salme sono 21.874.
Cappella Manin
Edificio settecentesco del 1733 a pianta esagonale in stile barocco commissionato a Domenico Rossi dal conte Lodovico Alvise Manin, padre del futuro doge Ludovico Manin. Al suo interno sull’altare si può ammirare una Madonna con Gesù bambino, opera di Giuseppe Torretti. Sempre opera sua sono gli altorilievi presenti alle pareti: Nascita della Vergine, Visitazione, Presentazione di Gesù al tempio e Presentazione di Maria bambina al tempio.
Cappella di Santa Maria del Monte
Annessa al palazzo del Monte di Pietà ospita opere di Giulio Quaglio.

Architetture civili

Palazzi

Palazzo Patriarcale
È uno dei più celebri tra i palazzi della città.
Palazzo della Provincia
Il palazzo Antonini-Belgrado dal 1891 è sede della Provincia, si trova ai lati del palazzo Arcivescovile, risale alla seconda metà del XVII secolo, in stile barocco, all’interno è affrescato con scene storiche e mitologiche di particolare pregio ad opera di Giulio Quaglio.
Palazzo Antonini-Casa Grande
Ex-sede della filiale della Banca d’Italia.
Palazzo Antonini-Cernazai
Fu la prima sede dell’Università degli Studi di Udine, ora sede della facoltà di lettere e filosofia, risale agli inizi del XVII secolo.
Palazzo Bartolini
Realizzato nel XVII secolo in piazza Marconi, ospita la Biblioteca civica Vincenzo Joppi
Palazzo del Comune
Tipico esempio d’architettura in stile Liberty del XX secolo è il palazzo del Comune o D’Aronco dal nome dell’architetto friulano Raimondo D’Aronco che lo progettò. Fu costruito a partire dal 1911 sul luogo di un precedente edificio del Cinquecento, fu ultimato nel 1932.
Palazzo Valvason-Morpurgo
Situato in via Savorgnana, in stile neoclassico risale al XVIII secolo e nel 1969 è stato donato al Comune di Udine, è dotato di un giardino con annessa loggetta. Dopo il restauro, ospita le “Gallerie del Progetto” che espongono gli archivi di architettura e design di proprietà dei Civici Musei; inoltre, è sede dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura e di un punto d’informazioni turistiche.
Casa Cavazzini
Storico palazzo, situato tra le vie Cavour e Savorgnana, di fronte alla sede municipale nel pieno centro storico. Oggetto di un lungo restauro, completato nel 2011, su progetto originario di Gae Aulenti, è ora sede del Museo di arte moderna e contemporanea. Il complesso è costituito dal cinquecentesco palazzo Savorgnan della bandiera e dalla contigua casa Cavazzini (donata al Comune dalla famiglia del commerciante e filantropo udinese Dante Cavazzini). I restauri hanno portato alla luce ritrovamenti archeologici visibili al piano terra attraverso il pavimento in vetro: una vasca-cisterna veneziana del XVI secolo e un deposito di vasellame protostorico databile alla prima metà del ferro (seconda metà dell’VIII secolo a.C.), che costituisce il ritrovamento più antico documentato nel sito. Nell’appartamento Cavazzini sono presenti inoltre affreschi di Afro Basaldella, Mirko Basaledella e Corrado Cagli; al primo piano del palazzo Savorgnan della Bandiera sono invece presenti degli affreschi assegnabili alla seconda metà del Trecento, testimonianze pittoriche di soggetto profano e di notevole importanza per lo studio della pittura gotica in area friulana. In una delle due sale dove sono stati ritrovati gli affreschi si sono conservate tracce di una decorazione raffigurante un tendaggio retto da giovinette e giovani a mezza figura secondo schemi ispirati all’iconografia di composizioni sacre. A giudicare dalla decorazione l’ambiente fu forse adibito ad alcova: i giovani infatti sorreggono il tendaggio come a proteggere l’intimità della stanza. Appartenente ad epoca successiva, invece, dovrebbe essere la decorazione della sala adiacente, con le pareti occupate interamente da comparti geometrici e da formelle quadrangolari a finto marmo con figure mostruose e fantastiche derivate dalle tradizioni del bestiario medioevale.
Palazzo Chizzola Mantica
Villa Veritti, progettata da Carlo Scarpa.
Casa di Giovanni da Udine
Casa natale di Tina Modotti, Via Pracchiuso 89

Fontane

Le principali fontane di Udine:
fontana del bergamasco Giovanni Carrara in piazza Libertà
fontana di piazza San Giacomo
fontana del monumento alla Resistenza disegnato da Gino Valle

Architetture militari

Nella città di Udine restano tracce o notizie di cinque cerchia di mura di cinta del centro urbano, costruite nell’arco di quasi cinquecento anni (tra l’XI e il XV secolo). Ancor più antico fu il terrapieno del castelliere, risalente all’età del bronzo.

Udine. (18 dicembre 2018). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 24 dicembre 2018, 21:37 da//it.wikipedia.org/w/index.php?title=Udine&oldid=101616532.

Dettagli

Inizio:
1 Gennaio 2018
Fine:
31 Dicembre 2020
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , , , ,

Luogo

VARIE SEDI – UDINE
Udine, 33100 Italia + Google Maps